Lo scorso 19 agosto, nell'ambito della 32ª edizione della manifestazione "Festambiente", il festival internazionale dedicato all'ecologia e alla solidarietà, organizzato da Legambiente a Rispescia, un comune della provincia di Grosseto, sito  all'interno del Parco naturale regionale della Maremma, la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Salerno ha ricevuto il "Premio nazionale ambiente e legalità 2020".

Il prestigioso riconoscimento, assegnato annualmente, intende onorare l'impegno sociale e civile di Istituzioni, Forze dell'Ordine, magistrati, giornalisti, imprenditori e cittadini che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale. Il riconoscimento è stato consegnato al Capitano di Vascello Daniele Di Guardo, Comandante della Capitaneria di porto di Salerno, per i risultati conseguiti nell'ambito dell'attività istituzionale di contrasto alle varie forme di criminalità ambientale, intesa nelle più ampie accezioni di lotta alla pesca illecita, contrasto all'uso di reti illegali, ormeggi abusivi e, con particolare menzione all'operazione che ha visto la Guardia Costiera di Salerno in prima linea nella repressione delle attività illegali di commercializzazione del corallo rosso, una specie a rischio di estinzione, assai preziosa per la conservazione dell'habitat del Mediterraneo.

Il Comandante Di Guardo, nel ricevere l'importante premio, ha osservato come lo stesso renda merito alla dedizione e alla passione con cui gli uomini e le donne del Corpo, ben oltre la propria missione istituzionale, operano quotidianamente in favore della collettività e, con essa, a tutela dell'ambiente marino e costiero che ne costituisce patrimonio comune. 

26/08/2020 Rispescia Attività Eventi

Lo scorso 19 agosto, nell'ambito della 32ª edizione della manifestazione "Festambiente", il festival internazionale dedicato all'ecologia e alla solidarietà, organizzato da Legambiente a Rispescia, un comune della provincia di Grosseto, sito  all'interno del Parco naturale regionale della Maremma, la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Salerno ha ricevuto il "Premio nazionale ambiente e legalità 2020".

Il prestigioso riconoscimento, assegnato annualmente, intende onorare l'impegno sociale e civile di Istituzioni, Forze dell'Ordine, magistrati, giornalisti, imprenditori e cittadini che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale. Il riconoscimento è stato consegnato al Capitano di Vascello Daniele Di Guardo, Comandante della Capitaneria di porto di Salerno, per i risultati conseguiti nell'ambito dell'attività istituzionale di contrasto alle varie forme di criminalità ambientale, intesa nelle più ampie accezioni di lotta alla pesca illecita, contrasto all'uso di reti illegali, ormeggi abusivi e, con particolare menzione all'operazione che ha visto la Guardia Costiera di Salerno in prima linea nella repressione delle attività illegali di commercializzazione del corallo rosso, una specie a rischio di estinzione, assai preziosa per la conservazione dell'habitat del Mediterraneo.

Il Comandante Di Guardo, nel ricevere l'importante premio, ha osservato come lo stesso renda merito alla dedizione e alla passione con cui gli uomini e le donne del Corpo, ben oltre la propria missione istituzionale, operano quotidianamente in favore della collettività e, con essa, a tutela dell'ambiente marino e costiero che ne costituisce patrimonio comune. 

Eventi

Immagine segnaposto

Siglato un protocollo d’intesa tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e la Luiss, Libera Università Internazionale di Studi Sociali “Guido Carli”

Immagine segnaposto

Il Comandante Interregionale dell’Italia centrale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d'Armata in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

Visita degli Ammiragli Lolli e Piccolo al Comando Generale

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale consegna il premio “Mare Pulito Bruno Giordano”