Doppio tempestivo intervento, nel giro di pochi minuti, degli assistenti bagnanti di alcuni stabilimenti balneari della passeggiata di Viareggio.

La prima emergenza è scattata questa mattina tra i Bagni Ermanno ed Alfea, dove una signora di 80 anni, B.I. residente a Fucecchio (FI) ed in vacanza con il marito in Versilia, ha accusato un malore a pochi metri dalla battigia, probabilmente a causa di un arresto cardiocircolatorio. La donna è stata inizialmente sorretta da altri bagnanti, fino all'intervento dei bagnini che hanno praticato le manovre di primo soccorso ed attivato la prevista catena dell'emergenza. Sul posto sono intervenuti quindi il personale medico del servizio 118 ed i militari della Guardia Costiera.

Pochi minuti dopo, altra emergenza al Bagno La Salute: in questo caso, un uomo di nazionalità  albanese, M.P. 61 anni. residente a San Giovanni Valdarno (AR), dopo aver bevuto una bibita ghiacciata, è entrato in acqua accusando un principio di congestione. L'uomo, in apparenza esanime, è stato rianimato dagli assistenti bagnanti e lasciato alle cure del personale medico del 118. Entrambi i bagnanti sono stati trasferiti d'urgenza in codice rosso all'Ospedale Versilia, dove sono attualmente ricoverati in condizioni molto critiche.

Anche al Bagno La Salute è intervenuta una pattuglia della Guardia Costiera per gli accertamenti di rito.

In queste giornate di alte temperature, la Capitaneria di porto - Guardia Costiera di Viareggio, intensamente impegnata a coordinare tutte le emergenze in mare e sulle spiagge, coglie l'occasione per raccomandare alcune regole semplici e di buon senso, ovvero evitare l'esposizione al sole nelle ore più calde della giornata, non fare il bagno se non si è in perfette condizioni psico-fisiche, non entrare in acqua immediatamente dopo i pasti, infine, entrare sempre in acqua gradualmente e con la massima prudenza. 


08/08/2017 Viareggio

Doppio tempestivo intervento, nel giro di pochi minuti, degli assistenti bagnanti di alcuni stabilimenti balneari della passeggiata di Viareggio.

La prima emergenza è scattata questa mattina tra i Bagni Ermanno ed Alfea, dove una signora di 80 anni, B.I. residente a Fucecchio (FI) ed in vacanza con il marito in Versilia, ha accusato un malore a pochi metri dalla battigia, probabilmente a causa di un arresto cardiocircolatorio. La donna è stata inizialmente sorretta da altri bagnanti, fino all'intervento dei bagnini che hanno praticato le manovre di primo soccorso ed attivato la prevista catena dell'emergenza. Sul posto sono intervenuti quindi il personale medico del servizio 118 ed i militari della Guardia Costiera.

Pochi minuti dopo, altra emergenza al Bagno La Salute: in questo caso, un uomo di nazionalità  albanese, M.P. 61 anni. residente a San Giovanni Valdarno (AR), dopo aver bevuto una bibita ghiacciata, è entrato in acqua accusando un principio di congestione. L'uomo, in apparenza esanime, è stato rianimato dagli assistenti bagnanti e lasciato alle cure del personale medico del 118. Entrambi i bagnanti sono stati trasferiti d'urgenza in codice rosso all'Ospedale Versilia, dove sono attualmente ricoverati in condizioni molto critiche.

Anche al Bagno La Salute è intervenuta una pattuglia della Guardia Costiera per gli accertamenti di rito.

In queste giornate di alte temperature, la Capitaneria di porto - Guardia Costiera di Viareggio, intensamente impegnata a coordinare tutte le emergenze in mare e sulle spiagge, coglie l'occasione per raccomandare alcune regole semplici e di buon senso, ovvero evitare l'esposizione al sole nelle ore più calde della giornata, non fare il bagno se non si è in perfette condizioni psico-fisiche, non entrare in acqua immediatamente dopo i pasti, infine, entrare sempre in acqua gradualmente e con la massima prudenza. 


Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio