"NAVI MUTE" TRA I VINCITORI DEL PREMIO LETTERARIO "CARLO MARINCOVICH".

IL LIBRO, PUBBLICATO NELLA COLLANA "STORIE DI MARE", E' DEDICATO AL COMANDANTE DELLA GUARDIA COSTIERA NATALE DE GRAZIA E AL SUO IMPEGNO IN DIFESA DEL MARE

 

Contributo di immagini: https://we.tl/t-sX3EXzpDv4

 

Si è svolta oggi, a Roma, la cerimonia del premio giornalistico-letterario "Carlo Marincovich". Giunto alla sua 12^ edizione, il premio nasce per ricordare la passione e la competenza con cui, per quasi cinquanta anni, il noto giornalista, nonché appassionato velista, ha saputo raccontare il mare divulgandone la cultura sulle maggiori testate specializzate e sul quotidiano La Repubblica. Un premio, quindi, che rende merito a coloro che attraverso le proprie opere contribuiscono alla diffusione della cultura del mare in Italia.

Autori e opere hanno concorso in 3 sezioni, saggistica, narrativa e junior, e in due sezioni giornalistiche, cultura del mare e navigazione.

Il libro "Navi Mute". Il mistero sulla morte del Comandante Natale De Grazia", scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, quest'ultimo anche sottufficiale della Guardia Costiera, è risultato terzo classificato nella sezione saggistica, aggiudicandosi uno dei particolarissimi premi, costituiti da cimeli donati da navigatori e atleti, cantieri nautici e yacht club, veri oggetti d'arte che testimoniano la storia del mare e della navigazione. Ad accogliere sul palco i vincitori è stata la Sig.ra Patrizia Melani, moderatrice dell'evento e moglie di Carlo.

Il libro, partendo dai valori umani e professionali che hanno contraddistinto la preziosa esistenza di Natale De Grazia, ripercorre le circostanze che portarono alla morte del Comandante, ufficiale in servizio alla Capitaneria di porto di Reggio Calabria, tenace investigatore, chiamato dalla Procura a fare luce su un traffico illecito di rifiuti radioattivi nel Mediterraneo, in virtù della sua perizia e delle sue spiccate qualità morali.

Navi Mute, è la prima pubblicazione di una collana intitolata "Storie di mare", edita da All Around in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera - che in poco più di un anno ha già raccolto 5 libri. Oggi, De Grazia è considerato un eroe ma non si possono dimenticare altre scelte e altri protagonisti. Fra questi il comandante Roni che il 9 settembre 1943, nelle prime confuse ore dell'armistizio, salvò il porto di Savona ordinando l'affondamento delle navi e così rendendo il porto inagibile ai nazisti. A lui è dedicato il libro "Affondate le navi" di Donatella Alfonso. "Silurate! 24 luglio 1943", di Luciano Zani, ricorda un altro episodio della Seconda guerra mondiale, l'affondamento del postale Santa Lucia che faceva la spola tra le isole Pontine e fra le altre cose garantiva i contatti epistolari dei confinati antifascisti di Ventotene.

Eroico anche l'intervento di soccorso dopo il naufragio della London Valour, uno dei disastri in mare più violenti. Avvenuto nel porto di Genova, gli è dedicata anche una celebre canzone di Fabrizio De Andrè. "Il giorno del diavolo", di Maurizio Piccirilli, ricostruisce i fatti con la voce dei protagonisti dei soccorsi.

Non si può dimenticare, infine, quanta cura richieda il mare per essere protetto: "Incanto nel blu", di Marina Viola, è dedicato alle Aree marine protette e alla loro tutela rappresentando così una utile guida per chi vuole godere appieno di un bene comune così prezioso.

Quello della collana è un progetto editoriale fortemente voluto dal Comando Generale, per diffondere la cultura del mare, soprattutto fra le nuove generazioni: "il nostro intento è quello di raccontare il mare a 360°, luogo di riferimento quotidiano per 11.000 donne e uomini del Corpo, declinandolo in tutte le sue espressioni, da un punto di vista narrativo, tecnico, divulgativo, storico - ha spiegato il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Direttore della collana e capo Ufficio comunicazione della Guardia Costiera - con l'auspicio che i lettori, i cittadini, possano identificarsi nel suo immenso patrimonio culturale, economico e ambientale".


29/10/2021 Roma

"NAVI MUTE" TRA I VINCITORI DEL PREMIO LETTERARIO "CARLO MARINCOVICH".

IL LIBRO, PUBBLICATO NELLA COLLANA "STORIE DI MARE", E' DEDICATO AL COMANDANTE DELLA GUARDIA COSTIERA NATALE DE GRAZIA E AL SUO IMPEGNO IN DIFESA DEL MARE

 

Contributo di immagini: https://we.tl/t-sX3EXzpDv4

 

Si è svolta oggi, a Roma, la cerimonia del premio giornalistico-letterario "Carlo Marincovich". Giunto alla sua 12^ edizione, il premio nasce per ricordare la passione e la competenza con cui, per quasi cinquanta anni, il noto giornalista, nonché appassionato velista, ha saputo raccontare il mare divulgandone la cultura sulle maggiori testate specializzate e sul quotidiano La Repubblica. Un premio, quindi, che rende merito a coloro che attraverso le proprie opere contribuiscono alla diffusione della cultura del mare in Italia.

Autori e opere hanno concorso in 3 sezioni, saggistica, narrativa e junior, e in due sezioni giornalistiche, cultura del mare e navigazione.

Il libro "Navi Mute". Il mistero sulla morte del Comandante Natale De Grazia", scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, quest'ultimo anche sottufficiale della Guardia Costiera, è risultato terzo classificato nella sezione saggistica, aggiudicandosi uno dei particolarissimi premi, costituiti da cimeli donati da navigatori e atleti, cantieri nautici e yacht club, veri oggetti d'arte che testimoniano la storia del mare e della navigazione. Ad accogliere sul palco i vincitori è stata la Sig.ra Patrizia Melani, moderatrice dell'evento e moglie di Carlo.

Il libro, partendo dai valori umani e professionali che hanno contraddistinto la preziosa esistenza di Natale De Grazia, ripercorre le circostanze che portarono alla morte del Comandante, ufficiale in servizio alla Capitaneria di porto di Reggio Calabria, tenace investigatore, chiamato dalla Procura a fare luce su un traffico illecito di rifiuti radioattivi nel Mediterraneo, in virtù della sua perizia e delle sue spiccate qualità morali.

Navi Mute, è la prima pubblicazione di una collana intitolata "Storie di mare", edita da All Around in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera - che in poco più di un anno ha già raccolto 5 libri. Oggi, De Grazia è considerato un eroe ma non si possono dimenticare altre scelte e altri protagonisti. Fra questi il comandante Roni che il 9 settembre 1943, nelle prime confuse ore dell'armistizio, salvò il porto di Savona ordinando l'affondamento delle navi e così rendendo il porto inagibile ai nazisti. A lui è dedicato il libro "Affondate le navi" di Donatella Alfonso. "Silurate! 24 luglio 1943", di Luciano Zani, ricorda un altro episodio della Seconda guerra mondiale, l'affondamento del postale Santa Lucia che faceva la spola tra le isole Pontine e fra le altre cose garantiva i contatti epistolari dei confinati antifascisti di Ventotene.

Eroico anche l'intervento di soccorso dopo il naufragio della London Valour, uno dei disastri in mare più violenti. Avvenuto nel porto di Genova, gli è dedicata anche una celebre canzone di Fabrizio De Andrè. "Il giorno del diavolo", di Maurizio Piccirilli, ricostruisce i fatti con la voce dei protagonisti dei soccorsi.

Non si può dimenticare, infine, quanta cura richieda il mare per essere protetto: "Incanto nel blu", di Marina Viola, è dedicato alle Aree marine protette e alla loro tutela rappresentando così una utile guida per chi vuole godere appieno di un bene comune così prezioso.

Quello della collana è un progetto editoriale fortemente voluto dal Comando Generale, per diffondere la cultura del mare, soprattutto fra le nuove generazioni: "il nostro intento è quello di raccontare il mare a 360°, luogo di riferimento quotidiano per 11.000 donne e uomini del Corpo, declinandolo in tutte le sue espressioni, da un punto di vista narrativo, tecnico, divulgativo, storico - ha spiegato il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Direttore della collana e capo Ufficio comunicazione della Guardia Costiera - con l'auspicio che i lettori, i cittadini, possano identificarsi nel suo immenso patrimonio culturale, economico e ambientale".


Roma

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra i Vertici delle agenzie europee

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 20.11.2021 - Due barconi in difficoltà soccorsi dalla Guardia Costiera italiana

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 17.11.2021- NAVE GREGORETTI, DELLA GUARDIA COSTIERA ITALIANA, IMPEGNATA NELLA MISSIONE EUROPEA “IUU” PER IL CONTRASTO ALLA PESCA ILLEGALE

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 15.11.2021 - Si amplia la flotta navale della Guardia Costiera: al via la progettazione e costruzione di una nuova nave multiruolo “green"