Nella giornata di ieri, lunedì 8 febbraio 2021, il Dott. Carlo Zaghi, Direttore Generale per il Mare e le Coste del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, accompagnato dall’Ammiraglio Aurelio Caligiore, Capo del Reparto Ambiente Marino della Guardia Costiera, ha fatto visita al Comando Generale, accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.

Al tradizionale saluto di benvenuto suggellato dalla firma del "libro d'onore", è seguito un momento di reciproca conoscenza, nel corso del quale il Comandante Generale ha avuto modo di fornire al Dott. Zaghi un dettagliato quadro dei tratti operativi e amministrativi che contraddistinguono il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, con un focus sulle sue dipendenze funzionali.

L’incontro – al quale hanno preso parte anche il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile e il Capo del 3° Reparto – Piani e operazioni, Ammiraglio Sergio Liardo – è poi proseguito con la presentazione al Direttore Generale di un quadro di sintesi dell'organizzazione della Guardia Costiera italiana e delle mission del Corpo, con particolare riguardo alla salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, nonché alla tutela dell'ambiente e dell’ecosistema marino che il Corpo persegue in virtù della propria dipendenza funzionale dal Dicastero dell’Ambiente.

La visita è poi proseguita in Centrale Operativa, dove il Dott. Zaghi ha potuto scoprire e apprezzare i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera e servono a prevenire ed individuare eventuali inquinamenti in mare. 

A conclusione degli interventi di taglio tecnico-operativo, sono state tratteggiate le principali attività ad oggi condotte dalla Guardia Costiera in campo ambientale, anche attraverso le proprie componenti specialistiche, tra le quali i reparti subacquei ed aeronavali, nonché i biologi del Laboratorio Analisi Ambientali di Fiumicino intitolato al Comandante Natale De Grazia, operante in attività speditiva su territorio col proprio assetto mobile LAM.

Il Dott. Carlo Zaghi, a termine della visita, ha ringraziato il Comandante generale per l’ospitalità riservatagli, apprezzando l’elevato e continuo impegno profuso dal Corpo in campo ambientale, e rivolgendo idealmente ai suoi 11.000 uomini e donne parole di vivo apprezzamento.

09/02/2021 Roma Attività Eventi

Nella giornata di ieri, lunedì 8 febbraio 2021, il Dott. Carlo Zaghi, Direttore Generale per il Mare e le Coste del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, accompagnato dall’Ammiraglio Aurelio Caligiore, Capo del Reparto Ambiente Marino della Guardia Costiera, ha fatto visita al Comando Generale, accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.

Al tradizionale saluto di benvenuto suggellato dalla firma del "libro d'onore", è seguito un momento di reciproca conoscenza, nel corso del quale il Comandante Generale ha avuto modo di fornire al Dott. Zaghi un dettagliato quadro dei tratti operativi e amministrativi che contraddistinguono il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, con un focus sulle sue dipendenze funzionali.

L’incontro – al quale hanno preso parte anche il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile e il Capo del 3° Reparto – Piani e operazioni, Ammiraglio Sergio Liardo – è poi proseguito con la presentazione al Direttore Generale di un quadro di sintesi dell'organizzazione della Guardia Costiera italiana e delle mission del Corpo, con particolare riguardo alla salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, nonché alla tutela dell'ambiente e dell’ecosistema marino che il Corpo persegue in virtù della propria dipendenza funzionale dal Dicastero dell’Ambiente.

La visita è poi proseguita in Centrale Operativa, dove il Dott. Zaghi ha potuto scoprire e apprezzare i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera e servono a prevenire ed individuare eventuali inquinamenti in mare. 

A conclusione degli interventi di taglio tecnico-operativo, sono state tratteggiate le principali attività ad oggi condotte dalla Guardia Costiera in campo ambientale, anche attraverso le proprie componenti specialistiche, tra le quali i reparti subacquei ed aeronavali, nonché i biologi del Laboratorio Analisi Ambientali di Fiumicino intitolato al Comandante Natale De Grazia, operante in attività speditiva su territorio col proprio assetto mobile LAM.

Il Dott. Carlo Zaghi, a termine della visita, ha ringraziato il Comandante generale per l’ospitalità riservatagli, apprezzando l’elevato e continuo impegno profuso dal Corpo in campo ambientale, e rivolgendo idealmente ai suoi 11.000 uomini e donne parole di vivo apprezzamento.

Eventi

Immagine segnaposto

Concluso il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all’abilitazione al Comando delle navi maggiori del Corpo.

Immagine segnaposto

Siglato a Venezia un protocollo d’intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto e l'Agenzia del Demanio

Immagine segnaposto

Premio Internazionale “Nassiriya Per La Pace”: tributo speciale al personale del Corpo distintosi per coraggio e impegno civile

Immagine segnaposto

A Viareggio, la XIV edizione del Festival della Salute, con la partecipazione anche della Guardia Costiera

Roma

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra i Vertici delle agenzie europee

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 20.11.2021 - Due barconi in difficoltà soccorsi dalla Guardia Costiera italiana

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 17.11.2021- NAVE GREGORETTI, DELLA GUARDIA COSTIERA ITALIANA, IMPEGNATA NELLA MISSIONE EUROPEA “IUU” PER IL CONTRASTO ALLA PESCA ILLEGALE

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 15.11.2021 - Si amplia la flotta navale della Guardia Costiera: al via la progettazione e costruzione di una nuova nave multiruolo “green"