​Nel pomeriggio di giovedì 2 dicembre il Ministro degli Interni (Secretary of State for the Home Department) del Regno Unito, Mrs. Priti Patel, è stata ricevuta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone.
Nell’occasione il Ministro ha visitato la Centrale Operativa della Guardia Costiera (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) dove, a cura del Capo Centrale C.V. (CP) Gianluca D’Agostino, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio ed informazione del traffico marittimo ed è stata descritta l’organizzazione nazionale di ricerca e soccorso in mare, con particolare riferimento al ruolo del Corpo per il coordinamento delle operazioni di salvaguardia della vita umana connesse ai flussi migratori.
Il Ministro, nel rivolgere il forte e sentito ringraziamento del governo britannico per la quotidiana e defatigante opera di soccorso svolta dal personale del Corpo, ha dimostrato grande interesse per le specifiche attribuzioni della Guardia Costiera, come testimoniano le numerose domande sulle attività condotte nel Mediterraneo - anche nell’ambito delle operazioni congiunte sotto l’egida dell’agenzia UE FRONTEX - e, in particolare, sulle analogie con i recenti eventi che hanno coinvolto imbarcazioni di migranti nel Canale della Manica.
Al termine della visita il Comandante Generale ha offerto in dono al Ministro il tradizionale crest della Guardia Costiera.

05/12/2021 Roma Eventi

​Nel pomeriggio di giovedì 2 dicembre il Ministro degli Interni (Secretary of State for the Home Department) del Regno Unito, Mrs. Priti Patel, è stata ricevuta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone.
Nell’occasione il Ministro ha visitato la Centrale Operativa della Guardia Costiera (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) dove, a cura del Capo Centrale C.V. (CP) Gianluca D’Agostino, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio ed informazione del traffico marittimo ed è stata descritta l’organizzazione nazionale di ricerca e soccorso in mare, con particolare riferimento al ruolo del Corpo per il coordinamento delle operazioni di salvaguardia della vita umana connesse ai flussi migratori.
Il Ministro, nel rivolgere il forte e sentito ringraziamento del governo britannico per la quotidiana e defatigante opera di soccorso svolta dal personale del Corpo, ha dimostrato grande interesse per le specifiche attribuzioni della Guardia Costiera, come testimoniano le numerose domande sulle attività condotte nel Mediterraneo - anche nell’ambito delle operazioni congiunte sotto l’egida dell’agenzia UE FRONTEX - e, in particolare, sulle analogie con i recenti eventi che hanno coinvolto imbarcazioni di migranti nel Canale della Manica.
Al termine della visita il Comandante Generale ha offerto in dono al Ministro il tradizionale crest della Guardia Costiera.

Eventi

Immagine segnaposto

Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare in visita al Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Trapani riceve il “Premio nazionale ambiente e legalità 2022”

Immagine segnaposto

L'Ammiraglio Carlone in visita ai Comandi territoriali della Sicilia orientale

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale interviene al 4° Convegno Alis On Tour “Trasporti e Logistica per lo Sviluppo dell’Economia Insulare e dell’Occupazione”

Roma

Immagine segnaposto

Ferragosto sicuro 2022: il Comandante Generale in videoconferenza con i comandi regionali e la componente operativa della Guardia Costiera.

Immagine segnaposto

Avviato il nuovo ciclo di distribuzione del vestiario ordinario per le Capitanerie di porto

Immagine segnaposto

Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare in visita al Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato Protocollo d'Intesa tra Comando Generale della Guardia Costiera e ISPRA