​GUARDIA COSTIERA - MAXI SEQUESTRO DI BIANCHETTO  A NOVA SIRI (MT)

Nella mattinata 10 dicembre , nell'ambito dell'attività di tutela delle risorse ittiche, il personale  della Guardia Costiera di Policoro, sotto la direzione del Capitano di Vascello (CP) Giorgio CASTRONUOVO, Comandante della Guardia Costiera di Taranto,  ha eseguito attività di controllo lungo il litorale tesa al contrasto della pesca illegale del bianchetto che, nonostante i divieti imposti dal legislatore comunitario, continua ad essere perpetuata da talune categorie di persone di massima provenienti dalla Calabria jonica.

Le attività di controllo hanno consentito e portato a sorprendere alcuni pescatori dediti alla pesca abusiva del bianchetto (così chiamata la sardina allo stadio neonato, al di sotto della taglia minima consentita) e nello sbarco di diverse cassettine di polistirolo in cui era stato sistemato il prodotto ittico frutto dell'attività fraudolenta, avvenuto mediante l'utilizzo di una particolare rete da pesca, cosiddetta sciabica, dotata di sacco terminale a maglie strettissime che rende impossibile selettività delle specie ittiche che vi entrano, con i conseguenti danni per le risorse biologiche marine.

Le verifiche eseguite hanno portato al sequestro di mezza tonnellata circa di bianchetto nonché a comminare sanzioni amministrative per 25.000 euro a carico dei responsabili della violazione.

Considerate le attuali norme poste a tutela delle ittiche, si raccomanda coloro abbiano intenzione di esercitare la pesca sportiva di assumere pressi gli uffici della Capitaneria di Porto tutte le informazioni utili per la sua regolare pratica (tempi, modalità, attrezzi consentiti, limiti quantitativi, ecc…) al fine di non incorrere, anche inconsapevolmente, in sanzioni dovute a comportamenti antigiuridici.

10/12/2019 Taranto Eventi

​GUARDIA COSTIERA - MAXI SEQUESTRO DI BIANCHETTO  A NOVA SIRI (MT)

Nella mattinata 10 dicembre , nell'ambito dell'attività di tutela delle risorse ittiche, il personale  della Guardia Costiera di Policoro, sotto la direzione del Capitano di Vascello (CP) Giorgio CASTRONUOVO, Comandante della Guardia Costiera di Taranto,  ha eseguito attività di controllo lungo il litorale tesa al contrasto della pesca illegale del bianchetto che, nonostante i divieti imposti dal legislatore comunitario, continua ad essere perpetuata da talune categorie di persone di massima provenienti dalla Calabria jonica.

Le attività di controllo hanno consentito e portato a sorprendere alcuni pescatori dediti alla pesca abusiva del bianchetto (così chiamata la sardina allo stadio neonato, al di sotto della taglia minima consentita) e nello sbarco di diverse cassettine di polistirolo in cui era stato sistemato il prodotto ittico frutto dell'attività fraudolenta, avvenuto mediante l'utilizzo di una particolare rete da pesca, cosiddetta sciabica, dotata di sacco terminale a maglie strettissime che rende impossibile selettività delle specie ittiche che vi entrano, con i conseguenti danni per le risorse biologiche marine.

Le verifiche eseguite hanno portato al sequestro di mezza tonnellata circa di bianchetto nonché a comminare sanzioni amministrative per 25.000 euro a carico dei responsabili della violazione.

Considerate le attuali norme poste a tutela delle ittiche, si raccomanda coloro abbiano intenzione di esercitare la pesca sportiva di assumere pressi gli uffici della Capitaneria di Porto tutte le informazioni utili per la sua regolare pratica (tempi, modalità, attrezzi consentiti, limiti quantitativi, ecc…) al fine di non incorrere, anche inconsapevolmente, in sanzioni dovute a comportamenti antigiuridici.

Eventi

Immagine segnaposto

TARANTO: SCOPERTA E SEQUESTRATA UNA DISCARICA ABUSIVA

Immagine segnaposto

Taranto, Polizia e Guardia Costiera scoprono bomba armi e droga: un arresto

Immagine segnaposto

Controlli congiunti della Guardia Costiera, Polizia di Stato ed Asl di Taranto: sequestrati 91 Kg. di mitili di indubbia provenienza

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera sequestra e rigetta in mare più di 1500 ricci di mare prelevati abusivamente

Taranto

Immagine segnaposto

Maxi operazione della Guardia Costiera e Polizia di Stato: sequestrati quattro quintali di mitili non idonei per l'immissione in commercio

Immagine segnaposto

ATTIVITÀ DI CONTRASTO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTO ITTICO DI IGNOTA PROVENIENZA

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA: ALTRA MOTONAVE DA CARICO FERMATA DALLA CAPITANERIA DI PORTO DI TARANTO

Immagine segnaposto

Il Vice Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, On. Alessandro MORELLI, visita la sede della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Taranto