​In ordine alle attività che si possono svolgere a far data dal 4 maggio 2020 nelle acque marittime e lagunari di competenza della Direzione Marittima di Venezia e del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per il Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, si precisa che, in base alle indicazioni del Sig. Prefetto di Venezia, oltre alla navigazione per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, sono consentite tutte le attività sportive che si svolgono nelle acque marittime e lagunari anche mediante l’utilizzo di imbarcazioni e/o natanti come meglio specificato nell’allegata tabella (non esaustiva). Le attività dovranno essere svolte nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali sul distanziamento sociale ( DPCM 26 aprile 2020 art 1 lett. f e Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale del Veneto N° 46 del 4 maggio 2020 punto 4). In particolare, ai fini del numero delle persone trasportabili e delle modalità per garantire il rispetto del distanziamento sociale a bordo delle unità navali, si applicano per analogia le disposizioni per le autovetture di cui al punto 7 della citata Ordinanza 46 del Presidente della Giunta Regionale del Veneto. Resta fermo che le attività consentite dovranno essere svolte nel pieno rispetto delle norme di settore e delle ordinanze vigenti nonché in materia di sicurezza della navigazione. In questa delicata fase, oltre alle verifiche del rispetto delle norme sulla prevenzione del rischio epidemiologico, verranno intensificati, come ogni anno, i controlli mirati al rispetto delle disposizioni in materia di pesca sportiva e di contrasto del moto ondoso generato dalle unità in navigazione.

 

Tabella attività sportive rev01.pdf