Si sono conclusi, quest'oggi, a Venezia, i lavori della Conferenza Plenaria dei Capi delle Organizzazioni di Guardia Costiera.

L'evento, al quale hanno partecipano oltre 90 delegati dell'European Coast Guard Functions Forum (ECGFF) (https://www.ecgff.eu/)  - un consesso internazionale che riunisce su base volontaria le autorità delle guardie costiere di 25 Stati membri dell'UE e dei paesi associati Schengen, nonché i rappresentanti della Commissione europea e delle sue Istituzioni e Agenzie con competenze correlate alle funzioni di guardia costiera -, ha rappresento l'occasione per un bilancio conclusivo dell'annualità di presidenza Italiana, tenuta congiuntamente dalla Guardia Costiera e dalla Guardia di Finanza.

All'evento, che ha visto il sostegno di Fincantieri, hanno partecipano attori internazionali membri di forum analoghi appartenenti ad aree geografiche di interesse, quali la Guardia costiera giapponese (JCG), quella turca (Sahil Güvenlik), nonché organizzazioni come l'Interpol (l'organizzazione internazionale dedita alla cooperazione di polizia e al contrasto del crimine internazionale).

Presenti, inoltre, in rappresentanza delle principali agenzie europee del settore, i rispettivi direttori esecutivi: Fabrice Leggeri di Frontex (European Border and Coast Guard Agency), Maja Markovčić Kostelac per EMSA (European Maritime Safety Agency) e Pascal Savouret per l'EFCA (European Fisheries Control Agency).

Tra gli obiettivi raggiunti dalla Presidenza italiana, degno di nota è il consolidamento di alcuni principi e concetti di per sé imprescindibili nell'ambito delle funzioni di guardia costiera: 

-        la valutazione del rischio;

-        lo sviluppo tecnologico;

-        la formazione del personale.

Durante il corso dell'anno, ciascuno di questi è stato declinato su specifiche funzioni di Guardia Costiera, quali la protezione dell'ambiente (cui è stato dedicato il 1° workshop a Lisbona, presso Emsa), la sicurezza marittima (cui è stato dedicato il 2° workshop ad Ostia, a cura della Guardia di Finanza e sotto l'egida di Frontex), e le operazioni marittime complesse multiruolo (cui è stato dedicato il 3° workshop a Catania, sotto l'egida di Efca).

A quest'ultimo riguardo particolarmente interessante è stata l'esercitazione complessa Coastex19, tenutasi a Catania il 4 giugno 2019, durante la quale il personale proveniente dai paesi membri e dalle agenzie aderenti hanno collaborato su diversi mezzi con equipaggi misti, a consolidamento del concetto di Multipurpose maritime operations (MMO). 

I lavori della Conferenza plenaria svolta a Venezia hanno avuto inizio il 13 novembre con la cerimonia di apertura moderata dal Capo Ufficio Affari Internazionali, Capitano di Vascello Enrico Castioni - anche project leader della presidenza italiana- e presieduta dal Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ammiraglio Ispettore (CP) Antonio Basile e dal Generale di Corpo d'Armata Andrea De Gennaro, Comandante del Comando Aeronavale Centrale della Guardia di Finanza, che hanno unanimemente ribadito i principi fondanti del Forum allo scopo di incrementare la collaborazione, la cooperazione e il coordinamento tra i Paesi aderenti e le Agenzie di riferimento.

Alla cerimonia sono inoltre intervenuti il  Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Divisione Aurelio De Carolis e il Vice Sindaco di Venezia Luciana Colle.

Nella giornata di ieri, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, presente a Venezia per l'emergenza maltempo che ha colpito la città nei giorni scorsi, tramite il Comandante regionale della Guardia Costiera del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, ha portato i suoi saluti ai Capi delle guardie costiere e ai vertici delle istituzioni e agenzie europee presenti al consesso internazionale.

Oggi, la conferenza plenaria si è conclusa con il formale passaggio di consegne alla Francia della presidenza del Forum per l'anno 2020, rappresentata, nell'occasione, dal Denis Robin, Segretario generale del mare francese.

15/11/2019 Venezia Attività Eventi

Si sono conclusi, quest'oggi, a Venezia, i lavori della Conferenza Plenaria dei Capi delle Organizzazioni di Guardia Costiera.

