Mercoledì 8 maggio, presso la sede del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha avuto luogo la sottoscrizione di una lettera di intenti tra il Ministero ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. Protagonisti di questo momento il Ministro Marco Bussetti e l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che con tale iniziativa hanno dato vita al rafforzamento e l'istituzionalizzazione della collaborazione nelle attività rivolte all'organizzazione e  valorizzazione della "Giornata del Mare", che ricade il giorno 11 aprile di ogni anno.

Con le modifiche al Codice della Nautica da diporto, il giorno 11 aprile è stato riconosciuto quale "Giornata del mare e della cultura marina" presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di sviluppare la consapevolezza del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

Quest'anno, l'attività svolta dalla Guardia Costiera lungo tutto il territorio nazionale, in collaborazione con il Miur, in occasione della "Giornata del Mare" ha coinvolto più di 17.000 studenti in conferenze, eventi ed iniziative, volte a diffondere la conoscenza del mare, preservare le tradizioni marinaresche oltre che a valorizzare e tutelare il patrimonio ambientale, culturale e storico legato al mare.

Il documento sottoscritto nella giornata di ieri è volto a rendere tale collaborazione maggiormente strutturata, con un piano d'azione puntuale per la valorizzazione delle future "Giornate del mare", attraverso il coinvolgimento di studenti e docenti di tutta Italia.

09/05/2019 Roma Attività Eventi

Mercoledì 8 maggio, presso la sede del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha avuto luogo la sottoscrizione di una lettera di intenti tra il Ministero ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. Protagonisti di questo momento il Ministro Marco Bussetti e l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che con tale iniziativa hanno dato vita al rafforzamento e l'istituzionalizzazione della collaborazione nelle attività rivolte all'organizzazione e  valorizzazione della "Giornata del Mare", che ricade il giorno 11 aprile di ogni anno.

Con le modifiche al Codice della Nautica da diporto, il giorno 11 aprile è stato riconosciuto quale "Giornata del mare e della cultura marina" presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di sviluppare la consapevolezza del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

Quest'anno, l'attività svolta dalla Guardia Costiera lungo tutto il territorio nazionale, in collaborazione con il Miur, in occasione della "Giornata del Mare" ha coinvolto più di 17.000 studenti in conferenze, eventi ed iniziative, volte a diffondere la conoscenza del mare, preservare le tradizioni marinaresche oltre che a valorizzare e tutelare il patrimonio ambientale, culturale e storico legato al mare.

Il documento sottoscritto nella giornata di ieri è volto a rendere tale collaborazione maggiormente strutturata, con un piano d'azione puntuale per la valorizzazione delle future "Giornate del mare", attraverso il coinvolgimento di studenti e docenti di tutta Italia.

Eventi

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di porto e dei 30 anni della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Visita della Commissione parlamentare Ecomafia alla Direzione Marittima del Veneto

Immagine segnaposto

Il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

A Messina il 1° Modulo navale di altura per secondi Capi Scelti

Roma

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di porto e dei 30 anni della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di Porto e dei 30 anni della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 2 luglio 2019