​​La stagione estiva si è conclusa ma non cessa l'attività di  vigilanza della Guardia Costiera per la sicurezza in mare e la tutela dell'ambiente marino.

In settimana, in orario notturno, è stata segnalata la presenza di un barchino con fare sospetto all'interno e nelle adiacenze delle aree portuali.

I militari della Guardia Costiera intervenuti hanno individuato il natante; gli occupanti - due uomini - non si sono fermati all'alt dei militari, tentando di allontanarsi per evitare i controlli.  Sono stati tuttavia rintracciati ed identificati poco dopo anche grazie alle telecamere di video-sorveglianza posizionate ormai sulla maggior parte delle darsene e delle banchine portuali. Il natante con motore fuoribordo, poi risultato privo di assicurazione, è stato sottoposto a sequestro amministrativo ed al proprietario (un viareggino) è stata elevata una sanzione di 1032 euro.

 

Nella tarda serata di ieri, invece, al numero blu di soccorso 1530, è giunta la chiamata da una barca a vela e motore di circa 6.5 metri, un uomo a bordo, partita da Viareggio e con il motore in panne all'altezza di Marina di Pisa. Immediato l'intervento congiunto di due motovedette della Guardia Costiera, dalle sedi di Livorno e Viareggio. Il natante in difficoltà, rintracciato in mare a circa 3,5 miglia a sud di Viareggio anche con l'ausilio di un razzo rosso di segnalazione, è stato assistito e scortato in sicurezza fino all'ormeggio presso il porto di Viareggio. Dai successivi controlli effettuati, è emersa anche in questo caso la mancanza del certificato assicurativo del motore. Nuovo sequestro dell'unità navale e verbale amministrativo da 1032 euro per il proprietario, residente a Firenze.    

   

Per ogni emergenza in mare si ricorda il numero blu gratuito 1530, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale.    ​

04/10/2015 Viareggio

​​La stagione estiva si è conclusa ma non cessa l'attività di  vigilanza della Guardia Costiera per la sicurezza in mare e la tutela dell'ambiente marino.

In settimana, in orario notturno, è stata segnalata la presenza di un barchino con fare sospetto all'interno e nelle adiacenze delle aree portuali.

I militari della Guardia Costiera intervenuti hanno individuato il natante; gli occupanti - due uomini - non si sono fermati all'alt dei militari, tentando di allontanarsi per evitare i controlli.  Sono stati tuttavia rintracciati ed identificati poco dopo anche grazie alle telecamere di video-sorveglianza posizionate ormai sulla maggior parte delle darsene e delle banchine portuali. Il natante con motore fuoribordo, poi risultato privo di assicurazione, è stato sottoposto a sequestro amministrativo ed al proprietario (un viareggino) è stata elevata una sanzione di 1032 euro.

 

Nella tarda serata di ieri, invece, al numero blu di soccorso 1530, è giunta la chiamata da una barca a vela e motore di circa 6.5 metri, un uomo a bordo, partita da Viareggio e con il motore in panne all'altezza di Marina di Pisa. Immediato l'intervento congiunto di due motovedette della Guardia Costiera, dalle sedi di Livorno e Viareggio. Il natante in difficoltà, rintracciato in mare a circa 3,5 miglia a sud di Viareggio anche con l'ausilio di un razzo rosso di segnalazione, è stato assistito e scortato in sicurezza fino all'ormeggio presso il porto di Viareggio. Dai successivi controlli effettuati, è emersa anche in questo caso la mancanza del certificato assicurativo del motore. Nuovo sequestro dell'unità navale e verbale amministrativo da 1032 euro per il proprietario, residente a Firenze.    

   

Per ogni emergenza in mare si ricorda il numero blu gratuito 1530, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale.    ​

Viareggio

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio, settimana di cultura del mare ed educazione ambientale.

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Viareggio a Vagli di Sopra per l’educazione ambientale

Immagine segnaposto

“VIAREGGIO, TRONCO D’ALBERO ALLA DERIVA IN PORTO, INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA”

Immagine segnaposto

A gonfie vele il progetto alternanza scuola lavoro tra Capitaneria di porto ed Istituto Nautico di Viareggio