​AVARIA DI UNA NAVE DIRETTA A MARGHERA, NESSUNA CONSEGUENZA PER LA SICUREZZA

Alle 07:00 di questa mattina, circa, la nave BEHCET C, di bandiera Panama e di 160 metri di lunghezza, nel corso del transito del canale di Malamocco in direzione di Porto Marghera, all'altezza di Dogaletto, subiva un black-out alle macchine. Informata la Capitaneria, che provvedeva a monitorare la situazione anche in relazione alle altre navi presenti nel canale, e grazie all'intervento del pilota della locale Corporazione, presente a bordo, e dei due rimorchiatori in assistenza, il mercantile veniva riposizionato in asse con il canale e dava fondo alle ancore fermandosi, senza subire alcun incaglio. Le due navi che seguivano nel convoglio in entrata in porto, opportunamente distanziate, secondo quanto prevede l'ordinanza 175/2009 della Capitaneria di porto di Venezia, contenente il Regolamento di sicurezza portuale ed assistite dai piloti del porto e dai rimorchiatori, mantenevano frattanto la posizione, in modo da evitare eventuali avvicinamenti alla BEHCET C. Poco prima delle 08:00, l'equipaggio del mercantile risolveva il black-out in macchina e la nave poteva procedere all'ormeggio presso il terminal Transped, per scaricare materiale ferroso, ed il traffico del convoglio in entrata riprendeva regolarmente. Sul luogo interveniva la dipendente motovedetta CP 833 per verificare che in zona non si fosse verificata alcuna forma di inquinamento. Contestualmente, il servizio nostromo della Capitaneria procedeva a salire a bordo per i primi accertamenti, che saranno seguiti da una visita del nucleo specializzato nella sicurezza della navigazione della Capitaneria (Port State Control – PSC).


29/09/2021 Venezia Eventi

​AVARIA DI UNA NAVE DIRETTA A MARGHERA, NESSUNA CONSEGUENZA PER LA SICUREZZA

Alle 07:00 di questa mattina, circa, la nave BEHCET C, di bandiera Panama e di 160 metri di lunghezza, nel corso del transito del canale di Malamocco in direzione di Porto Marghera, all'altezza di Dogaletto, subiva un black-out alle macchine. Informata la Capitaneria, che provvedeva a monitorare la situazione anche in relazione alle altre navi presenti nel canale, e grazie all'intervento del pilota della locale Corporazione, presente a bordo, e dei due rimorchiatori in assistenza, il mercantile veniva riposizionato in asse con il canale e dava fondo alle ancore fermandosi, senza subire alcun incaglio. Le due navi che seguivano nel convoglio in entrata in porto, opportunamente distanziate, secondo quanto prevede l'ordinanza 175/2009 della Capitaneria di porto di Venezia, contenente il Regolamento di sicurezza portuale ed assistite dai piloti del porto e dai rimorchiatori, mantenevano frattanto la posizione, in modo da evitare eventuali avvicinamenti alla BEHCET C. Poco prima delle 08:00, l'equipaggio del mercantile risolveva il black-out in macchina e la nave poteva procedere all'ormeggio presso il terminal Transped, per scaricare materiale ferroso, ed il traffico del convoglio in entrata riprendeva regolarmente. Sul luogo interveniva la dipendente motovedetta CP 833 per verificare che in zona non si fosse verificata alcuna forma di inquinamento. Contestualmente, il servizio nostromo della Capitaneria procedeva a salire a bordo per i primi accertamenti, che saranno seguiti da una visita del nucleo specializzato nella sicurezza della navigazione della Capitaneria (Port State Control – PSC).


Eventi

Immagine segnaposto

RIENTRA NELLA SEDE DI VENEZIA LA VEDETTA CP 287 DOPO PIU’ DI TRE MESI DI MISSIONE A PANTELLERIA

Immagine segnaposto

MAXI OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA DEL VENETO, SEQUESTRATE OLTRE 8 TONNELLATE DI PRODOTTI ITTICI DURANTE L’OPERAZIONE COMPLESSA NAZIONALE “SENZA TRACCIA”

Immagine segnaposto

CRASH DI UN ELICOTTERO A TREPORTI, MA E’ L’ESERCITAZIONE

Immagine segnaposto

TRAGHETTO URTA LA BANCHINA A FUSINA DURANTE L’ORMEGGIO

Venezia

Immagine segnaposto

RIENTRA NELLA SEDE DI VENEZIA LA VEDETTA CP 287 DOPO PIU’ DI TRE MESI DI MISSIONE A PANTELLERIA

Immagine segnaposto

MAXI OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA DEL VENETO, SEQUESTRATE OLTRE 8 TONNELLATE DI PRODOTTI ITTICI DURANTE L’OPERAZIONE COMPLESSA NAZIONALE “SENZA TRACCIA”

Immagine segnaposto

CRASH DI UN ELICOTTERO A TREPORTI, MA E’ L’ESERCITAZIONE

Immagine segnaposto

TRAGHETTO URTA LA BANCHINA A FUSINA DURANTE L’ORMEGGIO