​Nel pomeriggio di giovedì 2 dicembre il Ministro degli Interni (Secretary of State for the Home Department) del Regno Unito, Mrs. Priti Patel, è stata ricevuta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone.
Nell’occasione il Ministro ha visitato la Centrale Operativa della Guardia Costiera (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) dove, a cura del Capo Centrale C.V. (CP) Gianluca D’Agostino, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio ed informazione del traffico marittimo ed è stata descritta l’organizzazione nazionale di ricerca e soccorso in mare, con particolare riferimento al ruolo del Corpo per il coordinamento delle operazioni di salvaguardia della vita umana connesse ai flussi migratori.
Il Ministro, nel rivolgere il forte e sentito ringraziamento del governo britannico per la quotidiana e defatigante opera di soccorso svolta dal personale del Corpo, ha dimostrato grande interesse per le specifiche attribuzioni della Guardia Costiera, come testimoniano le numerose domande sulle attività condotte nel Mediterraneo - anche nell’ambito delle operazioni congiunte sotto l’egida dell’agenzia UE FRONTEX - e, in particolare, sulle analogie con i recenti eventi che hanno coinvolto imbarcazioni di migranti nel Canale della Manica.
Al termine della visita il Comandante Generale ha offerto in dono al Ministro il tradizionale crest della Guardia Costiera.

05/12/2021 Roma Eventi

​Nel pomeriggio di giovedì 2 dicembre il Ministro degli Interni (Secretary of State for the Home Department) del Regno Unito, Mrs. Priti Patel, è stata ricevuta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone.
Nell’occasione il Ministro ha visitato la Centrale Operativa della Guardia Costiera (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) dove, a cura del Capo Centrale C.V. (CP) Gianluca D’Agostino, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio ed informazione del traffico marittimo ed è stata descritta l’organizzazione nazionale di ricerca e soccorso in mare, con particolare riferimento al ruolo del Corpo per il coordinamento delle operazioni di salvaguardia della vita umana connesse ai flussi migratori.
Il Ministro, nel rivolgere il forte e sentito ringraziamento del governo britannico per la quotidiana e defatigante opera di soccorso svolta dal personale del Corpo, ha dimostrato grande interesse per le specifiche attribuzioni della Guardia Costiera, come testimoniano le numerose domande sulle attività condotte nel Mediterraneo - anche nell’ambito delle operazioni congiunte sotto l’egida dell’agenzia UE FRONTEX - e, in particolare, sulle analogie con i recenti eventi che hanno coinvolto imbarcazioni di migranti nel Canale della Manica.
Al termine della visita il Comandante Generale ha offerto in dono al Ministro il tradizionale crest della Guardia Costiera.

Eventi

Immagine segnaposto

Nuova certificazione per il Laboratorio Analisi Ambientali “CF (CP) Natale DE GRAZIA” della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera partecipa alla giornata commemorativa “Per non dimenticare” organizzata dal Tribunale di Grosseto.

Immagine segnaposto

Al Museo delle Navi romane presentato il libro “Sotto le stelle del Giglio - il naufragio della Costa Concordia” di Salvatore De Mola

Immagine segnaposto

“Operazione Atlantide”: al Mipaaf diffusi i primi risultati dell’attività svolta dalla Guardia Costiera a tutela del consumatore e dell’intera filiera ittica

Roma

Immagine segnaposto

Nuova certificazione per il Laboratorio Analisi Ambientali “CF (CP) Natale DE GRAZIA” della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 12.1.2022 - Guardia Costiera: al museo delle Navi romane presentato il libro “Sotto le stelle del Giglio. Il naufragio della Costa Concordia” di Salvatore De Mola

Immagine segnaposto

Al Museo delle Navi romane presentato il libro “Sotto le stelle del Giglio - il naufragio della Costa Concordia” di Salvatore De Mola

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 11 gennaio 2022 - Sottoposta a fermo amministrativo la nave Ocean Viking