Mappa del sito

Stampa

Nella mattinata odierna la Guardia Costiera di Torre del Greco ha portato a conclusione un'operazione di polizia marittima a tutela della balneazione e dell'ambiente marino.

A seguito di segnalazione della titolare del Lido Smeraldo di Torre del Greco, veniva infatti accertata la presenza di una rete non consentita della lunghezza di circa 300 metri impigliata sulla scogliera artificiale posta all'inizio della litoranea di Torre del Greco.

La c.d. "rete fantasma", in quanto abbandonata e probabilmente alla deriva da qualche giorno a causa delle condizioni meteomarine avverse, creava un pericolo per la balneazione e pertanto lo specchio acqueo interessato è stato interdetto con l'ausilio degli assistenti bagnanti dello stabilimento balneare.

Il personale della Guardia Costiera, impegnato nell'ambito dell'Operazione Mare Sicuro, procedeva al recupero tempestivo della rete, liberando il pescato presente, ripristinando così le condizioni di sicurezza per i bagnanti ed al tempo stesso eliminando un fattore di rischio per la sopravvivenza della flora e fauna marina, nonché l'ennesimo rifiuto di materiale plastico che inquina i nostri mari.


01/08/2019 Scelta n. 1

Nella mattinata odierna la Guardia Costiera di Torre del Greco ha portato a conclusione un'operazione di polizia marittima a tutela della balneazione e dell'ambiente marino.

A seguito di segnalazione della titolare del Lido Smeraldo di Torre del Greco, veniva infatti accertata la presenza di una rete non consentita della lunghezza di circa 300 metri impigliata sulla scogliera artificiale posta all'inizio della litoranea di Torre del Greco.

La c.d. "rete fantasma", in quanto abbandonata e probabilmente alla deriva da qualche giorno a causa delle condizioni meteomarine avverse, creava un pericolo per la balneazione e pertanto lo specchio acqueo interessato è stato interdetto con l'ausilio degli assistenti bagnanti dello stabilimento balneare.

Il personale della Guardia Costiera, impegnato nell'ambito dell'Operazione Mare Sicuro, procedeva al recupero tempestivo della rete, liberando il pescato presente, ripristinando così le condizioni di sicurezza per i bagnanti ed al tempo stesso eliminando un fattore di rischio per la sopravvivenza della flora e fauna marina, nonché l'ennesimo rifiuto di materiale plastico che inquina i nostri mari.


Scelta n. 1

Immagine segnaposto

Candidati Ammessi IMO - Dicembre 2022

Immagine segnaposto

AVVISO BANDO DI NUOTO E VOGA IV° TRIMESTRE - NOVEMBRE 2022

Immagine segnaposto

AVVISO BANDO DI NUOTO E VOGA IV° TRIMESTRE - NOVEMBRE 2022-

Immagine segnaposto

ELENCO CANDITATI ESAME PATENTE NAUTICHE NOVEMBRE 2022