Si è tenuta a ieri sera a Ponza, la presentazione di due progetti editoriali promossi dal Comando generale della Guardia Costiera per ricordare l'affondamento del piroscafo "Santa Lucia", che ricorre il prossimo 24 luglio. La nave postale Santa Lucia svolgeva un servizio di collegamento tra le isole ponziane e la terraferma: si trattava di un piroscafo "militarizzato" che aveva assunto la caratteristica livrea grigia e che era stato dotato di un cannoncino posizionato a prua, silurato e affondato con settanta persone a bordo, durante una missione di ricognizione armata dagli aerei inglesi del 47° stormo della Royal Air Force decollati da Protville Tunisi. L'affondamento, che avvenne a circa due miglia da Ventotene, causò la morte di 66 persone. Solo 4 furono i superstiti.

Per fare definitivamente luce sulla drammatica vicenda, che rappresenta una delle tante "ferite di guerra" alle comunità marittime del Paese, l'Ufficio Comunicazione del Comando generale ha curato la pubblicazione del libro "Silurate", scritto dal Prof. Luciano Zani ed edito dalla Casa Editrice "All Around", che arricchisce la collana "Storie di Mare", nata dalla volontà di dare profondità e memoria alla tradizione marittima del nostro Paese, raccontando il mare in maniera trasversale; collana, questa, che ospita, tra le altre, anche opere che raccontano ad esempio la figura del Comandante Eroe della Guardia Costiera Natale De Grazia, morto in circostanze misteriose mentre investigava sulle "navi dei veleni" nel Mediterraneo, così come quella dedicata al Comandante della Capitaneria di porto di Savona Enrico Roni e al suo coraggio in occasione delle vicende dell'armistizio del '43.

Il libro "Silurate!" si ricollega al documentario "Al centro di un Gorgo" del regista Fabio Maiorino – presentato anch'esso nel corso della serata – curato dall'Ufficio Comunicazione del Comando generale in collaborazione con la Regione Lazio, che racconta la vicenda nel più ampio contesto storico della Seconda guerra mondiale.

L'importante momento di condivisione, presenziato dal Comandante generale, Ammiraglio Giovanni Pettorino - al quale hanno preso parte anche il Direttore Marittimo del Lazio, Comandante Francesco Tomas, nonché i Comandanti rispettivamente della Capitaneria di porto di Gaeta e dell'Ufficio Circondariale marittimo di Ponza, Federico Giorgi e Diego Baglivo - è stato introdotto dagli indirizzi di saluto del Sindaco Francesco Ferraiuolo e del Dott. Gennaro Di Fazio rappresentante della comunità delle isole ponziane.

Successivamente il Comandante Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando generale, ha presentato i due progetti editoriali e le loro finalità, incentrate sulla valorizzazione, divulgazione e conservazione della cultura del mare e della sua memoria; finalità, questa, che il Corpo persegue da anni anche attraverso i propri Comandi territoriali e mediante mirate iniziative di comunicazione.

La presentazione, proseguita con un momento di riflessione storica a cura della nota storica Prof.ssa Elena Aga Rossi e dell'Autore, è terminata con la visione del documentario e il successivo intervento della Sig.ra Mirella Romano, Presidentessa del "Comitato delle Vittime del Santa Lucia" che ha introdotto l'indirizzo conclusivo a cura dell'Ammiraglio Pettorino, personalmente e affettivamente legato alle vicende del Santa Lucia, a bordo del quale era imbarcato il nonno paterno.

"Il mio amore per il mare – ha affermato l'Ammiraglio Pettorino, prossimo a lasciare il servizio per raggiunti limiti d'età - è nato ascoltando le storie di mio nonno, idealmente parte di questa vicenda ed è proprio con questo evento pubblico che si conclude simbolicamente il mio viaggio professionale: una coincidenza per me non casuale, ma ricca di particolare significato emotivo".


