Nel corso della tarda serata di ieri, durante una ordinaria attività di controllo del territorio, personale dipendente dall'ufficio prevenzione generale soccorso pubblico sezione volanti della Polizia di Stato di Taranto, con l'ausilio del personale militare della Capitaneria Porto – Guardia Costiera di Taranto, individuavano alcune persone  intente a caricare all'interno di un furgone di colore blu cassette di polistirolo prelevate dall'interno di un locale situato nella città vecchia.

Il predetto personale procedeva quindi al controllo del mezzo all'interno del quale si rinvenivano numerose cassette di polistirolo di colore bianco contenenti circa un quintale di novellame di sarde-alici, specie ittica allo stato giovanile di cui è vietata la cattura, la detenzione e la commercializzazione.

Si procedeva quindi al sequestro penale del prodotto rinvenuto all'interno del mezzo alla cui guida risultava un soggetto originario del barese.

Successivamente gli Ufficiali/Agenti di P.G. si portavano all'interno del locale, risultato di proprietà di un tarantino, dal quale era stato appena prelevato il prodotto.

All'interno del locale, risultato in pessime condizioni igienico sanitarie,  congiuntamente al personale dell'ASL intervenuto, si rinveniva una cella frigorifera anch'essa in pessime condizioni igieniche, contenente numerose cassette di prodotto ittico di varia specie, pronto per la commercializzazione ma in pessimo stato di conservazione.

Si procedeva quindi al sequestro penale della cella frigorifera unitamente all'intero stok di prodotto ittico rinvenuto, per un  quantitativo di circa un quintale e mezzo, per cattivo stato di conservazione.

Tutto il prodotto ittico è stato distrutto perché considerato dal personale veterinario della locale ASL, di grave pregiudizio per la salute pubblica.

i soggetti responsabili dell'attività illecita sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria, prontamente informata dell'intera operazione.

L'operazione rientra nell'ambito della costante attività di controllo, prevenzione e repressione degli illeciti dell'intera filiera ittica, posta in essere a tutela della salute dei consumatori, in sinergia tra diverse Autorità/Forze di Polizia.

Comunicato stampa 07/2015

08/04/2015 Taranto Eventi

Nel corso della tarda serata di ieri, durante una ordinaria attività di controllo del territorio, personale dipendente dall'ufficio prevenzione generale soccorso pubblico sezione volanti della Polizia di Stato di Taranto, con l'ausilio del personale militare della Capitaneria Porto – Guardia Costiera di Taranto, individuavano alcune persone  intente a caricare all'interno di un furgone di colore blu cassette di polistirolo prelevate dall'interno di un locale situato nella città vecchia.

Il predetto personale procedeva quindi al controllo del mezzo all'interno del quale si rinvenivano numerose cassette di polistirolo di colore bianco contenenti circa un quintale di novellame di sarde-alici, specie ittica allo stato giovanile di cui è vietata la cattura, la detenzione e la commercializzazione.

Si procedeva quindi al sequestro penale del prodotto rinvenuto all'interno del mezzo alla cui guida risultava un soggetto originario del barese.

Successivamente gli Ufficiali/Agenti di P.G. si portavano all'interno del locale, risultato di proprietà di un tarantino, dal quale era stato appena prelevato il prodotto.

All'interno del locale, risultato in pessime condizioni igienico sanitarie,  congiuntamente al personale dell'ASL intervenuto, si rinveniva una cella frigorifera anch'essa in pessime condizioni igieniche, contenente numerose cassette di prodotto ittico di varia specie, pronto per la commercializzazione ma in pessimo stato di conservazione.

Si procedeva quindi al sequestro penale della cella frigorifera unitamente all'intero stok di prodotto ittico rinvenuto, per un  quantitativo di circa un quintale e mezzo, per cattivo stato di conservazione.

Tutto il prodotto ittico è stato distrutto perché considerato dal personale veterinario della locale ASL, di grave pregiudizio per la salute pubblica.

i soggetti responsabili dell'attività illecita sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria, prontamente informata dell'intera operazione.

L'operazione rientra nell'ambito della costante attività di controllo, prevenzione e repressione degli illeciti dell'intera filiera ittica, posta in essere a tutela della salute dei consumatori, in sinergia tra diverse Autorità/Forze di Polizia.

Comunicato stampa 07/2015

Eventi

Immagine segnaposto

TARANTO: SCOPERTA E SEQUESTRATA UNA DISCARICA ABUSIVA

Immagine segnaposto

Taranto, Polizia e Guardia Costiera scoprono bomba armi e droga: un arresto

Immagine segnaposto

Controlli congiunti della Guardia Costiera, Polizia di Stato ed Asl di Taranto: sequestrati 91 Kg. di mitili di indubbia provenienza

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera sequestra e rigetta in mare più di 1500 ricci di mare prelevati abusivamente

Taranto

Immagine segnaposto

Maxi operazione della Guardia Costiera e Polizia di Stato: sequestrati quattro quintali di mitili non idonei per l'immissione in commercio

Immagine segnaposto

Il Vice Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, On. Alessandro MORELLI, visita la sede della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Taranto

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA: TARANTO – NAVE SOTTOPOSTA A FERMO

Immagine segnaposto

Presentazione operazione Mare Sicuro 2021