Weekend di controlli della Guardia Costiera nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro 2017", in mare e lungo il litorale della Versilia.

Nel tardo pomeriggio di ieri un uomo di 38 anni di Pescia è stato colto mentre stava per immergersi in acqua all'altezza del fanale rosso dell'imboccatura del porto di Viareggio, presumibilmente per svolgere attività di pesca subacquea. I militari, intervenuti via terra e via mare con una motovedetta, hanno interrotto sul nascere un comportamento potenzialmente pericoloso per la sicurezza della navigazione e, soprattutto, per l'incolumità dello stesso sub. Quest'ultimo non era a conoscenza dei divieti di pesca e di immersione nelle acque portuali.

Nel pomeriggio di oggi alcuni bagnini hanno segnalato una moto d'acqua da  tempo ferma, presumibilmente in avaria, a circa un miglio dal pontile di Lido di Camaiore: sul posto è stata inviata a scopo precauzionale la motovedetta CP 813. Fortunatamente, nessun problema, come confermato dalla persona a bordo, un 51 enne di Pisa, che stava semplicemente facendo il bagno prima di riprendere la navigazione.     

Sono proseguiti senza sosta anche i controlli agli stabilimenti balneari. Durante uno di questi, in una piscina di un bagno di Marina di Pietrasanta è stata riscontrata l'assenza dell'assistente bagnanti.  Nonostante la presenza di bagnini all'interno dello stabilimento e sulla spiaggia, questi avevano tuttavia  abbandonato incautamente la postazione in piscina , situazione pericolosa per la numerosa presenza di clienti in acqua al momento del controllo.

Per il titolare dello stabilimento è scattato un verbale amministrativo da 1032 euro per violazione dell'Ordinanza di sicurezza balneare numero 71/2015 della Capitaneria di porto di Viareggio.

Lievi mancanze riscontrate presso altri stabilimenti balneari (in particolare dotazioni usurate o con termini di utilizzo prossimi alla scadenza) sono state prontamente sanate secondo le precise indicazioni dei militari.    

Infine, nel tardo pomeriggio di oggi una pattuglia è intervenuta congiuntamente a personale della Polizia Municipale e della Polizia Stradale presso il Bagno Sorrento di Marina di Pietrasanta, dove una coppia di ragazzi (un uomo ed una donna) aveva utilizzato l'adiacente passo a mare per arrivare con l'autovettura (presa a noleggio) fino in spiaggia. Attimi di comprensibile panico tra i tanti bagnanti, per fortuna senza ulteriori conseguenze. Il conducente dell'autovettura, un uomo 37 enne di nazionalità francese residente in Gran Bretagna, era in evidente stato di ubriachezza ed alterazione. I ragazzi sono stati quindi condotti presso il commissariato per gli accertamenti e le contestazioni del caso. Sono seguite le operazioni di rimozione dell'autovettura, rimasta insabbiata sull'arenile.         


20/08/2017 Viareggio

Weekend di controlli della Guardia Costiera nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro 2017", in mare e lungo il litorale della Versilia.

Nel tardo pomeriggio di ieri un uomo di 38 anni di Pescia è stato colto mentre stava per immergersi in acqua all'altezza del fanale rosso dell'imboccatura del porto di Viareggio, presumibilmente per svolgere attività di pesca subacquea. I militari, intervenuti via terra e via mare con una motovedetta, hanno interrotto sul nascere un comportamento potenzialmente pericoloso per la sicurezza della navigazione e, soprattutto, per l'incolumità dello stesso sub. Quest'ultimo non era a conoscenza dei divieti di pesca e di immersione nelle acque portuali.

Nel pomeriggio di oggi alcuni bagnini hanno segnalato una moto d'acqua da  tempo ferma, presumibilmente in avaria, a circa un miglio dal pontile di Lido di Camaiore: sul posto è stata inviata a scopo precauzionale la motovedetta CP 813. Fortunatamente, nessun problema, come confermato dalla persona a bordo, un 51 enne di Pisa, che stava semplicemente facendo il bagno prima di riprendere la navigazione.     

Sono proseguiti senza sosta anche i controlli agli stabilimenti balneari. Durante uno di questi, in una piscina di un bagno di Marina di Pietrasanta è stata riscontrata l'assenza dell'assistente bagnanti.  Nonostante la presenza di bagnini all'interno dello stabilimento e sulla spiaggia, questi avevano tuttavia  abbandonato incautamente la postazione in piscina , situazione pericolosa per la numerosa presenza di clienti in acqua al momento del controllo.

Per il titolare dello stabilimento è scattato un verbale amministrativo da 1032 euro per violazione dell'Ordinanza di sicurezza balneare numero 71/2015 della Capitaneria di porto di Viareggio.

Lievi mancanze riscontrate presso altri stabilimenti balneari (in particolare dotazioni usurate o con termini di utilizzo prossimi alla scadenza) sono state prontamente sanate secondo le precise indicazioni dei militari.    

Infine, nel tardo pomeriggio di oggi una pattuglia è intervenuta congiuntamente a personale della Polizia Municipale e della Polizia Stradale presso il Bagno Sorrento di Marina di Pietrasanta, dove una coppia di ragazzi (un uomo ed una donna) aveva utilizzato l'adiacente passo a mare per arrivare con l'autovettura (presa a noleggio) fino in spiaggia. Attimi di comprensibile panico tra i tanti bagnanti, per fortuna senza ulteriori conseguenze. Il conducente dell'autovettura, un uomo 37 enne di nazionalità francese residente in Gran Bretagna, era in evidente stato di ubriachezza ed alterazione. I ragazzi sono stati quindi condotti presso il commissariato per gli accertamenti e le contestazioni del caso. Sono seguite le operazioni di rimozione dell'autovettura, rimasta insabbiata sull'arenile.         


Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio