​La settimana scorsa, il Sig. Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, in occasione dell'insediamento del consiglio direttivo dell'Ente Parco Nazionale di Pantelleria, ha fatto visita al personale della Guardia Costiera dell'isola, per portare il proprio saluto agli uomini e donne del Corpo.

Il Ministro, dopo aver apprezzato l'attività operativa della Guardia Costiera, anche dal mare, a bordo di una motovedetta, ha espresso particolare stima per le attività a tutela dell'ambiente condotte nell'ultimo biennio, quali la riqualificazione dell'area portuale e di quella demaniale, occupate da centinaia di relitti navali, la bonifica degli specchi acquei degli approdi di Cale di Gadir, Cala Tramontana e Cala Levante, nonché la bonifica dei fondali dei porti di Scauri e Pantelleria. Quest'ultima portata a termine anche con l'ausilio di Associazioni, Amministrazioni e Forze di Polizia locali, sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Pantelleria.

Nel corso della visita, il Ministro Galletti ha avuto occasione di assistere all'attività del personale del 3° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera di Messina, impegnato nel recupero di un relitto affondato all'interno del porto di Pantelleria, pericolo per la sicurezza della navigazione e per l'ambiente marino circostante. Nell'occasione, sono stati recuperati numerosi pneumatici di auto e di camion, alcuni respingenti e diversi conglomerati cementizi, per un totale di circa una tonnellata di rifiuti.

In ricordo della visita, il Ministro ha voluto esprimere la propria riconoscenza, per la professionalità dimostrata dal personale della Guardia Costiera di Pantelleria, con una dedica sul Libro d'Onore dell'Ufficio Circondariale Marittimo.


17/04/2018 Pantelleria Attività Eventi

​La settimana scorsa, il Sig. Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, in occasione dell'insediamento del consiglio direttivo dell'Ente Parco Nazionale di Pantelleria, ha fatto visita al personale della Guardia Costiera dell'isola, per portare il proprio saluto agli uomini e donne del Corpo.

Il Ministro, dopo aver apprezzato l'attività operativa della Guardia Costiera, anche dal mare, a bordo di una motovedetta, ha espresso particolare stima per le attività a tutela dell'ambiente condotte nell'ultimo biennio, quali la riqualificazione dell'area portuale e di quella demaniale, occupate da centinaia di relitti navali, la bonifica degli specchi acquei degli approdi di Cale di Gadir, Cala Tramontana e Cala Levante, nonché la bonifica dei fondali dei porti di Scauri e Pantelleria. Quest'ultima portata a termine anche con l'ausilio di Associazioni, Amministrazioni e Forze di Polizia locali, sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Pantelleria.

Nel corso della visita, il Ministro Galletti ha avuto occasione di assistere all'attività del personale del 3° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera di Messina, impegnato nel recupero di un relitto affondato all'interno del porto di Pantelleria, pericolo per la sicurezza della navigazione e per l'ambiente marino circostante. Nell'occasione, sono stati recuperati numerosi pneumatici di auto e di camion, alcuni respingenti e diversi conglomerati cementizi, per un totale di circa una tonnellata di rifiuti.

In ricordo della visita, il Ministro ha voluto esprimere la propria riconoscenza, per la professionalità dimostrata dal personale della Guardia Costiera di Pantelleria, con una dedica sul Libro d'Onore dell'Ufficio Circondariale Marittimo.


Eventi

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita agli uffici di Santa Margherita Ligure e Portofino

Immagine segnaposto

L’Ammiraglio Nicola Carlone in visita al Campus Sogei

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale alla Capitaneria di Porto di Brindisi

Immagine segnaposto

Premio Nazionale Ambiente e Legalità 2021 - Legambiente premia la Guardia Costiera di Terracina

Pantelleria

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita all’Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria

Immagine segnaposto

Pantelleria e Lampedusa: visita del Comandante Generale