​Nella giornata di martedì 19 Febbraio, accolto dal Direttore Marittimo del Veneto Ammiraglio Piero Pellizzari, il Procuratore Vicario della Procura della Repubblica di Venezia Consigliere Adelchi d'Ippolito, ha fatto visita alla sede della Capitaneria di Porto, accompagnato dai Sostituti Procuratori Dr. Giorgio GAVA e Dr. Andrea PETRONI, Magistrati dell'Area "Ambiente".

Il Procuratore Vicario, durante la visita alla Sala Operativa, ha avuto modo di osservare le peculiarità dell'attività svolta dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, con particolare attenzione ai sistemi di monitoraggio presenti presso il Centro VTS (Vessel Traffic Service) della Sala Operativa, per il controllo del traffico navale al fine della salvaguardia della vita umana in mare ed il rispetto delle disposizioni impartite dall'Autorità Marittima in materia di sicurezza della navigazione.

Particolare rilievo è stato dato all'attività di polizia giudiziaria ai fini della tutela dell'ambiente marino e costiero in quanto uno degli obiettivi prioritari da perseguire, sia per la ricchezza e peculiarità del patrimonio naturalistico lagunare, sia per i rilevanti interessi sociali ed economici coinvolti nell'utilizzo delle relative risorse.



27/02/2019 Venezia

​Nella giornata di martedì 19 Febbraio, accolto dal Direttore Marittimo del Veneto Ammiraglio Piero Pellizzari, il Procuratore Vicario della Procura della Repubblica di Venezia Consigliere Adelchi d'Ippolito, ha fatto visita alla sede della Capitaneria di Porto, accompagnato dai Sostituti Procuratori Dr. Giorgio GAVA e Dr. Andrea PETRONI, Magistrati dell'Area "Ambiente".

Il Procuratore Vicario, durante la visita alla Sala Operativa, ha avuto modo di osservare le peculiarità dell'attività svolta dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, con particolare attenzione ai sistemi di monitoraggio presenti presso il Centro VTS (Vessel Traffic Service) della Sala Operativa, per il controllo del traffico navale al fine della salvaguardia della vita umana in mare ed il rispetto delle disposizioni impartite dall'Autorità Marittima in materia di sicurezza della navigazione.

Particolare rilievo è stato dato all'attività di polizia giudiziaria ai fini della tutela dell'ambiente marino e costiero in quanto uno degli obiettivi prioritari da perseguire, sia per la ricchezza e peculiarità del patrimonio naturalistico lagunare, sia per i rilevanti interessi sociali ed economici coinvolti nell'utilizzo delle relative risorse.



Venezia

Immagine segnaposto

Siglato a Venezia un protocollo d’intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto e l'Agenzia del Demanio

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Venezia

Immagine segnaposto

La Ministra delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Direzione Marittima del Veneto

Immagine segnaposto

UNA DELEGAZIONE DI COMMISSARI UNESCO IN VISITA ALLA DIREZIONE MARITTIMA DEL VENETO