Nel tardo pomeriggio di ieri, la Guardia Costiera di Termoli è intervenuta nei pressi della foce del torrente Saccione, ricadente nel territorio del comune di Campomarino, dove era stata segnalata la presenza di attrezzi da pesca illecitamente posizionati.

A seguito degli accertamenti svolti, il personale militare intervenuto ha proceduto al sequestro di circa 150 mt. di rete da posta posizionata in prossimità della riva.

La pesca sportiva ricreativa effettuata con attrezzi e modalità non consentite, arreca un grave danno all'ecosistema ed alla pesca professionale, per questo motivo l'attività di vigilanza posta in essere dalla Guardia Costiera di Termoli proseguirà su tutto il litorale di giurisdizione al fine di contrastare abusi ed illeciti.


09/10/2020 Termoli

Nel tardo pomeriggio di ieri, la Guardia Costiera di Termoli è intervenuta nei pressi della foce del torrente Saccione, ricadente nel territorio del comune di Campomarino, dove era stata segnalata la presenza di attrezzi da pesca illecitamente posizionati.

A seguito degli accertamenti svolti, il personale militare intervenuto ha proceduto al sequestro di circa 150 mt. di rete da posta posizionata in prossimità della riva.

La pesca sportiva ricreativa effettuata con attrezzi e modalità non consentite, arreca un grave danno all'ecosistema ed alla pesca professionale, per questo motivo l'attività di vigilanza posta in essere dalla Guardia Costiera di Termoli proseguirà su tutto il litorale di giurisdizione al fine di contrastare abusi ed illeciti.


Termoli

Immagine segnaposto

Esercitazione antincendio nel porto di Termoli

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Termoli incontra la stampa locale

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Polizia Municipale di Termoli conclusa la rimozione dei natanti in abbandono

Immagine segnaposto

Controlli sulla filiera della pesca - Operazione complessa denominata “Xiphias”