AGGIORNAMENTO n.1

Sono proseguite anche ieri ed oggi i sorvoli, sul mercantile Efe Murat, dell'elicottero Nemo 9 della Guardia Costiera di Catania per il monitoraggio ambientale. Non si registrano tracce di inquinamento. 

Roma, 26 febbraio 2019




Alle 06:00 di questa mattina, la Nave EFE MURAT, General Cargo di 97 mt, battente bandiera Turca, si è incagliata a circa 200 mt dalla costa, di fronte alla spiaggia di “pane e pomodoro” a Bari.

La Nave, che era partita da Ortona ed era diretta ad Aliaga (Turchia), aveva chiesto di potersi avvicinare in rada a causa del peggioramento delle condizioni meteo-marine.

Durante l’avvicinamento alla costa, la EFE MURAT, avendo presumibilmente perso la capacità di governo, si è incagliata. La nave è ora appoggiata, lato di dritta, sul frangiflutti e sul basso fondale. Il vento a circa 40 nodi e il mare molto mosso rendono difficili le operazioni di disincaglio.

Sul posto sono già intervenuti due rimorchiatori e due Motovedette SAR della locale Capitaneria di Porto di Bari che sta coordinando le operazioni. A causa delle proibitive condizioni meteo-marine, tuttavia, i mezzi sopraggiunti per il soccorso sono dovuti rientrare in porto, essendo impossibilitati ad operare.

Dal Secondo Nucleo Aereo della base Aeromobili della Guardia Costiera di Catania è decollato un elicottero - il Nemo - per assicurare, nel caso si rendesse necessaria, un’eventuale evacuazione d’urgenza di tutti i membri dell’equipaggio. È stato allertato, altresì, un ulteriore rimorchiatore da Brindisi.

I membri dell’equipaggio sono tutti in buone condizioni di salute. La nave stava viaggiando senza carico a bordo e al momento non si registrano tracce di inquinamento.

23/02/2019 Roma

AGGIORNAMENTO n.1

Sono proseguite anche ieri ed oggi i sorvoli, sul mercantile Efe Murat, dell'elicottero Nemo 9 della Guardia Costiera di Catania per il monitoraggio ambientale. Non si registrano tracce di inquinamento. 

Roma, 26 febbraio 2019




Alle 06:00 di questa mattina, la Nave EFE MURAT, General Cargo di 97 mt, battente bandiera Turca, si è incagliata a circa 200 mt dalla costa, di fronte alla spiaggia di “pane e pomodoro” a Bari.

La Nave, che era partita da Ortona ed era diretta ad Aliaga (Turchia), aveva chiesto di potersi avvicinare in rada a causa del peggioramento delle condizioni meteo-marine.

Durante l’avvicinamento alla costa, la EFE MURAT, avendo presumibilmente perso la capacità di governo, si è incagliata. La nave è ora appoggiata, lato di dritta, sul frangiflutti e sul basso fondale. Il vento a circa 40 nodi e il mare molto mosso rendono difficili le operazioni di disincaglio.

Sul posto sono già intervenuti due rimorchiatori e due Motovedette SAR della locale Capitaneria di Porto di Bari che sta coordinando le operazioni. A causa delle proibitive condizioni meteo-marine, tuttavia, i mezzi sopraggiunti per il soccorso sono dovuti rientrare in porto, essendo impossibilitati ad operare.

Dal Secondo Nucleo Aereo della base Aeromobili della Guardia Costiera di Catania è decollato un elicottero - il Nemo - per assicurare, nel caso si rendesse necessaria, un’eventuale evacuazione d’urgenza di tutti i membri dell’equipaggio. È stato allertato, altresì, un ulteriore rimorchiatore da Brindisi.

I membri dell’equipaggio sono tutti in buone condizioni di salute. La nave stava viaggiando senza carico a bordo e al momento non si registrano tracce di inquinamento.

Roma

Immagine segnaposto

Gli auguri di buon lavoro e buon Ferragosto ai Comandi territoriali

Immagine segnaposto

RESTITUITI ALLA COLLETTIVITÀ OLTRE 90.000 MQ DI SPIAGGE E SPECCHI ACQUEI - MARE SICURO

Immagine segnaposto

OPERAZIONE “MARE SICURO”: RESTITUITI ALLA COLLETTIVITÀ OLTRE 90.000 MQ DI SPIAGGE E SPECCHI ACQUEI

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale della Guardia di Finanza al Comando Generale