Lo scorso 19 luglio, presso la Capitaneria di porto di Civitavecchia, il Capo Pilota, Capitano Michele Scotto Lavina, ha consegnato ufficialmente al Comandante del porto, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, il crest della neocostituita "Corporazione dei piloti dei porti di Roma", pienamente operativa dal 1° luglio 2017.

La nuova Corporazione, nata dalle due preesistenti e autonome Corporazioni di Civitavecchia e di Fiumicino e frutto di un percorso condiviso culminato con l'approvazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del Decreto del Direttore Marittimo del Lazio sul regolamento di pilotaggio, ha un organico di nove piloti che hanno concluso un percorso di familiarizzazione sui due scali.

L'accorpamento tra le due realtà, in linea con quanto auspicato dalla recente riforma in materia portuale di cui al decreto legislativo n. 169/2016, è rivolta a conseguire un servizio maggiormente aderente agli standard richiesti, anche a livello europeo, in termini di efficienza e sicurezza, ma non trascura i benefici derivanti, in termini di costo del servizio, dal concentramento di tutte le attività nell'unica sede di Civitavecchia.


02/08/2017 Civitavecchia

Lo scorso 19 luglio, presso la Capitaneria di porto di Civitavecchia, il Capo Pilota, Capitano Michele Scotto Lavina, ha consegnato ufficialmente al Comandante del porto, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, il crest della neocostituita "Corporazione dei piloti dei porti di Roma", pienamente operativa dal 1° luglio 2017.

La nuova Corporazione, nata dalle due preesistenti e autonome Corporazioni di Civitavecchia e di Fiumicino e frutto di un percorso condiviso culminato con l'approvazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del Decreto del Direttore Marittimo del Lazio sul regolamento di pilotaggio, ha un organico di nove piloti che hanno concluso un percorso di familiarizzazione sui due scali.

L'accorpamento tra le due realtà, in linea con quanto auspicato dalla recente riforma in materia portuale di cui al decreto legislativo n. 169/2016, è rivolta a conseguire un servizio maggiormente aderente agli standard richiesti, anche a livello europeo, in termini di efficienza e sicurezza, ma non trascura i benefici derivanti, in termini di costo del servizio, dal concentramento di tutte le attività nell'unica sede di Civitavecchia.


Civitavecchia

Immagine segnaposto

Rinnovato l’accordo “Civitavecchia Blue Agreement”

Immagine segnaposto

La Capitaneria di porto di Civitavecchia festeggia i suoi 150 anni

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale riceve l'autore di "Caesarem Vehis", il libro dedicato alla storia della Capitaneria di Civitavecchia

Immagine segnaposto

Civitavecchia: cambio al vertice della Direzione Marittima del Lazio