Ieri, giovedì 9 agosto, il Capo di Gabinetto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Prof. Gino Scaccia, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, accolto dall'Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo del I° Reparto - Personale.

Dopo la firma del Libro d'onore e la tradizionale consegna del crest, l'Ammiraglio Martello, insieme al Capo del 3° Reparto - Piani e Operazioni, Contrammiraglio Sergio Liardo, ha illustrato al Capo di Gabinetto le principali linee di azione del Corpo in favore della collettività, a tutela degli usi civili e produttivi del mare e dei porti.

La visita del Prof. Scaccia è poi proseguita presso la Centrale Operativa del Comando Generale, Centro nazionale di Coordinamento dei soccorsi in mare, il cui funzionamento è stato descritto dal Capo Centrale Operativa, Capitano di Vascello Andrea Tassara, con una particolare attenzione nei confronti dei sistemi per il monitoraggio del traffico marittimo utilizzati dalla Guardia Costiera per le proprie missioni: sicurezza della navigazione, tutela dell'ambiente e vigilanza pesca.

Al termine della visita, il Capo di Gabinetto ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti gli uomini e le donne del Corpo per il lavoro svolto, riportando il generale e unanime consenso nei confronti del ruolo esercitato dalla Guardia Costiera Italiana, sia per l'alta professionalità e specializzazione del personale che per le tecnologie impiegate. 


10/08/2018 Roma

Ieri, giovedì 9 agosto, il Capo di Gabinetto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Prof. Gino Scaccia, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, accolto dall'Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo del I° Reparto - Personale.

Dopo la firma del Libro d'onore e la tradizionale consegna del crest, l'Ammiraglio Martello, insieme al Capo del 3° Reparto - Piani e Operazioni, Contrammiraglio Sergio Liardo, ha illustrato al Capo di Gabinetto le principali linee di azione del Corpo in favore della collettività, a tutela degli usi civili e produttivi del mare e dei porti.

La visita del Prof. Scaccia è poi proseguita presso la Centrale Operativa del Comando Generale, Centro nazionale di Coordinamento dei soccorsi in mare, il cui funzionamento è stato descritto dal Capo Centrale Operativa, Capitano di Vascello Andrea Tassara, con una particolare attenzione nei confronti dei sistemi per il monitoraggio del traffico marittimo utilizzati dalla Guardia Costiera per le proprie missioni: sicurezza della navigazione, tutela dell'ambiente e vigilanza pesca.

Al termine della visita, il Capo di Gabinetto ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti gli uomini e le donne del Corpo per il lavoro svolto, riportando il generale e unanime consenso nei confronti del ruolo esercitato dalla Guardia Costiera Italiana, sia per l'alta professionalità e specializzazione del personale che per le tecnologie impiegate. 


Roma

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di porto e dei 30 anni della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di Porto e dei 30 anni della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 2 luglio 2019