Mare Jonio: ordinarie attività di verifica della Guardia Costiera. Nessun fermo amministrativo per la nave.

In merito alle notizie riportate da alcune testate giornalistiche sul "divieto di imbarco di personale sulla nave Mare Jonio", si precisa che l'attività posta in essere dalla Capitaneria di porto di Pozzallo rientra tra le quotidiane attività di verifica amministrativa svolte dall'Autorità marittima nei confronti di tutte le unità navali che transitano nei porti nazionali.

Il provvedimento amministrativo in questione  è un preavviso di rigetto dell'istanza presentata alla Capitaneria di porto di Pozzallo da parte del Comando di bordo del rimorchiatore Mare Jonio. Con tale istanza si chiedeva di regolarizzare l'imbarco di due persone, avvenuto di fatto nel corso dell'ultima navigazione dell'unità.

Il preavviso di rigetto della richiesta, quale atto dovuto, è basato sulla valutazione dei profili professionali delle due persone, non compatibili con la tipologia di attività cui è destinata l'unità navale (rimorchio, rimozione oli minerali e trasporto di carico).

Già in precedenza un provvedimento amministrativo di diniego all'imbarco, da parte di altra autorità marittima nazionale, era intervenuto nei confronti degli stessi soggetti per la medesima unità navale.

Il rimorchiatore Mare Jonio non è stato sottoposto ad alcun fermo amministrativo da parte della Capitaneria di porto e potrà lasciare il porto di Pozzallo in quanto il personale attualmente imbarcato rispetta le previste tabelle d'armamento.


25/09/2020 Roma

Mare Jonio: ordinarie attività di verifica della Guardia Costiera. Nessun fermo amministrativo per la nave.

In merito alle notizie riportate da alcune testate giornalistiche sul "divieto di imbarco di personale sulla nave Mare Jonio", si precisa che l'attività posta in essere dalla Capitaneria di porto di Pozzallo rientra tra le quotidiane attività di verifica amministrativa svolte dall'Autorità marittima nei confronti di tutte le unità navali che transitano nei porti nazionali.

Il provvedimento amministrativo in questione  è un preavviso di rigetto dell'istanza presentata alla Capitaneria di porto di Pozzallo da parte del Comando di bordo del rimorchiatore Mare Jonio. Con tale istanza si chiedeva di regolarizzare l'imbarco di due persone, avvenuto di fatto nel corso dell'ultima navigazione dell'unità.

Il preavviso di rigetto della richiesta, quale atto dovuto, è basato sulla valutazione dei profili professionali delle due persone, non compatibili con la tipologia di attività cui è destinata l'unità navale (rimorchio, rimozione oli minerali e trasporto di carico).

Già in precedenza un provvedimento amministrativo di diniego all'imbarco, da parte di altra autorità marittima nazionale, era intervenuto nei confronti degli stessi soggetti per la medesima unità navale.

Il rimorchiatore Mare Jonio non è stato sottoposto ad alcun fermo amministrativo da parte della Capitaneria di porto e potrà lasciare il porto di Pozzallo in quanto il personale attualmente imbarcato rispetta le previste tabelle d'armamento.


Roma

Immagine segnaposto

Cambio al vertice della Guardia Costiera: all’Ammiraglio Pettorino succede l’Ammiraglio Carlone

Immagine segnaposto

Stipulata una convenzione tra istituto Luce Cinecittà S.r.l. ed il Comando Generale delle Capitanerie di Porto

Immagine segnaposto

Celebrato oggi a Roma il 156° anniversario dell'istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto

Immagine segnaposto

il Comandante generale incontra il personale in quiescenza