L'evento, al quale hanno partecipano oltre 90 delegati dell'European Coast Guard Functions Forum (ECGFF) (https://www.ecgff.eu/)  - un consesso internazionale che riunisce su base volontaria le autorità delle guardie costiere di 25 Stati membri dell'UE e dei paesi associati Schengen, nonché i rappresentanti della Commissione europea e delle sue Istituzioni e Agenzie con competenze correlate alle funzioni di guardia costiera -, ha rappresento l'occasione per un bilancio conclusivo dell'annualità di presidenza Italiana, tenuta congiuntamente dalla Guardia Costiera e dalla Guardia di Finanza.

All'evento, che ha visto il sostegno di Fincantieri, hanno partecipano attori internazionali membri di forum analoghi appartenenti ad aree geografiche di interesse, quali la Guardia costiera giapponese (JCG), quella turca (Sahil Güvenlik), nonché organizzazioni come l'Interpol (l'organizzazione internazionale dedita alla cooperazione di polizia e al contrasto del crimine internazionale).

Presenti, inoltre, in rappresentanza delle principali agenzie europee del settore, i rispettivi direttori esecutivi: Fabrice Leggeri di Frontex (European Border and Coast Guard Agency), Maja Markovčić Kostelac per EMSA (European Maritime Safety Agency) e Pascal Savouret per l'EFCA (European Fisheries Control Agency).

Tra gli obiettivi raggiunti dalla Presidenza italiana, degno di nota è il consolidamento di alcuni principi e concetti di per sé imprescindibili nell'ambito delle funzioni di guardia costiera: 

-        la valutazione del rischio;

-        lo sviluppo tecnologico;

-        la formazione del personale.

Durante il corso dell'anno, ciascuno di questi è stato declinato su specifiche funzioni di Guardia Costiera, quali la protezione dell'ambiente (cui è stato dedicato il 1° workshop a Lisbona, presso Emsa), la sicurezza marittima (cui è stato dedicato il 2° workshop ad Ostia, a cura della Guardia di Finanza e sotto l'egida di Frontex), e le operazioni marittime complesse multiruolo (cui è stato dedicato il 3° workshop a Catania, sotto l'egida di Efca).

A quest'ultimo riguardo particolarmente interessante è stata l'esercitazione complessa Coastex19, tenutasi a Catania il 4 giugno 2019, durante la quale il personale proveniente dai paesi membri e dalle agenzie aderenti hanno collaborato su diversi mezzi con equipaggi misti, a consolidamento del concetto di Multipurpose maritime operations (MMO). 

I lavori della Conferenza plenaria svolta a Venezia hanno avuto inizio il 13 novembre con la cerimonia di apertura moderata dal Capo Ufficio Affari Internazionali, Capitano di Vascello Enrico Castioni - anche project leader della presidenza italiana- e presieduta dal Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ammiraglio Ispettore (CP) Antonio Basile e dal Generale di Corpo d'Armata Andrea De Gennaro, Comandante del Comando Aeronavale Centrale della Guardia di Finanza, che hanno unanimemente ribadito i principi fondanti del Forum allo scopo di incrementare la collaborazione, la cooperazione e il coordinamento tra i Paesi aderenti e le Agenzie di riferimento.

Alla cerimonia sono inoltre intervenuti il  Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Divisione Aurelio De Carolis e il Vice Sindaco di Venezia Luciana Colle.

Nella giornata di ieri, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, presente a Venezia per l'emergenza maltempo che ha colpito la città nei giorni scorsi, tramite il Comandante regionale della Guardia Costiera del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, ha portato i suoi saluti ai Capi delle guardie costiere e ai vertici delle istituzioni e agenzie europee presenti al consesso internazionale.

Oggi, la conferenza plenaria si è conclusa con il formale passaggio di consegne alla Francia della presidenza del Forum per l'anno 2020, rappresentata, nell'occasione, dal Denis Robin, Segretario generale del mare francese.

Eventi

Immagine segnaposto

Il Comandante per la Marina USA Regione Europa, Africa Centrale e Comandante, Forze Aeree Marittime USA visita la Direzione marittima della Sicilia orientale.

Immagine segnaposto

8 Giugno: per la Giornata Mondiale degli Oceani, Guardia Costiera e progetto Clean Sea Life insieme per la Campagna “MARE PULITO”

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra il dott. Filippo Gaudenzi, Vicedirettore del TG1

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra il nuovo Presidente di Assoporti

Venezia

Immagine segnaposto

La Ministra delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Direzione Marittima del Veneto

Immagine segnaposto

UNA DELEGAZIONE DI COMMISSARI UNESCO IN VISITA ALLA DIREZIONE MARITTIMA DEL VENETO

Immagine segnaposto

Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Capitaneria di Porto di Venezia