Si è tenuta nel corso della mattinata di ieri, 28 aprile, la 74ª Assemblea Nazionale di Fedepiloti, la Federazione Italiana dei piloti dei porti.

Per il secondo anno consecutivo l'importante momento di scambio e confronto tra categoria e gli altri attori del cluster marittimo  è stato ospitato presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, quale testimonianza del particolare legame che, nel segno della sicurezza della navigazione, unisce i Piloti italiani alla Guardia Costiera.

Dopo i consueti indirizzi di benvenuto, i lavori sono stati aperti dal Presidente nazionale di Fedepiloti, il Com.te Luigi Mennella, che ha evidenziato come il focus dell'incontro fosse incentrato sul tema espresso dal titolo dell'evento:  "Professione Pilota - passato, presente e opportunità future", individuato quale filo conduttore per raccontare l'impegno di una categoria, quella dei piloti dei porti, che da 74 anni esercita la propria professione con impegno e competenza, assicurando un servizio pubblico essenziale per il Paese, poiché indispensabile per il funzionamento dei suoi scali ove transitano i vettori marittimi.

A seguire, è intervenuta la Viceministra delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Sen. Teresa Bellanova che, nel proprio intervento, ha inteso rimarcare il ruolo fondamentale svolto – sotto il coordinamento delle Autorità Marittime – dai piloti nel corso dell'emergenza sanitaria. "È anche grazie al loro prezioso lavoro – queste le parole della Viceministra – che è stato possibile garantire la continuità del traffico marittimo e con esso agli approvvigionamenti alla catena logistica nazionale".

Successivamente è intervenuto il Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che – nel prendere la parola, dando a tutti il benvenuto – si è soffermato sul particolare legame operativo che, nel segno della "cultura della sicurezza", vede i Piloti al fianco della Guardia Costiera; un legame che si pone come esempio concreto di coesione tra gli attori di uno stesso settore, quello marittimo, con l'obiettivo comune di garantire la sicurezza della navigazione e del traffico commerciale, sostenendone lo sviluppo. Nel corso del proprio intervento, l'Ammiraglio Pettorino ha anche posto in luce la necessità di un parziale aggiornamento  del Codice della Navigazione: "ad oggi - ha evidenziato il Comandante generale - non c'è menzione nel Codice, delle Autorità di Sistema Portuale (AdSP), come non vi era cenno, prima ancora, delle Autorità portuali, costituite con la legge di riforma portuale del 1994. Analogamente, il codice non reca alcun riferimento al registro internazionale, l'importante strumento di supporto all'armamento italiano introdotto nel 1998". L'Ammiraglio Pettorino, nel porre l'auspicio che il codice della navigazione possa essere attualizzato, in alcune sue parti, per adeguarlo alle mutate esigenze di oggi, ha posto l'accento sul valore della sicurezza – nelle sue molteplici accezioni -come presupposto ineliminabile dello sviluppo. Da questo punto di vista, il sistema delineato nel codice conserva piena attualità ed efficacia, specie nell'affidare un importante ruolo di "custodia della sicurezza" alla virtuosa relazione tra l'Autorità marittima ed i servizi tecnico nautici. Dinanzi ai fondamenti del mercato marittimo, alle fragilità che emergono per effetto della crisi pandemica o di sinistri che coinvolgono anche una sola nave (quale quello recente del Canale di Suez), l'esercizio responsabile della posizione di garanzia del comandante del porto, con il supporto irrinunciabile dei servizi tecnico nautici, costituisce un punto saldo dell'intero sistema economico legato al trasporto via mare ed ai porti.

Tra gli illustri ospiti intervenuti all'Assemblea, anche la presidente della commissione trasporti della Camera, On.le Raffaella Paita, il capogruppo Pd in commissione Trasporti alla Camera, Davide Gariglio; la deputata del Movimento 5 Stelle, Paola Deiana; il deputato della Lega On.le Rixi, il presidente dell'IMPA (International Maritime Pilots' Association) Simon Pelletier e il presidente dell'EMPA (European Maritime Pilots' Association) Stein Inge Dahn.

L'Assemblea, che ha visto - a causa delle restrizioni Covid – una limitata partecipazione di persone in presenza, attraverso la sua trasmissione in diretta streaming sui canali social di Fedepiloti ha potuto in ogni caso rappresentare un prezioso momento di confronto.

Nel suo saluto di chiusura, il Presidente Mennella ha ringraziato il Corpo delle Capitanerie per l'ospitalità ricevuta, ulteriore attestazione del rapporto di sinergica collaborazione tra il Corpo e la Federazione. 


28/04/2021 Roma Attività Eventi

Si è tenuta nel corso della mattinata di ieri, 28 aprile, la 74ª Assemblea Nazionale di Fedepiloti, la Federazione Italiana dei piloti dei porti.

Per il secondo anno consecutivo l'importante momento di scambio e confronto tra categoria e gli altri attori del cluster marittimo  è stato ospitato presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, quale testimonianza del particolare legame che, nel segno della sicurezza della navigazione, unisce i Piloti italiani alla Guardia Costiera.

Dopo i consueti indirizzi di benvenuto, i lavori sono stati aperti dal Presidente nazionale di Fedepiloti, il Com.te Luigi Mennella, che ha evidenziato come il focus dell'incontro fosse incentrato sul tema espresso dal titolo dell'evento:  "Professione Pilota - passato, presente e opportunità future", individuato quale filo conduttore per raccontare l'impegno di una categoria, quella dei piloti dei porti, che da 74 anni esercita la propria professione con impegno e competenza, assicurando un servizio pubblico essenziale per il Paese, poiché indispensabile per il funzionamento dei suoi scali ove transitano i vettori marittimi.

A seguire, è intervenuta la Viceministra delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Sen. Teresa Bellanova che, nel proprio intervento, ha inteso rimarcare il ruolo fondamentale svolto – sotto il coordinamento delle Autorità Marittime – dai piloti nel corso dell'emergenza sanitaria. "È anche grazie al loro prezioso lavoro – queste le parole della Viceministra – che è stato possibile garantire la continuità del traffico marittimo e con esso agli approvvigionamenti alla catena logistica nazionale".

Successivamente è intervenuto il Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che – nel prendere la parola, dando a tutti il benvenuto – si è soffermato sul particolare legame operativo che, nel segno della "cultura della sicurezza", vede i Piloti al fianco della Guardia Costiera; un legame che si pone come esempio concreto di coesione tra gli attori di uno stesso settore, quello marittimo, con l'obiettivo comune di garantire la sicurezza della navigazione e del traffico commerciale, sostenendone lo sviluppo. Nel corso del proprio intervento, l'Ammiraglio Pettorino ha anche posto in luce la necessità di un parziale aggiornamento  del Codice della Navigazione: "ad oggi - ha evidenziato il Comandante generale - non c'è menzione nel Codice, delle Autorità di Sistema Portuale (AdSP), come non vi era cenno, prima ancora, delle Autorità portuali, costituite con la legge di riforma portuale del 1994. Analogamente, il codice non reca alcun riferimento al registro internazionale, l'importante strumento di supporto all'armamento italiano introdotto nel 1998". L'Ammiraglio Pettorino, nel porre l'auspicio che il codice della navigazione possa essere attualizzato, in alcune sue parti, per adeguarlo alle mutate esigenze di oggi, ha posto l'accento sul valore della sicurezza – nelle sue molteplici accezioni -come presupposto ineliminabile dello sviluppo. Da questo punto di vista, il sistema delineato nel codice conserva piena attualità ed efficacia, specie nell'affidare un importante ruolo di "custodia della sicurezza" alla virtuosa relazione tra l'Autorità marittima ed i servizi tecnico nautici. Dinanzi ai fondamenti del mercato marittimo, alle fragilità che emergono per effetto della crisi pandemica o di sinistri che coinvolgono anche una sola nave (quale quello recente del Canale di Suez), l'esercizio responsabile della posizione di garanzia del comandante del porto, con il supporto irrinunciabile dei servizi tecnico nautici, costituisce un punto saldo dell'intero sistema economico legato al trasporto via mare ed ai porti.

Tra gli illustri ospiti intervenuti all'Assemblea, anche la presidente della commissione trasporti della Camera, On.le Raffaella Paita, il capogruppo Pd in commissione Trasporti alla Camera, Davide Gariglio; la deputata del Movimento 5 Stelle, Paola Deiana; il deputato della Lega On.le Rixi, il presidente dell'IMPA (International Maritime Pilots' Association) Simon Pelletier e il presidente dell'EMPA (European Maritime Pilots' Association) Stein Inge Dahn.

L'Assemblea, che ha visto - a causa delle restrizioni Covid – una limitata partecipazione di persone in presenza, attraverso la sua trasmissione in diretta streaming sui canali social di Fedepiloti ha potuto in ogni caso rappresentare un prezioso momento di confronto.

Nel suo saluto di chiusura, il Presidente Mennella ha ringraziato il Corpo delle Capitanerie per l'ospitalità ricevuta, ulteriore attestazione del rapporto di sinergica collaborazione tra il Corpo e la Federazione. 


Eventi

Immagine segnaposto

Il Generale di Corpo d’Armata Mario Buscemi Presidente di ASSOARMA in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

Il Vice Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, On. Alessandro Morelli, visita la Capitaneria di porto di Catania sede della Direzione Marittima della Sicilia orientale

Immagine segnaposto

33° Rapporto Italia Eurispes: alla Guardia Costiera la fiducia di oltre 7 italiani su 10

Immagine segnaposto

L’Onorevole Alessandro Morelli, Vice Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, visita la Capitaneria di porto - Autorità marittima dello Stretto di Messina​

Roma

Immagine segnaposto

Il Generale di Corpo d’Armata Mario Buscemi Presidente di ASSOARMA in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

33° Rapporto Italia Eurispes: alla Guardia Costiera la fiducia di oltre 7 italiani su 10

Immagine segnaposto

L’ Ammiraglio Pettorino incontra il Presidente onorario del CISM, Generale Gola

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra l’Amministratore delegato di SOGEI Spa