 

22/07/2021 Ponza Attività Eventi

 

Si è tenuta a ieri sera a Ponza, la presentazione di due progetti editoriali promossi dal Comando generale della Guardia Costiera per ricordare l'affondamento del piroscafo "Santa Lucia", che ricorre il prossimo 24 luglio. La nave postale Santa Lucia svolgeva un servizio di collegamento tra le isole ponziane e la terraferma: si trattava di un piroscafo "militarizzato" che aveva assunto la caratteristica livrea grigia e che era stato dotato di un cannoncino posizionato a prua, silurato e affondato con settanta persone a bordo, durante una missione di ricognizione armata dagli aerei inglesi del 47° stormo della Royal Air Force decollati da Protville Tunisi. L'affondamento, che avvenne a circa due miglia da Ventotene, causò la morte di 66 persone. Solo 4 furono i superstiti.

Per fare definitivamente luce sulla drammatica vicenda, che rappresenta una delle tante "ferite di guerra" alle comunità marittime del Paese, l'Ufficio Comunicazione del Comando generale ha curato la pubblicazione del libro "Silurate", scritto dal Prof. Luciano Zani ed edito dalla Casa Editrice "All Around", che arricchisce la collana "Storie di Mare", nata dalla volontà di dare profondità e memoria alla tradizione marittima del nostro Paese, raccontando il mare in maniera trasversale; collana, questa, che ospita, tra le altre, anche opere che raccontano ad esempio la figura del Comandante Eroe della Guardia Costiera Natale De Grazia, morto in circostanze misteriose mentre investigava sulle "navi dei veleni" nel Mediterraneo, così come quella dedicata al Comandante della Capitaneria di porto di Savona Enrico Roni e al suo coraggio in occasione delle vicende dell'armistizio del '43.

Il libro "Silurate!" si ricollega al documentario "Al centro di un Gorgo" del regista Fabio Maiorino – presentato anch'esso nel corso della serata – curato dall'Ufficio Comunicazione del Comando generale in collaborazione con la Regione Lazio, che racconta la vicenda nel più ampio contesto storico della Seconda guerra mondiale.

L'importante momento di condivisione, presenziato dal Comandante generale, Ammiraglio Giovanni Pettorino - al quale hanno preso parte anche il Direttore Marittimo del Lazio, Comandante Francesco Tomas, nonché i Comandanti rispettivamente della Capitaneria di porto di Gaeta e dell'Ufficio Circondariale marittimo di Ponza, Federico Giorgi e Diego Baglivo - è stato introdotto dagli indirizzi di saluto del Sindaco Francesco Ferraiuolo e del Dott. Gennaro Di Fazio rappresentante della comunità delle isole ponziane.

Successivamente il Comandante Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando generale, ha presentato i due progetti editoriali e le loro finalità, incentrate sulla valorizzazione, divulgazione e conservazione della cultura del mare e della sua memoria; finalità, questa, che il Corpo persegue da anni anche attraverso i propri Comandi territoriali e mediante mirate iniziative di comunicazione.

La presentazione, proseguita con un momento di riflessione storica a cura della nota storica Prof.ssa Elena Aga Rossi e dell'Autore, è terminata con la visione del documentario e il successivo intervento della Sig.ra Mirella Romano, Presidentessa del "Comitato delle Vittime del Santa Lucia" che ha introdotto l'indirizzo conclusivo a cura dell'Ammiraglio Pettorino, personalmente e affettivamente legato alle vicende del Santa Lucia, a bordo del quale era imbarcato il nonno paterno.

"Il mio amore per il mare – ha affermato l'Ammiraglio Pettorino, prossimo a lasciare il servizio per raggiunti limiti d'età - è nato ascoltando le storie di mio nonno, idealmente parte di questa vicenda ed è proprio con questo evento pubblico che si conclude simbolicamente il mio viaggio professionale: una coincidenza per me non casuale, ma ricca di particolare significato emotivo".


 

Eventi

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale alla Capitaneria di Porto di Brindisi

Immagine segnaposto

Premio Nazionale Ambiente e Legalità 2021 - Legambiente premia la Guardia Costiera di Terracina

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera riceve il riconoscimento "Quality shipping for the 21st Century" dalla US Coast Guard

Immagine segnaposto

Il Comandante generale della Guardia Costiera visita la Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia