Lo scorso 1 aprile, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE, si è recato in visita presso l’Ateneo dell’Università Aldo Moro di Bari per un incontro con il Rettore, il Prof. Stefano BRONZINI. 

L’occasione ha permesso di approfondire e conoscere le rispettive realtà ed è stata motivo per presentare ufficialmente un’iniziativa formativa che il Comando Generale ha affidato al Dipartimento di Biologia dell’Ateneo, sotto la responsabilità scientifica del Prof. Roberto CARLUCCI.

L’Ateneo barese, infatti, organizzerà un Corso di Alta Formazione denominato “L’ambiente marino: impatti e monitoraggi dalla costa al largo” a favore di 30 Ufficiali/Sottufficiali del personale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, con  modalità di erogazione a distanza e attività on the job presso il Polo Scientifico e Tecnologico Magna Grecia di Taranto, come pure in mare per l’applicazione sul campo di campionamenti biologici, analisi chimiche e tecniche di campionamento di acque e sedimenti. 

Il personale del Corpo, in forza delle competenze che le leggi dello Stato affidano alle Capitanerie di porto, da sempre impegnate nella prevenzione e nell’accertamento di reati e illeciti in materia di ambiente marino e di traffici illeciti di rifiuti, ha già frequentato in precedenza corsi di Alta Formazione erogati in precedenza dallo stesso Ateneo. 

Quest’ultima iniziativa, oltre a rinsaldare la proficua collaborazione tra diverse Amministrazioni dello Stato, permetterà alle donne e agli uomini del Corpo di elevare ulteriormente il livello di preparazione, nell’ottica di restituire alla cittadinanza un servizio sempre più mirato al bene comune.

04/04/2022 Bari Attività Eventi

Lo scorso 1 aprile, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE, si è recato in visita presso l’Ateneo dell’Università Aldo Moro di Bari per un incontro con il Rettore, il Prof. Stefano BRONZINI. 

L’occasione ha permesso di approfondire e conoscere le rispettive realtà ed è stata motivo per presentare ufficialmente un’iniziativa formativa che il Comando Generale ha affidato al Dipartimento di Biologia dell’Ateneo, sotto la responsabilità scientifica del Prof. Roberto CARLUCCI.

L’Ateneo barese, infatti, organizzerà un Corso di Alta Formazione denominato “L’ambiente marino: impatti e monitoraggi dalla costa al largo” a favore di 30 Ufficiali/Sottufficiali del personale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, con  modalità di erogazione a distanza e attività on the job presso il Polo Scientifico e Tecnologico Magna Grecia di Taranto, come pure in mare per l’applicazione sul campo di campionamenti biologici, analisi chimiche e tecniche di campionamento di acque e sedimenti. 

Il personale del Corpo, in forza delle competenze che le leggi dello Stato affidano alle Capitanerie di porto, da sempre impegnate nella prevenzione e nell’accertamento di reati e illeciti in materia di ambiente marino e di traffici illeciti di rifiuti, ha già frequentato in precedenza corsi di Alta Formazione erogati in precedenza dallo stesso Ateneo. 

Quest’ultima iniziativa, oltre a rinsaldare la proficua collaborazione tra diverse Amministrazioni dello Stato, permetterà alle donne e agli uomini del Corpo di elevare ulteriormente il livello di preparazione, nell’ottica di restituire alla cittadinanza un servizio sempre più mirato al bene comune.

Eventi

Immagine segnaposto

Il Prefetto Marittimo del Mediterraneo in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

A Bari la Guardia Costiera promuove la cultura del mare.

Immagine segnaposto

Siglato Protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e Le Misericordie

Immagine segnaposto

1942-2022. Gli ottant’anni del Codice della navigazione tra passato, presente e futuro

Bari

Immagine segnaposto

A Bari la Guardia Costiera promuove la cultura del mare.

Immagine segnaposto

Il Ministro Giovannini in visita alla Direzione Marittima di Bari

Immagine segnaposto

Cambio di comando alla Direzione Marittima della Puglia Basilicata Jonica e Capitaneria di porto di Bari