​La segnalazione è pervenuta da alcuni bagnanti allarmati direttamente al numero blu di emergenza 1530 della Guardia Costiera.

In pieno orario di balneazione, intorno alle 16.30 di ieri pomeriggio, una moto d'acqua stava compiendo da alcuni minuti strane evoluzioni tra i bagnanti,

nella fascia di mare dei 300 metri dal litorale riservata prioritariamente alla balneazione nel tratto tra gli stabilimenti balneari "Colombo" e "Flora" della Passeggiata di Viareggio.

Dalla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Viareggio è stata disposta l'uscita di una motovedetta, per interrompere l'infrazione ed individuare il trasgressore.

Alla vista dei militari il conduttore della moto d'acqua (P.M., 18enne di Viareggio) si è diretto immediatamente a terra dove ad attenderlo vi era una pattuglia della Guardia Costiera, intensamente impegnata in questi giorni in attività di vigilanza in mare e sulle spiagge nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro 2016".

Nessuna valida giustificazione per il conducente, il quale ha semplicemente dichiarato ai militari che stava provando il mezzo per una trattativa privata di vendita.

Sono scattati quindi due verbali amministrativi: uno da 172 euro per navigare all'interno delle boe rosse dei 300 metri in violazione dell'Ordinanza di sicurezza balneare della Capitaneria di porto d Viareggio, uno da 100 euro per violazione del Codice della nautica da diporto D.Lvo 171/2015, in quanto il conducente non aveva a bordo i prescritti documenti e certificati.

Un comportamento incauto e potenzialmente pericoloso che è stato rapidamente interrotto e sanzionato, grazie anche alla preziosa collaborazione dei bagnanti che hanno messo in moto la Guardia Costiera.  

06/07/2016 Viareggio

​La segnalazione è pervenuta da alcuni bagnanti allarmati direttamente al numero blu di emergenza 1530 della Guardia Costiera.

In pieno orario di balneazione, intorno alle 16.30 di ieri pomeriggio, una moto d'acqua stava compiendo da alcuni minuti strane evoluzioni tra i bagnanti,

nella fascia di mare dei 300 metri dal litorale riservata prioritariamente alla balneazione nel tratto tra gli stabilimenti balneari "Colombo" e "Flora" della Passeggiata di Viareggio.

Dalla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Viareggio è stata disposta l'uscita di una motovedetta, per interrompere l'infrazione ed individuare il trasgressore.

Alla vista dei militari il conduttore della moto d'acqua (P.M., 18enne di Viareggio) si è diretto immediatamente a terra dove ad attenderlo vi era una pattuglia della Guardia Costiera, intensamente impegnata in questi giorni in attività di vigilanza in mare e sulle spiagge nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro 2016".

Nessuna valida giustificazione per il conducente, il quale ha semplicemente dichiarato ai militari che stava provando il mezzo per una trattativa privata di vendita.

Sono scattati quindi due verbali amministrativi: uno da 172 euro per navigare all'interno delle boe rosse dei 300 metri in violazione dell'Ordinanza di sicurezza balneare della Capitaneria di porto d Viareggio, uno da 100 euro per violazione del Codice della nautica da diporto D.Lvo 171/2015, in quanto il conducente non aveva a bordo i prescritti documenti e certificati.

Un comportamento incauto e potenzialmente pericoloso che è stato rapidamente interrotto e sanzionato, grazie anche alla preziosa collaborazione dei bagnanti che hanno messo in moto la Guardia Costiera.  

Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio