​​Sono oltre 2.700 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia nel corso di 23 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 19 gommoni e 4 piccole imbarcazioni. Nel corso delle operazioni sono stati recuperati anche 15 corpi senza vita.

Sono intervenute nelle operazioni: Nave Diciotti CP941 della Guardia Costiera, Nave Orione e Nave Borsini della Marina Militare, le Navi Dattlen e Rio Segura  inserite nel dispositivo Eunavformed, la Nave Topaz Responder dell'ONG MOAS, la Nave Aquarius dell'ONG SOS Mediterranee, la Nave IUVENTA dell' ONG Jugend Rettet ed il rimorchiatore Asso 29.

05/09/2016 Roma

​​Sono oltre 2.700 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia nel corso di 23 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 19 gommoni e 4 piccole imbarcazioni. Nel corso delle operazioni sono stati recuperati anche 15 corpi senza vita.

Sono intervenute nelle operazioni: Nave Diciotti CP941 della Guardia Costiera, Nave Orione e Nave Borsini della Marina Militare, le Navi Dattlen e Rio Segura  inserite nel dispositivo Eunavformed, la Nave Topaz Responder dell'ONG MOAS, la Nave Aquarius dell'ONG SOS Mediterranee, la Nave IUVENTA dell' ONG Jugend Rettet ed il rimorchiatore Asso 29.

Roma

Immagine segnaposto

Un anno al servizio del mare. Presentato il primo rapporto annuale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera alla presenza del Ministro Giovannini e dell’Ammiraglio Carlone

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato il protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e associazione MedSharks

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma