​L'11 marzo è stato sottoscritto l'accordo quadro, per sviluppare e disciplinare rapporti di collaborazione sulle principali tematiche inerenti la gestione dell'Aerea marina protetta (AMP) di Capo Gallo, tra la Guardia Costiera di Palermo, in qualità di soggetto gestore pro-tempore della predetta AMP, e l'Università di Palermo, rappresentata dal Magnifico rettore Prof. Fabrizio Micari.

Il protocollo pone il sigillo ad un prezioso rapporto di collaborazione istituzionale, il quale ha la  finalità di realizzare, sotto il profilo scientifico, iniziative volte alla tutela, valorizzazione e promozione dell'AMP. L'intesa, infatti, si concretizzerà attraverso strategie volte alla divulgazione della conoscenza dell'ecologia e della biologia degli ambienti marini e costieri, nonché delle caratteristiche ambientali e geomorfologiche di queste aree.

In tale contesto, il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ed il mondo universitario hanno manifestato, nuovamente, il loro impegno a seguire specifici modelli di governance e proposte di sviluppo e gestione sostenibile, in linea con le strategie della Blue Growth Initiative.

Questo concetto è stato ribadito dal Magnifico Rettore, all'atto della firma dell'Accordo, con espressioni di viva soddisfazione per il formale avvio della citata collaborazione, ritenuta utile anche per gli orientamenti strategici dell'Ateneo palermitano che, da sempre, promuove le tematiche ambientali in aderenza alle politiche europee.

25/03/2021 Palermo Attività Eventi

​L'11 marzo è stato sottoscritto l'accordo quadro, per sviluppare e disciplinare rapporti di collaborazione sulle principali tematiche inerenti la gestione dell'Aerea marina protetta (AMP) di Capo Gallo, tra la Guardia Costiera di Palermo, in qualità di soggetto gestore pro-tempore della predetta AMP, e l'Università di Palermo, rappresentata dal Magnifico rettore Prof. Fabrizio Micari.

Il protocollo pone il sigillo ad un prezioso rapporto di collaborazione istituzionale, il quale ha la  finalità di realizzare, sotto il profilo scientifico, iniziative volte alla tutela, valorizzazione e promozione dell'AMP. L'intesa, infatti, si concretizzerà attraverso strategie volte alla divulgazione della conoscenza dell'ecologia e della biologia degli ambienti marini e costieri, nonché delle caratteristiche ambientali e geomorfologiche di queste aree.

In tale contesto, il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ed il mondo universitario hanno manifestato, nuovamente, il loro impegno a seguire specifici modelli di governance e proposte di sviluppo e gestione sostenibile, in linea con le strategie della Blue Growth Initiative.

Questo concetto è stato ribadito dal Magnifico Rettore, all'atto della firma dell'Accordo, con espressioni di viva soddisfazione per il formale avvio della citata collaborazione, ritenuta utile anche per gli orientamenti strategici dell'Ateneo palermitano che, da sempre, promuove le tematiche ambientali in aderenza alle politiche europee.

Eventi

Immagine segnaposto

IL COMANDANTE GENERALE INCONTRA IL PERSONALE DELLA CALABRIA

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Mare Sicuro 2022 - Con l’estate al via l’operazione della Guardia Costiera a tutela dei cittadini e del mare

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma

Palermo

Immagine segnaposto

Ferragosto: incontro operativo del Comandante Generale con i comandi regionali della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale alla Direzione Marittima della Sicilia occidentale

Immagine segnaposto

La Città di Palermo conferisce la Cittadinanza Onoraria alla Guardia Costiera