Il 27 novembre 2018, presso la sede dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale di Venezia, si è tenuta la 15^ riunione del "Mediterranean Expert Working Group", un gruppo di lavoro che opera nell'ambito del Sistema regionale per lo scambio delle informazioni AIS (Automatic Identification System) nel Mar Mediterraneo (MAREΣ, Mediterranean Ais Regional Exchange System).

MAREΣ è una piattaforma informativa, realizzata e gestita dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che risponde al disposto della Direttiva 2002/59/CE del 27 giugno 2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio, assicurando lo scambio di informazioni inerenti al traffico marittimo tra gli Stati Membri della sponda nord del bacino del Mediterraneo.

MAREΣ è altresì utilizzata per consentire lo scambio di informazioni nel bacino del mar Adriatico, laddove sono presenti anche Stati non UE. Le informazioni acquisite dalla piattaforma mediterranea confluiscono nella più ampia rete comunitaria dedita allo scambio di informazioni sul traffico marittimo denominata SafeSeaNet, realizzata e gestita dall'European Maritime Safety Agency (EMSA), ai sensi della Direttiva 2002/59/CE.

Il ruolo cruciale svolto dalla piattaforma MAREΣ, quale fattore abilitante per la "maritime situational awareness", è stato recentemente riconosciuto nell'ambito dell'ultimo forum delle Guardie Costiere del Mediterraneo, tenutosi a Marsiglia lo scorso mese di giugno.

Ai lavori, avviati dal Direttore Marittimo del Veneto Contrammiraglio Piero Pellizzari, hanno partecipato esperti di sicurezza della navigazione di 15 Stati: Croazia, Georgia, Giordania, Grecia, Italia, Malta, Marocco, Montenegro, Norvegia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Tunisia, Ucraina, oltre al Capo Unità "Vessel and Port reporting" di EMSA Mr. Lazaros Aichmalotidis.

La riunione è stata organizzata nell'ambito del progetto europeo Charge, cofinanziato nell'ambito del Programma interregionale Italia-Croazia, di cui l'AdSP MAS è partner; un progetto che ha come obiettivo il potenziamento della cooperazione tra i porti di Italia e Croazia per sostenere lo sviluppo dei collegamenti "Autostrade del Mare" e contribuire a rendere più sostenibile il trasporto merci in Adriatico anche tramite la condivisione di dati AIS e la messa in rete degli stessi, allo scopo di rendere la navigazione più sicura ed efficiente. Nel corso della riunione è intervenuto il Capitano di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo del Reparto VII - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni del Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, evidenziando gli ultimi upgrade della piattaforma MAREΣ nonché la road map dei prossimi sviluppi.

Per l'AdSP MAS è intervenuto il Direttore Pianificazione Strategica e Sviluppo, Antonio Revedin, illustrando i punti di collaborazione tra porto e il Comando Generale per quanto concerne l'utilizzo dei dati AIS e la sua applicazione nell'ambito del progetto Charge.

La cornice della 15^ riunione del Mediterranean Expert Working Group ha aperto le porte anche agli esperti della Norvegian Coastal Administration, che gestisce l'analogo del sistema regionale MAREΣ in esercizio nell'area del mar del Nord e del mar Baltico, nonché ai rappresentanti degli Stati beneficiari dei progetti comunitari SAFEMED IV (sponda sud del Mediterraneo: Marocco Tunisia) e "Black and Caspian Sea" (Mar Nero e Mar Caspio: Georgia ed Ucraina).

I lavori sono proseguiti nella giornata di mercoledì 28 novembre nell'ambito di un vertice tra l'EMSA e le rappresentanze del Comando Generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera e la Norvegian Coastal Administration, al fine di condividere best practices in tema di monitoraggio del traffico marittimo.


30/11/2018 Venezia Eventi

Il 27 novembre 2018, presso la sede dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale di Venezia, si è tenuta la 15^ riunione del "Mediterranean Expert Working Group", un gruppo di lavoro che opera nell'ambito del Sistema regionale per lo scambio delle informazioni AIS (Automatic Identification System) nel Mar Mediterraneo (MAREΣ, Mediterranean Ais Regional Exchange System).

MAREΣ è una piattaforma informativa, realizzata e gestita dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che risponde al disposto della Direttiva 2002/59/CE del 27 giugno 2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio, assicurando lo scambio di informazioni inerenti al traffico marittimo tra gli Stati Membri della sponda nord del bacino del Mediterraneo.

MAREΣ è altresì utilizzata per consentire lo scambio di informazioni nel bacino del mar Adriatico, laddove sono presenti anche Stati non UE. Le informazioni acquisite dalla piattaforma mediterranea confluiscono nella più ampia rete comunitaria dedita allo scambio di informazioni sul traffico marittimo denominata SafeSeaNet, realizzata e gestita dall'European Maritime Safety Agency (EMSA), ai sensi della Direttiva 2002/59/CE.

Il ruolo cruciale svolto dalla piattaforma MAREΣ, quale fattore abilitante per la "maritime situational awareness", è stato recentemente riconosciuto nell'ambito dell'ultimo forum delle Guardie Costiere del Mediterraneo, tenutosi a Marsiglia lo scorso mese di giugno.

Ai lavori, avviati dal Direttore Marittimo del Veneto Contrammiraglio Piero Pellizzari, hanno partecipato esperti di sicurezza della navigazione di 15 Stati: Croazia, Georgia, Giordania, Grecia, Italia, Malta, Marocco, Montenegro, Norvegia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Tunisia, Ucraina, oltre al Capo Unità "Vessel and Port reporting" di EMSA Mr. Lazaros Aichmalotidis.

La riunione è stata organizzata nell'ambito del progetto europeo Charge, cofinanziato nell'ambito del Programma interregionale Italia-Croazia, di cui l'AdSP MAS è partner; un progetto che ha come obiettivo il potenziamento della cooperazione tra i porti di Italia e Croazia per sostenere lo sviluppo dei collegamenti "Autostrade del Mare" e contribuire a rendere più sostenibile il trasporto merci in Adriatico anche tramite la condivisione di dati AIS e la messa in rete degli stessi, allo scopo di rendere la navigazione più sicura ed efficiente. Nel corso della riunione è intervenuto il Capitano di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo del Reparto VII - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni del Comando Generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, evidenziando gli ultimi upgrade della piattaforma MAREΣ nonché la road map dei prossimi sviluppi.

Per l'AdSP MAS è intervenuto il Direttore Pianificazione Strategica e Sviluppo, Antonio Revedin, illustrando i punti di collaborazione tra porto e il Comando Generale per quanto concerne l'utilizzo dei dati AIS e la sua applicazione nell'ambito del progetto Charge.

La cornice della 15^ riunione del Mediterranean Expert Working Group ha aperto le porte anche agli esperti della Norvegian Coastal Administration, che gestisce l'analogo del sistema regionale MAREΣ in esercizio nell'area del mar del Nord e del mar Baltico, nonché ai rappresentanti degli Stati beneficiari dei progetti comunitari SAFEMED IV (sponda sud del Mediterraneo: Marocco Tunisia) e "Black and Caspian Sea" (Mar Nero e Mar Caspio: Georgia ed Ucraina).

I lavori sono proseguiti nella giornata di mercoledì 28 novembre nell'ambito di un vertice tra l'EMSA e le rappresentanze del Comando Generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera e la Norvegian Coastal Administration, al fine di condividere best practices in tema di monitoraggio del traffico marittimo.


Eventi

Immagine segnaposto

Visita del Ministro degli Interni del Regno Unito al “Centro Operativo Nazionale Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato il memorandum d'intesa tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera e la US Coast Guard

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale a Londra per una serie di incontri istituzionali

Immagine segnaposto

Concluso il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all’abilitazione al Comando delle navi maggiori del Corpo.

Venezia

Immagine segnaposto

Siglato a Venezia un protocollo d’intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto e l'Agenzia del Demanio

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Venezia

Immagine segnaposto

La Ministra delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Direzione Marittima del Veneto

Immagine segnaposto

UNA DELEGAZIONE DI COMMISSARI UNESCO IN VISITA ALLA DIREZIONE MARITTIMA DEL VENETO