​Il giorno 17 maggio u.s. si è svolto un incontro tra Autorità Marittima, Autorità Portuale regionale e Comando Polizia Municipale di Viareggio, per meglio definire le modalità di controllo del traffico in ambito portuale e nelle vie d'accesso adiacenti, anche in relazione ai recenti articoli di stampa apparsi sui principali quotidiani locali.

Pur confermando la piena legittimità di quanto fatto fino ad oggi, nell'ambito delle rispettive competenze, sia da parte dell'Autorità Portuale che da parte delle Forze di Polizia, si è deciso di modificare il vigente Regolamento sulla viabilità emanato dall'Autorità Portuale, competente in materia di circolazione stradale sul demanio marittimo in ambito portuale.

Alla luce delle future modifiche, si è deciso di continuare ad applicare le sanzioni previste ai sensi del Codice della Navigazione, notoriamente più onerose, per le violazioni commesse all'interno delle aree operative portuali (ad esempio: Banchina Lenci, Banchina Sandorino, Banchina Natino e strada d'accesso al Lungo Molo Marinai d'Italia), in quanto aree destinate allo svolgimento delle attività produttive e commerciali.

Nelle altre zone, non direttamente connesse con le attività operative portuali, verranno applicate le sanzioni del Codice della Strada da parte delle varie Forze di Polizia (Capitaneria di porto, Vigili Urbani, Carabinieri, Polizia etc.)

In tal senso, il Comando della Polizia Municipale di Viareggio ha offerto la propria disponibilità a collaborare, compatibilmente con le esigenze di servizio legate alle varie attività istituzionali.

Per aiutare gli automobilisti a comprendere la differenziazione delle zone sopra citate, sarà ulteriormente incrementata, da parte dell'Autorità Portuale, la cartellonistica indicante le aree operative.

Si ricorda che, nelle suddette aree, una sosta in zona non consentita potrebbe costituire un serio pericolo per la sicurezza di tutti coloro che operano sulle banchine portuali ed a bordo delle unità navali ivi all'ormeggio.

Quanto concordato, avrà applicazione non appena sarà siglata da parte dell'Autorità Portuale regionale e dell'Autorità Marittima la modifica dell'articolo 10 del Regolamento vigente sopra citato, di cui verrà data al più presto ampia pubblicità.

19/05/2016 Viareggio

​Il giorno 17 maggio u.s. si è svolto un incontro tra Autorità Marittima, Autorità Portuale regionale e Comando Polizia Municipale di Viareggio, per meglio definire le modalità di controllo del traffico in ambito portuale e nelle vie d'accesso adiacenti, anche in relazione ai recenti articoli di stampa apparsi sui principali quotidiani locali.

Pur confermando la piena legittimità di quanto fatto fino ad oggi, nell'ambito delle rispettive competenze, sia da parte dell'Autorità Portuale che da parte delle Forze di Polizia, si è deciso di modificare il vigente Regolamento sulla viabilità emanato dall'Autorità Portuale, competente in materia di circolazione stradale sul demanio marittimo in ambito portuale.

Alla luce delle future modifiche, si è deciso di continuare ad applicare le sanzioni previste ai sensi del Codice della Navigazione, notoriamente più onerose, per le violazioni commesse all'interno delle aree operative portuali (ad esempio: Banchina Lenci, Banchina Sandorino, Banchina Natino e strada d'accesso al Lungo Molo Marinai d'Italia), in quanto aree destinate allo svolgimento delle attività produttive e commerciali.

Nelle altre zone, non direttamente connesse con le attività operative portuali, verranno applicate le sanzioni del Codice della Strada da parte delle varie Forze di Polizia (Capitaneria di porto, Vigili Urbani, Carabinieri, Polizia etc.)

In tal senso, il Comando della Polizia Municipale di Viareggio ha offerto la propria disponibilità a collaborare, compatibilmente con le esigenze di servizio legate alle varie attività istituzionali.

Per aiutare gli automobilisti a comprendere la differenziazione delle zone sopra citate, sarà ulteriormente incrementata, da parte dell'Autorità Portuale, la cartellonistica indicante le aree operative.

Si ricorda che, nelle suddette aree, una sosta in zona non consentita potrebbe costituire un serio pericolo per la sicurezza di tutti coloro che operano sulle banchine portuali ed a bordo delle unità navali ivi all'ormeggio.

Quanto concordato, avrà applicazione non appena sarà siglata da parte dell'Autorità Portuale regionale e dell'Autorità Marittima la modifica dell'articolo 10 del Regolamento vigente sopra citato, di cui verrà data al più presto ampia pubblicità.

Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio