​A conclusione dell'operazione nazionale "Mare Sicuro 2015", organizzata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata, a livello regionale, dalla Direzione marittima della Toscana (svoltasi dal 22 giugno al 13 settembre), anche la Capitaneria di porto di Viareggio e l'Ufficio Locale Marittimo di Forte dei Marmi fanno il bilancio dei risultati raggiunti.

L'operazione, che ha visto impegnati lungo il litorale e nelle acquee antistanti i 4 Comuni rivieraschi della Versilia, i militari ed i 3 mezzi navali in dotazione alla Capitaneria di Porto di Viareggio, si è mossa lungo un duplice binario:

  • da un lato si è cercato di avvicinare l'utenza del mare alla cultura marinara (sicurezza in mare e perizia marinaresca in primis) sensibilizzandola sull'osservanza delle norme e l'adozione dei comportamenti per prevenire eventuali situazioni di pericolo;
  • dall'altro, si è incrementata ed ottimizzata la presenza del personale della Guardia Costiera sulle spiagge della Versilia e negli antistanti specchi di mare al fine di garantire vacanze serene.

    L'attività divulgativa e formativa ha interessato, già prima dell'inizio della stagione balneare, gli studenti delle scuole della provincia di Lucca (oltre 1400 gli alunni incontrati), ai quali sono state illustrate le principali norme e buone regole di comportamento per una sicura e corretta fruizione del mare, delle spiagge e dell'ecosistema marino; tale opera divulgativa è poi proseguita nell'ambito del progetto "Campi Giovani Estivi" con la partecipazione di giovani ragazzi che hanno vissuto, per una settimana, a stretto contatto con i marinai della Capitaneria di Porto di Viareggio per conoscere le diverse attività istituzionali (da quelle operative in materia di soccorso, polizia marittima ed ambientale, a quelle più tipicamente amministrative di naviglio, diporto, patenti nautiche e gente di mare).

     L'opera di sensibilizzazione e prevenzione ha indubbiamente prodotto i risultati sperati; infatti non sono state registrate violazioni di particolare rilievo o gravità a fronte dei numerosi e capillari controlli effettuati (oltre 1200).

                In generale, si evidenzia che il dispositivo di sorveglianza predisposto ha adeguatamente svolto il proprio compito, indubbiamente favorito dalle ottime condizioni meteo marine che hanno caratterizzato la stagione estiva 2015.

                I limitati episodi negativi connessi alle attività balneari si sono verificati per imprudenza dei bagnanti o per malori improvvisi; viceversa, gli interventi degli assistenti bagnanti si sono in diverse occasioni rivelati puntuali e tempestivi, a dimostrazione della professionalità acquista e dell'efficacia del dispositivo di sicurezza posto in essere.

    Preziosa è risultata anche la collaborazione fornita dalle altre amministrazioni e Forze di Polizia a vario titolo presenti sul territorio (in particolare Vigili del Fuoco e 118) sotto il costante coordinamento della Prefettura di Lucca, che ha contribuito ad incrementare il gradiente di sicurezza sulle spiagge ed in mare.

    Di seguito i numeri, che rendono idea dello sforzo posto in essere:  

     

    • Interventi di soccorso 38, per un totale di 19 persone salvate.

       
    • Controlli 1242, di cui:

      - n. 241 hanno riguardato le unità navali

      - n. 853 hanno riguardato le strutture balneari

      - n. 148 hanno riguardato l'inquinamento ambientale.

       
    • Sanzioni penali 14, di cui:

      Reati comuni perseguiti 11 (furti, danneggiamenti e truffa)

                  Reati ambientali perseguiti 3 (per inquinamento e costituzione di discariche abusive)

       
    • Sanzioni amministrative 244, per un totale di 48.912 euro, così suddivise:

    -Diporto 20 (di cui 2 per navigare senza assicurazione) per 10.324 euro

    -Pesca illegale pericolosa per la navigazione e la balneazione 10, per 10.000 euro

    -Attività demaniali 10, per 10.320 euro

    -Codice della strada in ambito portuale 204, per un totale di 18.268 euro (con decurtazione accessoria di 22 punti per parcheggio in aree di sosta riservate ai disabili)   

     

    Alle suddette attività si è affiancata, anche quest'anno, la campagna "Bollino blu 2015" che ha visto i militari della Guardia costiera viareggina effettuare un controllo preventivo su documenti e dotazioni delle unità da diporto, rilasciando un totale di 257 bollini blu ai diportisti virtuosi.

         Naturalmente, anche durante il periodo invernale continuerà ad essere attivo il numero blu per il soccorso in mare 1530, una telefonata gratuita che può salvare la vita.

                                

10/10/2015 Viareggio

​A conclusione dell'operazione nazionale "Mare Sicuro 2015", organizzata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata, a livello regionale, dalla Direzione marittima della Toscana (svoltasi dal 22 giugno al 13 settembre), anche la Capitaneria di porto di Viareggio e l'Ufficio Locale Marittimo di Forte dei Marmi fanno il bilancio dei risultati raggiunti.

L'operazione, che ha visto impegnati lungo il litorale e nelle acquee antistanti i 4 Comuni rivieraschi della Versilia, i militari ed i 3 mezzi navali in dotazione alla Capitaneria di Porto di Viareggio, si è mossa lungo un duplice binario:

  • da un lato si è cercato di avvicinare l'utenza del mare alla cultura marinara (sicurezza in mare e perizia marinaresca in primis) sensibilizzandola sull'osservanza delle norme e l'adozione dei comportamenti per prevenire eventuali situazioni di pericolo;
  • dall'altro, si è incrementata ed ottimizzata la presenza del personale della Guardia Costiera sulle spiagge della Versilia e negli antistanti specchi di mare al fine di garantire vacanze serene.

    L'attività divulgativa e formativa ha interessato, già prima dell'inizio della stagione balneare, gli studenti delle scuole della provincia di Lucca (oltre 1400 gli alunni incontrati), ai quali sono state illustrate le principali norme e buone regole di comportamento per una sicura e corretta fruizione del mare, delle spiagge e dell'ecosistema marino; tale opera divulgativa è poi proseguita nell'ambito del progetto "Campi Giovani Estivi" con la partecipazione di giovani ragazzi che hanno vissuto, per una settimana, a stretto contatto con i marinai della Capitaneria di Porto di Viareggio per conoscere le diverse attività istituzionali (da quelle operative in materia di soccorso, polizia marittima ed ambientale, a quelle più tipicamente amministrative di naviglio, diporto, patenti nautiche e gente di mare).

     L'opera di sensibilizzazione e prevenzione ha indubbiamente prodotto i risultati sperati; infatti non sono state registrate violazioni di particolare rilievo o gravità a fronte dei numerosi e capillari controlli effettuati (oltre 1200).

                In generale, si evidenzia che il dispositivo di sorveglianza predisposto ha adeguatamente svolto il proprio compito, indubbiamente favorito dalle ottime condizioni meteo marine che hanno caratterizzato la stagione estiva 2015.

                I limitati episodi negativi connessi alle attività balneari si sono verificati per imprudenza dei bagnanti o per malori improvvisi; viceversa, gli interventi degli assistenti bagnanti si sono in diverse occasioni rivelati puntuali e tempestivi, a dimostrazione della professionalità acquista e dell'efficacia del dispositivo di sicurezza posto in essere.

    Preziosa è risultata anche la collaborazione fornita dalle altre amministrazioni e Forze di Polizia a vario titolo presenti sul territorio (in particolare Vigili del Fuoco e 118) sotto il costante coordinamento della Prefettura di Lucca, che ha contribuito ad incrementare il gradiente di sicurezza sulle spiagge ed in mare.

    Di seguito i numeri, che rendono idea dello sforzo posto in essere:  

     

    • Interventi di soccorso 38, per un totale di 19 persone salvate.

       
    • Controlli 1242, di cui:

      - n. 241 hanno riguardato le unità navali

      - n. 853 hanno riguardato le strutture balneari

      - n. 148 hanno riguardato l'inquinamento ambientale.

       
    • Sanzioni penali 14, di cui:

      Reati comuni perseguiti 11 (furti, danneggiamenti e truffa)

                  Reati ambientali perseguiti 3 (per inquinamento e costituzione di discariche abusive)

       
    • Sanzioni amministrative 244, per un totale di 48.912 euro, così suddivise:

    -Diporto 20 (di cui 2 per navigare senza assicurazione) per 10.324 euro

    -Pesca illegale pericolosa per la navigazione e la balneazione 10, per 10.000 euro

    -Attività demaniali 10, per 10.320 euro

    -Codice della strada in ambito portuale 204, per un totale di 18.268 euro (con decurtazione accessoria di 22 punti per parcheggio in aree di sosta riservate ai disabili)   

     

    Alle suddette attività si è affiancata, anche quest'anno, la campagna "Bollino blu 2015" che ha visto i militari della Guardia costiera viareggina effettuare un controllo preventivo su documenti e dotazioni delle unità da diporto, rilasciando un totale di 257 bollini blu ai diportisti virtuosi.

         Naturalmente, anche durante il periodo invernale continuerà ad essere attivo il numero blu per il soccorso in mare 1530, una telefonata gratuita che può salvare la vita.

                                

Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio