MAXI SEQUESTRO DELLA GUARDIA COSTIERA – SEQUESTRATI 8 QUINTALI DI PRODOTTI ITTICI SCADUTI E NON TRACCIATI DURANTE L'OPERAZIONE COMPLESSA REGIONALE "VARUNA"
Si è conclusa, nella giornata di venerdì 25 marzo, una complessa operazione di polizia a livello interregionale in materia di tutela della risorsa ittica, che ha visto impegnati circa 40 militari e 4 motovedette appartenenti ai comandi della guardia costiera del veneto, sotto il coordinamento del 9° Centro regionale di controllo area pesca (C.C.A.P.) del Reparto operativo della Direzione marittima di Venezia. L'operazione "Varuna" ha avuto come obiettivo principale la verifica della detenzione e commercio di esemplari di pesce spada e tonno alalunga sottomisura o catturati nel Mediterraneo in periodo di divieto (1 gennaio – 31 marzo) e in generale il contrasto alla pesca illegale e il controllo del commercio di prodotti ittici lungo l'intera filiera (ingrosso dettaglio e grande distribuzione organizzata), nel rispetto dell'attuale periodo emergenziale dovuto al Covid 19. Si è poi prestato particolare attenzione alla verifica della regolare etichettatura delle partite ittiche ai fini della tracciabilità obbligatorie in ogni fase della commercializzazione, dalla cattura/sbarco alla vendita/somministrazione al consumatore finale e all'attuazione delle procedure di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP e del rispetto delle norme igienico-sanitarie di carattere generale ai fini della sicurezza alimentare.
Le ispezioni condotte a terra hanno rilevato la detenzione e il commercio di prodotti ittici di varie specie sprovvisti di idonea etichettatura e delle informazioni minime di tracciabilità, obbligatorie in ogni fase della commercializzazione, dalla cattura/raccolta alla vendita e somministrazione al consumatore finale. Inoltre, all'interno di uno stabilimento all'ingrosso in provincia di Bergamo si riscontrava l'omissione e/o la non corretta applicazione delle procedure di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP, per quanto attinente la mancata attuazione di azioni correttive per la gestione dei prodotti ittici scaduti e riportanti termine minimo di conservazione superato di validità - prodotti prontamente sottoposti a sequestro amministrativo e avviati contestualmente alla distruzione/smaltimento.
Durante le attività veniva, inoltre, rinvenuta la documentazione commerciale attestante l'acquisto di svariati esemplari di pesce spada di provenienza mediterranea commercializzati in più occasioni in periodo di divieto.
 
Si illustrano di seguito nel dettaglio, i risultati conseguiti:

 

  • 57 controlli effettuati;
  • 7 ispezioni in mare a unità da diporto e unità da pesca adibite al sistema strascico e draga idraulica;
  • 9 ispezioni a unità da pesca in porto e/o allo sbarco;
  • 14 ispezioni al commercio al dettaglio;
  • 6 ispezioni al commercio all'ingrosso e/o della grande distribuzione;
  • 7 ispezioni a mercati ittici;
  • 3 veicoli adibiti al trasporto ittico;
  • 5 sequestri amministrativi per un totale di 8 QUINTALI circa di prodotto ittico sequestrato;
  • 11 sanzioni amministrative comminate per un totale di € 19.333;

La Guardia Costiera proseguirà senza interruzione le proprie attività di vigilanza a tutela del consumatore e delle risorse ittiche, attraverso una costante presenza sul territorio con la verifica delle condizioni igienico sanitarie del prodotto ittico, la repressione di frodi in commercio e/o di informazioni ingannevoli, la presenza della documentazione comprovante la completa tracciabilità in ogni fase della commercializzazione e il controllo della corretta etichettatura delle partite ittiche; sforzi finalizzati ad evitare che sulle tavole dei consumatori possano finire prodotti potenzialmente nocivi alla salute pubblica.


25/03/2022 Venezia Eventi

MAXI SEQUESTRO DELLA GUARDIA COSTIERA – SEQUESTRATI 8 QUINTALI DI PRODOTTI ITTICI SCADUTI E NON TRACCIATI DURANTE L'OPERAZIONE COMPLESSA REGIONALE "VARUNA"
Si è conclusa, nella giornata di venerdì 25 marzo, una complessa operazione di polizia a livello interregionale in materia di tutela della risorsa ittica, che ha visto impegnati circa 40 militari e 4 motovedette appartenenti ai comandi della guardia costiera del veneto, sotto il coordinamento del 9° Centro regionale di controllo area pesca (C.C.A.P.) del Reparto operativo della Direzione marittima di Venezia. L'operazione "Varuna" ha avuto come obiettivo principale la verifica della detenzione e commercio di esemplari di pesce spada e tonno alalunga sottomisura o catturati nel Mediterraneo in periodo di divieto (1 gennaio – 31 marzo) e in generale il contrasto alla pesca illegale e il controllo del commercio di prodotti ittici lungo l'intera filiera (ingrosso dettaglio e grande distribuzione organizzata), nel rispetto dell'attuale periodo emergenziale dovuto al Covid 19. Si è poi prestato particolare attenzione alla verifica della regolare etichettatura delle partite ittiche ai fini della tracciabilità obbligatorie in ogni fase della commercializzazione, dalla cattura/sbarco alla vendita/somministrazione al consumatore finale e all'attuazione delle procedure di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP e del rispetto delle norme igienico-sanitarie di carattere generale ai fini della sicurezza alimentare.
Le ispezioni condotte a terra hanno rilevato la detenzione e il commercio di prodotti ittici di varie specie sprovvisti di idonea etichettatura e delle informazioni minime di tracciabilità, obbligatorie in ogni fase della commercializzazione, dalla cattura/raccolta alla vendita e somministrazione al consumatore finale. Inoltre, all'interno di uno stabilimento all'ingrosso in provincia di Bergamo si riscontrava l'omissione e/o la non corretta applicazione delle procedure di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP, per quanto attinente la mancata attuazione di azioni correttive per la gestione dei prodotti ittici scaduti e riportanti termine minimo di conservazione superato di validità - prodotti prontamente sottoposti a sequestro amministrativo e avviati contestualmente alla distruzione/smaltimento.
Durante le attività veniva, inoltre, rinvenuta la documentazione commerciale attestante l'acquisto di svariati esemplari di pesce spada di provenienza mediterranea commercializzati in più occasioni in periodo di divieto.
 
Si illustrano di seguito nel dettaglio, i risultati conseguiti:

 

  • 57 controlli effettuati;
  • 7 ispezioni in mare a unità da diporto e unità da pesca adibite al sistema strascico e draga idraulica;
  • 9 ispezioni a unità da pesca in porto e/o allo sbarco;
  • 14 ispezioni al commercio al dettaglio;
  • 6 ispezioni al commercio all'ingrosso e/o della grande distribuzione;
  • 7 ispezioni a mercati ittici;
  • 3 veicoli adibiti al trasporto ittico;
  • 5 sequestri amministrativi per un totale di 8 QUINTALI circa di prodotto ittico sequestrato;
  • 11 sanzioni amministrative comminate per un totale di € 19.333;

La Guardia Costiera proseguirà senza interruzione le proprie attività di vigilanza a tutela del consumatore e delle risorse ittiche, attraverso una costante presenza sul territorio con la verifica delle condizioni igienico sanitarie del prodotto ittico, la repressione di frodi in commercio e/o di informazioni ingannevoli, la presenza della documentazione comprovante la completa tracciabilità in ogni fase della commercializzazione e il controllo della corretta etichettatura delle partite ittiche; sforzi finalizzati ad evitare che sulle tavole dei consumatori possano finire prodotti potenzialmente nocivi alla salute pubblica.


Eventi

Immagine segnaposto

RIENTRA NELLA SEDE DI VENEZIA LA VEDETTA CP 287 DOPO PIU’ DI TRE MESI DI MISSIONE A PANTELLERIA

Immagine segnaposto

MAXI OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA DEL VENETO, SEQUESTRATE OLTRE 8 TONNELLATE DI PRODOTTI ITTICI DURANTE L’OPERAZIONE COMPLESSA NAZIONALE “SENZA TRACCIA”

Immagine segnaposto

CRASH DI UN ELICOTTERO A TREPORTI, MA E’ L’ESERCITAZIONE

Immagine segnaposto

TRAGHETTO URTA LA BANCHINA A FUSINA DURANTE L’ORMEGGIO

Venezia

Immagine segnaposto

RIENTRA NELLA SEDE DI VENEZIA LA VEDETTA CP 287 DOPO PIU’ DI TRE MESI DI MISSIONE A PANTELLERIA

Immagine segnaposto

MAXI OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA DEL VENETO, SEQUESTRATE OLTRE 8 TONNELLATE DI PRODOTTI ITTICI DURANTE L’OPERAZIONE COMPLESSA NAZIONALE “SENZA TRACCIA”

Immagine segnaposto

CRASH DI UN ELICOTTERO A TREPORTI, MA E’ L’ESERCITAZIONE

Immagine segnaposto

TRAGHETTO URTA LA BANCHINA A FUSINA DURANTE L’ORMEGGIO