​Sono 1725 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia, nel corso di 16 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 14 gommoni e 2 barchini​.

In particolare sono intervenute le motovedette della Guardia Costiera CP302 e CP304,  tre unità della Marina Militare italiana inserite nel dispositivo "Mare Sicuro" Nave Cigala Fulgosi, Nave Sfinge e Nave Bersagliere; Nave  Datteln inserita nel dispositivo Eunavformed, Nave Minden e Nave Phoneix rispettivamnte della ONG LIFE BOAT  e della ONG MOAS, nonché due mercantili appositamente dirottate sullo scenario delle operazioni.

02/09/2016 Roma

​Sono 1725 i migranti tratti in salvo nella giornata odierna nello Stretto di Sicilia, nel corso di 16 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 14 gommoni e 2 barchini​.

In particolare sono intervenute le motovedette della Guardia Costiera CP302 e CP304,  tre unità della Marina Militare italiana inserite nel dispositivo "Mare Sicuro" Nave Cigala Fulgosi, Nave Sfinge e Nave Bersagliere; Nave  Datteln inserita nel dispositivo Eunavformed, Nave Minden e Nave Phoneix rispettivamnte della ONG LIFE BOAT  e della ONG MOAS, nonché due mercantili appositamente dirottate sullo scenario delle operazioni.

Roma

Immagine segnaposto

Un anno al servizio del mare. Presentato il primo rapporto annuale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera alla presenza del Ministro Giovannini e dell’Ammiraglio Carlone

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato il protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e associazione MedSharks

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma