Mappa del sito

Stampa

Nella mattinata di mercoledì 20 novembre il personale della Guardia Costiera di Torre del Greco, nell'ambito delle consuete attività di controllo della filiera della pesca a tutela degli stock ittici e del consumatore, ha contestato ad una nota pescheria del luogo la detenzione e commercializzazione di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione.

L'intervento congiunto con il personale medico Veterinario dell'Area B  -  A.S.L. Napoli 3 Sud e Polizia Locale ha evidenziato l'illecito possesso di un ingente quantitativo di polipi e gamberi mal conservati per un totale di circa 220 Kg, per gran parte dei quali, tra l'altro, non è stato possibile dimostrarne la provenienza.

Al deferimento dei trasgressori alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata è seguito il sequestro e la distruzione del prodotto, in quanto giudicato non idoneo per il consumo umano.

La non tracciabilità e la scorretta conservazione del pescato, sovente di provenienza illecita, rende il prodotto ittico altamente pericoloso per il consumatore, spesso ignaro della nocività e convinto di consumare un alimento fresco ed appena pescato.

L'attività di contrasto alla pesca e alla commercializzazione illegale o irregolare proseguirà e sarà intensificata, in occasione delle festività natalizie, per garantire la sicurezza alimentare del consumatore.


07/01/2019 Torre del Greco

Nella mattinata di mercoledì 20 novembre il personale della Guardia Costiera di Torre del Greco, nell'ambito delle consuete attività di controllo della filiera della pesca a tutela degli stock ittici e del consumatore, ha contestato ad una nota pescheria del luogo la detenzione e commercializzazione di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione.

L'intervento congiunto con il personale medico Veterinario dell'Area B  -  A.S.L. Napoli 3 Sud e Polizia Locale ha evidenziato l'illecito possesso di un ingente quantitativo di polipi e gamberi mal conservati per un totale di circa 220 Kg, per gran parte dei quali, tra l'altro, non è stato possibile dimostrarne la provenienza.

Al deferimento dei trasgressori alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata è seguito il sequestro e la distruzione del prodotto, in quanto giudicato non idoneo per il consumo umano.

La non tracciabilità e la scorretta conservazione del pescato, sovente di provenienza illecita, rende il prodotto ittico altamente pericoloso per il consumatore, spesso ignaro della nocività e convinto di consumare un alimento fresco ed appena pescato.

L'attività di contrasto alla pesca e alla commercializzazione illegale o irregolare proseguirà e sarà intensificata, in occasione delle festività natalizie, per garantire la sicurezza alimentare del consumatore.


Torre del Greco

Immagine segnaposto

LE FESTIVITA’ NATALIZIE DELLA GUARDIA COSTIERA ALL’ INSEGNA DELLA TUTELA DELLA SALUTE DEI CONSUMATORI

Immagine segnaposto

CONTROLLI SULLA FILIERA DELLA PESCA DELLA GUARDIA COSTIERA ALL’INSEGNA DELLA TUTELA DELLA SALUTE DEI CONSUMATORI.

Immagine segnaposto

CONVEGNO I GIOVANI E IL MARE