Lo scorso 21 novembre, Nave Bruno Gregoretti della Guardia Costiera Italiana, impegnata in una missione internazionale nelle acque del Mar Mediterraneo orientale, ha effettuato una sosta operativa a Larnaca, nella Repubblica di Cipro.

L'impiego in attività operativa internazionale della Nave Gregoretti, sotto il coordinamento dell'Agenzia Europea di Controllo Pesca (EFCA), mira a rafforzare la cooperazione tra gli Stati Membri dell'Unione Europea, nell'ambito della lotta alla pesca illegale, una delle più grandi minacce per gli ecosistemi marini che rischia di vanificare gli sforzi nazionali e regionali a sostegno della biodiversità marina.

In occasione della sosta cipriota, l'unità italiana ha ricevuto a bordo la visita dell'Ambasciatore d'Italia a Cipro, Andrea Cavallari, che è stato accolto dal Comandante della nave, Tenente di Vascello Salvatore Malaponti.

All'incontro hanno preso parte anche Mr. Andreas Eliades (Consigliere Diplomatico del Ministro della Difesa), Mrs. Marina Argyrou (Direttore del Dipartimento della Pesca del Ministero dell'Agricoltura, dello sviluppo rurale e dell'Ambiente), il Capitano di Fregata Ivan Savarese dell'Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale della Guardia Costiera italiana, il Capitano di Fregata Minas Solomonides della Marina Militare Cipriota ed il Capitano di Corvetta (Marina Cipriota) Andreas Charalambides, Comandante del Joint Rescue Coordination Center (JRCC) di Larnaca.

Nell'occasione, l'Ambasciatore ha espresso parole di vivo apprezzamento per l'impegno della Guardia Costiera Italiana nelle molteplici attività istituzionali, con particolare riguardo all'attività di ricerca e soccorso in mare, oltreché alla vigilanza sulle attività di pesca e all'azione di contrasto all'inquinamento ambientale marino e costiero.

L'incontro con l'ambasciatore e gli altri illustri ospiti è poi proseguito con la conoscenza dell'Unità, delle sue capacità operative e delle tecnologie di cui essa dispone.

Nel corso della sosta nel porto di Larnaca non sono mancati anche incontri bilaterali tra la Guardia Costiera Italiana e il Joint Rescue Coordination Center Cipriota, in chiave di confronto sinergico sulle reciproche esperienze e capacità operative, con la finalità di rafforzare la cooperazione internazionale tra le due Organizzazioni, unite da obiettivi e interessi comuni.

In tale ottica, Nave Gregoretti ha preso parte, il successivo 23 novembre, ad un'esercitazione congiunta di ricerca e soccorso (SAREX), organizzata dal Joint Rescue Coordination Center di Larnaca nelle acque antistanti l'isola di Cipro, nell'ambito della quale, grazie anche al coinvolgimento di un elicottero AW139 della polizia cipriota è stata simulata l'evacuazione medica di un infortunato.

25/11/2021 Cipro Attività

Lo scorso 21 novembre, Nave Bruno Gregoretti della Guardia Costiera Italiana, impegnata in una missione internazionale nelle acque del Mar Mediterraneo orientale, ha effettuato una sosta operativa a Larnaca, nella Repubblica di Cipro.

L'impiego in attività operativa internazionale della Nave Gregoretti, sotto il coordinamento dell'Agenzia Europea di Controllo Pesca (EFCA), mira a rafforzare la cooperazione tra gli Stati Membri dell'Unione Europea, nell'ambito della lotta alla pesca illegale, una delle più grandi minacce per gli ecosistemi marini che rischia di vanificare gli sforzi nazionali e regionali a sostegno della biodiversità marina.

In occasione della sosta cipriota, l'unità italiana ha ricevuto a bordo la visita dell'Ambasciatore d'Italia a Cipro, Andrea Cavallari, che è stato accolto dal Comandante della nave, Tenente di Vascello Salvatore Malaponti.

All'incontro hanno preso parte anche Mr. Andreas Eliades (Consigliere Diplomatico del Ministro della Difesa), Mrs. Marina Argyrou (Direttore del Dipartimento della Pesca del Ministero dell'Agricoltura, dello sviluppo rurale e dell'Ambiente), il Capitano di Fregata Ivan Savarese dell'Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale della Guardia Costiera italiana, il Capitano di Fregata Minas Solomonides della Marina Militare Cipriota ed il Capitano di Corvetta (Marina Cipriota) Andreas Charalambides, Comandante del Joint Rescue Coordination Center (JRCC) di Larnaca.

Nell'occasione, l'Ambasciatore ha espresso parole di vivo apprezzamento per l'impegno della Guardia Costiera Italiana nelle molteplici attività istituzionali, con particolare riguardo all'attività di ricerca e soccorso in mare, oltreché alla vigilanza sulle attività di pesca e all'azione di contrasto all'inquinamento ambientale marino e costiero.

L'incontro con l'ambasciatore e gli altri illustri ospiti è poi proseguito con la conoscenza dell'Unità, delle sue capacità operative e delle tecnologie di cui essa dispone.

Nel corso della sosta nel porto di Larnaca non sono mancati anche incontri bilaterali tra la Guardia Costiera Italiana e il Joint Rescue Coordination Center Cipriota, in chiave di confronto sinergico sulle reciproche esperienze e capacità operative, con la finalità di rafforzare la cooperazione internazionale tra le due Organizzazioni, unite da obiettivi e interessi comuni.

In tale ottica, Nave Gregoretti ha preso parte, il successivo 23 novembre, ad un'esercitazione congiunta di ricerca e soccorso (SAREX), organizzata dal Joint Rescue Coordination Center di Larnaca nelle acque antistanti l'isola di Cipro, nell'ambito della quale, grazie anche al coinvolgimento di un elicottero AW139 della polizia cipriota è stata simulata l'evacuazione medica di un infortunato.

Attività

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale a Londra per una serie di incontri istituzionali

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra i Vertici delle agenzie europee

Immagine segnaposto

Concluso il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all’abilitazione al Comando delle navi maggiori del Corpo.