​Suggestiva cerimonia in occasione della festa di S. Barbara a Fornaci di Barga, domenica 4 Dicembre. Dopo la Santa Messa, officiata da Don Antonio Pieraccini nella Chiesa di Cristo Redentore, i partecipanti si sono recati presso il Monumento ai Caduti del Mare dove campeggia la grande ancora, simbolo indiscusso del mare e dei marinai. Il gruppo della Associazione Marinai d'Italia ha predisposto la commemorazione dei caduti del mare, con la deposizione di una corona di alloro in prossimità delle targhe che ricordano i nomi dei caduti della Valle del Serchio. Dopo le note dell'alza bandiera, dell'inno nazionale e del silenzio, un marinaio ha recitato la "Preghiera del Marinaio". La parola è quindi passata al Presidente della sezione Maurizio Bianchi che ha ricordato la nascita del monumento ed ha formulato i ringraziamenti alla Marina Militare ed a tutti i marinai caduti in guerra e in servizio civile, per aver sacrificato la loro vita nell'adempimento del loro servizio alla Nazione. E' stata sottolineata anche l'attività sociale, culminata di recente con l'illuminazione del monumento che si presenta, di notte, con i colori della bandiera italiana. L'assessore Giampiero Passini, in rappresentanza della amministrazione comunale di Barga, ha ricordato gli sforzi compiuti da tutti per la realizzazione dell'opera, sottolineando la vicinanza delle istituzioni ad ogni iniziativa presentata per il miglioramento del sito; ha evidenziato inoltre come questo monumento sia importante a ricordare i caduti ma soprattutto per fare presente alle giovani generazioni che il sacrificio e l'impegno dato da queste persone hanno permesso la libertà e la democrazia che oggi godiamo. Il vice comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio, Capitano di Fregata Giorgi Federico, nel ringraziare i componenti del gruppo per gli sforzi profusi ed i risultati ottenuti, ha sottolineato la vicinanza della Marina Militare ai familiari dei caduti, in particolare a quelli deceduti nell'incidente della Torre del porto di Genova del 7 maggio 2013, che conosceva personalmente. Infine, nel ricordare la figura di Santa Barbara, ha evidenziato l'importanza del servizio svolto quotidianamente da uomini e donne della Marina Militare e della Guardia Costiera per garantire il soccorso in mare e la sicurezza dei naviganti. 

04/12/2016 Viareggio

​Suggestiva cerimonia in occasione della festa di S. Barbara a Fornaci di Barga, domenica 4 Dicembre. Dopo la Santa Messa, officiata da Don Antonio Pieraccini nella Chiesa di Cristo Redentore, i partecipanti si sono recati presso il Monumento ai Caduti del Mare dove campeggia la grande ancora, simbolo indiscusso del mare e dei marinai. Il gruppo della Associazione Marinai d'Italia ha predisposto la commemorazione dei caduti del mare, con la deposizione di una corona di alloro in prossimità delle targhe che ricordano i nomi dei caduti della Valle del Serchio. Dopo le note dell'alza bandiera, dell'inno nazionale e del silenzio, un marinaio ha recitato la "Preghiera del Marinaio". La parola è quindi passata al Presidente della sezione Maurizio Bianchi che ha ricordato la nascita del monumento ed ha formulato i ringraziamenti alla Marina Militare ed a tutti i marinai caduti in guerra e in servizio civile, per aver sacrificato la loro vita nell'adempimento del loro servizio alla Nazione. E' stata sottolineata anche l'attività sociale, culminata di recente con l'illuminazione del monumento che si presenta, di notte, con i colori della bandiera italiana. L'assessore Giampiero Passini, in rappresentanza della amministrazione comunale di Barga, ha ricordato gli sforzi compiuti da tutti per la realizzazione dell'opera, sottolineando la vicinanza delle istituzioni ad ogni iniziativa presentata per il miglioramento del sito; ha evidenziato inoltre come questo monumento sia importante a ricordare i caduti ma soprattutto per fare presente alle giovani generazioni che il sacrificio e l'impegno dato da queste persone hanno permesso la libertà e la democrazia che oggi godiamo. Il vice comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio, Capitano di Fregata Giorgi Federico, nel ringraziare i componenti del gruppo per gli sforzi profusi ed i risultati ottenuti, ha sottolineato la vicinanza della Marina Militare ai familiari dei caduti, in particolare a quelli deceduti nell'incidente della Torre del porto di Genova del 7 maggio 2013, che conosceva personalmente. Infine, nel ricordare la figura di Santa Barbara, ha evidenziato l'importanza del servizio svolto quotidianamente da uomini e donne della Marina Militare e della Guardia Costiera per garantire il soccorso in mare e la sicurezza dei naviganti. 

Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio