Nel mese di marzo, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un protocollo di intesa tra il Corpo e l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (A.N.M.I.).

Il documento, sottoscritto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, e dal Presidente Nazionale dell'A.N.M.I., Ammiraglio di Squadra (r) Paolo Pagnotella, consolida l'impegno dell'Associazione a supporto del Corpo nello svolgimento dei servizi offerti al cittadino, valorizzando l'immagine e l'attività che la Guardia Costiera svolge in materia di divulgazione della cultura e della sicurezza in mare. Tale collaborazione verrà concretamente messa in atto attraverso l'organizzazione di conferenze, di corsi di cultura marittima e navale e di eventi culturali, con la distribuzione di materiale informativo (ad esempio, sulla possibilità di arruolamento per giovani aspiranti marinai) e mediante visite guidate presso musei e presso le sedi dei Comandi territoriali. La Guardia Costiera, a sua volta, attraverso i propri Comandi, si impegnerà a favorire forme di accordo e collaborazione tra i Gruppi locali dell'A.N.M.I e le amministrazioni civiche.

La sottoscrizione del protocollo conferma, di fatto, lo spirito di Corpo e l'unione di intenti che accomuna tutti i marinai, in servizio come in congedo, che indistintamente dedicano il proprio impegno alla collettività. 



13/03/2017 Roma Eventi

Nel mese di marzo, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un protocollo di intesa tra il Corpo e l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (A.N.M.I.).

Il documento, sottoscritto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, e dal Presidente Nazionale dell'A.N.M.I., Ammiraglio di Squadra (r) Paolo Pagnotella, consolida l'impegno dell'Associazione a supporto del Corpo nello svolgimento dei servizi offerti al cittadino, valorizzando l'immagine e l'attività che la Guardia Costiera svolge in materia di divulgazione della cultura e della sicurezza in mare. Tale collaborazione verrà concretamente messa in atto attraverso l'organizzazione di conferenze, di corsi di cultura marittima e navale e di eventi culturali, con la distribuzione di materiale informativo (ad esempio, sulla possibilità di arruolamento per giovani aspiranti marinai) e mediante visite guidate presso musei e presso le sedi dei Comandi territoriali. La Guardia Costiera, a sua volta, attraverso i propri Comandi, si impegnerà a favorire forme di accordo e collaborazione tra i Gruppi locali dell'A.N.M.I e le amministrazioni civiche.

La sottoscrizione del protocollo conferma, di fatto, lo spirito di Corpo e l'unione di intenti che accomuna tutti i marinai, in servizio come in congedo, che indistintamente dedicano il proprio impegno alla collettività. 



Eventi

Immagine segnaposto

Incontro annuale con il cluster marittimo nazionale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera italiana ha completato due progetti UE in favore dell’Amministrazione Marittima ucraina

Immagine segnaposto

Al Comando Generale la riunione di fine anno per il Comitato Nazionale del Welfare della Gente di Mare

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera a Durazzo per la cerimonia conclusiva del Progetto UE "Support to fishery sector in Albania"

Roma

Immagine segnaposto

Incontro annuale con il cluster marittimo nazionale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera italiana ha completato due progetti UE in favore dell’Amministrazione Marittima ucraina

Immagine segnaposto

Al Comando Generale la riunione di fine anno per il Comitato Nazionale del Welfare della Gente di Mare

Immagine segnaposto

Operazione complessa "Senza Traccia"