Nella giornata del 21 luglio, presso la sala crisi del Comando generale si è tenuto il 5° Workshop per la modernizzazione del sistema di rapportazione navale del Mare Adriatico (ADRIREP), cioè il sistema di informazione obbligatoria alle competenti Autorità Marittime da parte delle navi in navigazione nel Mare Adriatico che trasportano merci pericolose.

Il workshop è stato organizzato nell'ambito delle attività del progetto EUREKA (acronimo di EURopean nEtworK of maritime Administrations), afferente al Programma ADRION 2014-2020, di cui il Comando generale è partner insieme alle Amministrazioni marittime dei Paesi della regione adriatico-ionica.

Quale attuazione dell'azione dell'Action Plan della strategia macro-regionale dell'Unione Europea per la regione adriatico-ionica denominata EUSAIR, il progetto EUREKA, si prefigge i seguenti obiettivi:

 - creazione di una rete transnazionale permanente delle amministrazioni competenti per la sicurezza marittima;

 - aggiornamento, integrazione e semplificazione del sistema di rapportazione navale obbligatorio già operativo nel bacino del Mare Adriatico, denominato ADRIREP, adottato con la Risoluzione IMO MSC 139 (76) del 5 dicembre 2002;

 - predisposizione di percorsi formativi comuni per gli operatori addetti al Vessel Traffic Management;

 - armonizzazione delle procedure di gestione delle informazioni sul traffico marittimo gestite dai Vessel Traffic Management Information System (VTMIS) nazionali ed implementazione del Sea Traffic Management Service.

Al meeting, tenuto in modalità ibrida (con partecipazione sia in presenza che in videoconferenza) hanno partecipato, oltre al Comando generale, i rappresentanti delle Amministrazioni marittime di Slovenia, Croazia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina e Albania. Erano presenti inoltre, rappresentanti dell'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (EMSA) che, in tale contesto, fornisce il proprio supporto tecnico alle attività relative alla modernizzazione del sistema ADRIREP, operativo dal 1° luglio 2003 nel bacino del Mare Adriatico.

I convenuti sono stati accolti dal Contrammiraglio Enrico CASTIONI che, a nome del Comandante generale, ha sottolineato l'importanza che la Guardia Costiera italiana attribuisce all'attuazione della strategia europea EUSAIR nella regione adriatico-ionica e, in particolare, al progetto EUREKA. Il Contrammiraglio Castioni ha, inoltre, ringraziato l'EMSA per il qualificato contributo prestato che costituisce sicuro valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi prefissati del progetto.

Tema al centro dell'incontro è stata la definizione dei requisiti del futuro sistema di rapportazione navale ADRIREP per l'aggiornamento del quale sarà predisposta la necessaria documentazione tecnica da sottoporre all'approvazione dell'IMO. 

27/07/2022 Roma Attività Eventi

Nella giornata del 21 luglio, presso la sala crisi del Comando generale si è tenuto il 5° Workshop per la modernizzazione del sistema di rapportazione navale del Mare Adriatico (ADRIREP), cioè il sistema di informazione obbligatoria alle competenti Autorità Marittime da parte delle navi in navigazione nel Mare Adriatico che trasportano merci pericolose.

Il workshop è stato organizzato nell'ambito delle attività del progetto EUREKA (acronimo di EURopean nEtworK of maritime Administrations), afferente al Programma ADRION 2014-2020, di cui il Comando generale è partner insieme alle Amministrazioni marittime dei Paesi della regione adriatico-ionica.

Quale attuazione dell'azione dell'Action Plan della strategia macro-regionale dell'Unione Europea per la regione adriatico-ionica denominata EUSAIR, il progetto EUREKA, si prefigge i seguenti obiettivi:

 - creazione di una rete transnazionale permanente delle amministrazioni competenti per la sicurezza marittima;

 - aggiornamento, integrazione e semplificazione del sistema di rapportazione navale obbligatorio già operativo nel bacino del Mare Adriatico, denominato ADRIREP, adottato con la Risoluzione IMO MSC 139 (76) del 5 dicembre 2002;

 - predisposizione di percorsi formativi comuni per gli operatori addetti al Vessel Traffic Management;

 - armonizzazione delle procedure di gestione delle informazioni sul traffico marittimo gestite dai Vessel Traffic Management Information System (VTMIS) nazionali ed implementazione del Sea Traffic Management Service.

Al meeting, tenuto in modalità ibrida (con partecipazione sia in presenza che in videoconferenza) hanno partecipato, oltre al Comando generale, i rappresentanti delle Amministrazioni marittime di Slovenia, Croazia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina e Albania. Erano presenti inoltre, rappresentanti dell'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (EMSA) che, in tale contesto, fornisce il proprio supporto tecnico alle attività relative alla modernizzazione del sistema ADRIREP, operativo dal 1° luglio 2003 nel bacino del Mare Adriatico.

I convenuti sono stati accolti dal Contrammiraglio Enrico CASTIONI che, a nome del Comandante generale, ha sottolineato l'importanza che la Guardia Costiera italiana attribuisce all'attuazione della strategia europea EUSAIR nella regione adriatico-ionica e, in particolare, al progetto EUREKA. Il Contrammiraglio Castioni ha, inoltre, ringraziato l'EMSA per il qualificato contributo prestato che costituisce sicuro valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi prefissati del progetto.

Tema al centro dell'incontro è stata la definizione dei requisiti del futuro sistema di rapportazione navale ADRIREP per l'aggiornamento del quale sarà predisposta la necessaria documentazione tecnica da sottoporre all'approvazione dell'IMO. 

Eventi

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Trapani riceve il “Premio nazionale ambiente e legalità 2022”

Immagine segnaposto

L'Ammiraglio Carlone in visita ai Comandi territoriali della Sicilia orientale

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale interviene al 4° Convegno Alis On Tour “Trasporti e Logistica per lo Sviluppo dell’Economia Insulare e dell’Occupazione”

Immagine segnaposto

Il Ministro Giovannini in visita alla Direzione Marittima di Civitavecchia

Roma

Immagine segnaposto

Firmato Protocollo d'Intesa tra Comando Generale della Guardia Costiera e ISPRA

Immagine segnaposto

Sottoscritto a Roma, alla presenza del Ministro Giovannini, un accordo di collaborazione tra Comando Generale della Guardia Costiera e Assoporti

Immagine segnaposto

Da sempre in mare, al servizio degli altri: 157 anni fa nasceva il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera