Lo scorso 5 maggio, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera a Roma, è stato rinnovato il Protocollo d'intesa tra il Comando Generale, rappresentato dal Contrammiraglio Massimo Seno - Capo del Reparto Affari giuridici e Servizi d'istituto e l'Unione Italiana Vela Solidale, nella persona del suo Presidente, il dott. Ubaldo Lucci.

La sottoscrizione del protocollo consolida uno stretto rapporto di collaborazione e fiducia tra le due organizzazioni, instauratosi fin dal 2014, che ha consentito, grazie alle numerose iniziative svolte in questi anni, di sviluppare forme di raccordo sinergico volte a promuovere e sostenere progetti di educazione, qualificazione e riabilitazione, centrati sulle attività marittime, in favore di persone con disabilità e svantaggio sociale.

In particolare, la virtuosa collaborazione consentirà di dar corso - sia a livello centrale, sia periferico, con Unione Italiana Vela Solidale - alla realizzazione del progetto di ricerca denominato "Il mare per tutti. Portolano alternativo dei mari italiani", avente come scopo prioritario la mappatura dei porti italiani secondo i principi della accessibilità, così come definita per legge."

17/05/2022 Roma Eventi


Lo scorso 5 maggio, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera a Roma, è stato rinnovato il Protocollo d'intesa tra il Comando Generale, rappresentato dal Contrammiraglio Massimo Seno - Capo del Reparto Affari giuridici e Servizi d'istituto e l'Unione Italiana Vela Solidale, nella persona del suo Presidente, il dott. Ubaldo Lucci.

La sottoscrizione del protocollo consolida uno stretto rapporto di collaborazione e fiducia tra le due organizzazioni, instauratosi fin dal 2014, che ha consentito, grazie alle numerose iniziative svolte in questi anni, di sviluppare forme di raccordo sinergico volte a promuovere e sostenere progetti di educazione, qualificazione e riabilitazione, centrati sulle attività marittime, in favore di persone con disabilità e svantaggio sociale.

In particolare, la virtuosa collaborazione consentirà di dar corso - sia a livello centrale, sia periferico, con Unione Italiana Vela Solidale - alla realizzazione del progetto di ricerca denominato "Il mare per tutti. Portolano alternativo dei mari italiani", avente come scopo prioritario la mappatura dei porti italiani secondo i principi della accessibilità, così come definita per legge."

Eventi

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Mare Sicuro 2022 - Con l’estate al via l’operazione della Guardia Costiera a tutela dei cittadini e del mare

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Catania all'Etna Comics

Roma

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato il protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e associazione MedSharks

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma

Immagine segnaposto

Al Comando generale il 1° incontro per lo sviluppo del progetto “5G Maritime Autonomous Surface Ships”