Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, è intervenuto al 4° convegno “Alis On Tour”, ultimo appuntamento, in ordine di tempo, organizzato dal ALIS, Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile tenutasi il 2 Agosto a Catania.

L’evento è stato moderato dalla dott.ssa Nunzia De Girolamo, già  parlamentare nonchè Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali.

Il convegno - organizzato con l’obiettivo di valorizzare ancor di più l’importanza strategica del trasporto e della logistica e, in particolare, la centralità del Sud nel sistema produttivo nazionale e nello scenario europeo - ha registrato la presenza di importanti rappresentanti istituzionali, di imprese, professioni e terzo settore, che con il loro apporto hanno contribuito a mantenere vivo il dibattito sullo sviluppo sostenibile e la sicurezza per la crescita del sistema Paese.

Tra gli ospiti intervenuti, i Presidenti delle Autorità di Sistema Portuale della Sicilia Orientale, dello Stretto e del Tirreno Centrale, rispettivamente il Dott. Francesco Di Sarcina, l'Ing. Mario Mega e il Avv. Andrea Annunziata. 

Dopo un intervento introduttivo del Presidente Alis, Guido Grimaldi, e dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in un’intervista “a tu per tu” con la moderatrice, il Comandante Generale ha parlato dell’impegno profuso dalle donne e dagli uomini del Corpo a sostegno di tutto il sistema Paese con un focus specifico sulle regioni del Mezzogiorno. 

“Il ruolo e le attribuzioni delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, con la propria visione unitaria del mare” ha spiegato l’Ammiraglio Carlone nel suo intervento, “sono parte integrante e indispensabile per l’economia del mare che ad oggi in Italia vale il 2,7% del Pil."

Non è mancato anche un focus specifico sulle attività degli Uffici marittimi nelle realtà territoriali del Mezzogiorno: "In tale contesto” ha proseguito l’Ammiraglio, “la presenza capillare delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, soprattutto lungo le coste del Sud, è un valore aggiunto a sostegno degli interessi economici e produttivi correlati agli usi civili del mare; lo conferma il numero di procedimenti e atti amministrativi processati annualmente dagli Uffici Marittimi, che ammonta complessivamente ad oltre 1 milione".

03/08/2022 Catania Eventi Attività

Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, è intervenuto al 4° convegno “Alis On Tour”, ultimo appuntamento, in ordine di tempo, organizzato dal ALIS, Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile tenutasi il 2 Agosto a Catania.

L’evento è stato moderato dalla dott.ssa Nunzia De Girolamo, già  parlamentare nonchè Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali.

Il convegno - organizzato con l’obiettivo di valorizzare ancor di più l’importanza strategica del trasporto e della logistica e, in particolare, la centralità del Sud nel sistema produttivo nazionale e nello scenario europeo - ha registrato la presenza di importanti rappresentanti istituzionali, di imprese, professioni e terzo settore, che con il loro apporto hanno contribuito a mantenere vivo il dibattito sullo sviluppo sostenibile e la sicurezza per la crescita del sistema Paese.

Tra gli ospiti intervenuti, i Presidenti delle Autorità di Sistema Portuale della Sicilia Orientale, dello Stretto e del Tirreno Centrale, rispettivamente il Dott. Francesco Di Sarcina, l'Ing. Mario Mega e il Avv. Andrea Annunziata. 

Dopo un intervento introduttivo del Presidente Alis, Guido Grimaldi, e dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in un’intervista “a tu per tu” con la moderatrice, il Comandante Generale ha parlato dell’impegno profuso dalle donne e dagli uomini del Corpo a sostegno di tutto il sistema Paese con un focus specifico sulle regioni del Mezzogiorno. 

“Il ruolo e le attribuzioni delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, con la propria visione unitaria del mare” ha spiegato l’Ammiraglio Carlone nel suo intervento, “sono parte integrante e indispensabile per l’economia del mare che ad oggi in Italia vale il 2,7% del Pil."

Non è mancato anche un focus specifico sulle attività degli Uffici marittimi nelle realtà territoriali del Mezzogiorno: "In tale contesto” ha proseguito l’Ammiraglio, “la presenza capillare delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, soprattutto lungo le coste del Sud, è un valore aggiunto a sostegno degli interessi economici e produttivi correlati agli usi civili del mare; lo conferma il numero di procedimenti e atti amministrativi processati annualmente dagli Uffici Marittimi, che ammonta complessivamente ad oltre 1 milione".

Attività

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Trapani riceve il “Premio nazionale ambiente e legalità 2022”

Immagine segnaposto

L'Ammiraglio Carlone in visita ai Comandi territoriali della Sicilia orientale

Immagine segnaposto

Il Ministro Giovannini in visita alla Direzione Marittima di Civitavecchia

Catania

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Catania all'Etna Comics

Immagine segnaposto

Il Comandante per la Marina USA Regione Europa, Africa Centrale e Comandante, Forze Aeree Marittime USA visita la Direzione marittima della Sicilia orientale.

Immagine segnaposto

Il Vice Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, On. Alessandro Morelli, visita la Capitaneria di porto di Catania sede della Direzione Marittima della Sicilia orientale