​Sono 1725 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia, nel corso di 16 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 14 gommoni e 2 barchini​.

In particolare sono intervenute le motovedette della Guardia Costiera CP302 e CP304,  tre unità della Marina Militare italiana inserite nel dispositivo "Mare Sicuro" Nave Cigala Fulgosi, Nave Sfinge e Nave Bersagliere; Nave  Datteln inserita nel dispositivo Eunavformed, Nave Minden e Nave Phoneix rispettivamnte della ONG LIFE BOAT  e della ONG MOAS, nonché due mercantili appositamente dirottate sullo scenario delle operazioni.

02/09/2016 Roma

​Sono 1725 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia, nel corso di 16 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 14 gommoni e 2 barchini​.

In particolare sono intervenute le motovedette della Guardia Costiera CP302 e CP304,  tre unità della Marina Militare italiana inserite nel dispositivo "Mare Sicuro" Nave Cigala Fulgosi, Nave Sfinge e Nave Bersagliere; Nave  Datteln inserita nel dispositivo Eunavformed, Nave Minden e Nave Phoneix rispettivamnte della ONG LIFE BOAT  e della ONG MOAS, nonché due mercantili appositamente dirottate sullo scenario delle operazioni.

Roma

Immagine segnaposto

Il Generale di Corpo d’Armata Mario Buscemi Presidente di ASSOARMA in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

33° Rapporto Italia Eurispes: alla Guardia Costiera la fiducia di oltre 7 italiani su 10

Immagine segnaposto

L’ Ammiraglio Pettorino incontra il Presidente onorario del CISM, Generale Gola

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra l’Amministratore delegato di SOGEI Spa