Lo scorso 21 dicembre si è tenuta, presso il Comando Generale della Guardia Costiera, la sessione invernale del Comitato Nazionale del Welfare per la Gente di Mare, organismo creato per promuovere iniziative a tutela dei marittimi che scalano i porti nazionali, che ha permesso di fare il punto sulla situazione del Welfare marittimo nel nostro Paese, con uno sguardo rivolto anche ai marittimi ucraini in un momento davvero difficile a causa del conflitto in corso.

L'Assemblea plenaria, presieduta dal Comandante generale della Guardia Costiera, l'Ammiraglio Nicola CARLONE, ha visto la partecipazione dei rappresentanti dell'intero cluster marittimo-portuale nazionale, soci del Comitato.

Il bilancio del 2022 è stato molto positivo per le attività svolte nei porti nazionali e le iniziative progettuali intraprese dalle ventisei sedi territoriali del welfare della gente di mare, testimoniando peraltro chiaramente l'importanza della funzione di coordinamento, propulsione e raccordo del Comitato nazionale.

Diverse sono state le iniziative a favore del personale navigante intraprese localmente nel 2022 grazie anche al supporto economico offerto dal Comitato nazionale con le risorse messe a disposizione dai propri soci, tutte tese a favorire l'accoglienza dei marittimi nei porti e la loro assistenza in caso di necessità.

L'Ammiraglio Carlone ha posto come principale obiettivo per il prossimo anno l'ulteriore implementazione ed il potenziamento delle attività di welfare nelle diverse circoscrizioni marittime, favorendo tutte le necessarie sinergie operative con le Istituzioni locali volte ad una concreta comunione di intenti che caratterizza già, nella sua più intima essenza, l'agire della Guardia Costiera.

In particolare, anche per il 2023 il Comitato nazionale continuerà a supportare anche economicamente i Comitati territoriali nella realizzazione di attività a favore del benessere del personale navigante, sostenendo progetti specifici in coerenza con gli scopi del welfare ed in armonia con la convenzione internazionale ILO-MLC2006.

Il Comitato Nazionale ha dato appuntamento ai suoi soci fondatori e co-fondatori nella sessione estiva che si svolgerà, presumibilmente nel mese di giugno, a Livorno, città tanto cara al compianto Comandante generale Ammiraglio Raimondo Pollastrini, a dieci anni dalla sua scomparsa, lungimirante anima fondatrice e propulsiva del Welfare della Gente di Mare in Italia.

Il momento istituzionale è stato anche l'occasione per il tradizionale scambio di auguri natalizi.


28/12/2022 Roma Attività Eventi

Lo scorso 21 dicembre si è tenuta, presso il Comando Generale della Guardia Costiera, la sessione invernale del Comitato Nazionale del Welfare per la Gente di Mare, organismo creato per promuovere iniziative a tutela dei marittimi che scalano i porti nazionali, che ha permesso di fare il punto sulla situazione del Welfare marittimo nel nostro Paese, con uno sguardo rivolto anche ai marittimi ucraini in un momento davvero difficile a causa del conflitto in corso.

L'Assemblea plenaria, presieduta dal Comandante generale della Guardia Costiera, l'Ammiraglio Nicola CARLONE, ha visto la partecipazione dei rappresentanti dell'intero cluster marittimo-portuale nazionale, soci del Comitato.

Il bilancio del 2022 è stato molto positivo per le attività svolte nei porti nazionali e le iniziative progettuali intraprese dalle ventisei sedi territoriali del welfare della gente di mare, testimoniando peraltro chiaramente l'importanza della funzione di coordinamento, propulsione e raccordo del Comitato nazionale.

Diverse sono state le iniziative a favore del personale navigante intraprese localmente nel 2022 grazie anche al supporto economico offerto dal Comitato nazionale con le risorse messe a disposizione dai propri soci, tutte tese a favorire l'accoglienza dei marittimi nei porti e la loro assistenza in caso di necessità.

L'Ammiraglio Carlone ha posto come principale obiettivo per il prossimo anno l'ulteriore implementazione ed il potenziamento delle attività di welfare nelle diverse circoscrizioni marittime, favorendo tutte le necessarie sinergie operative con le Istituzioni locali volte ad una concreta comunione di intenti che caratterizza già, nella sua più intima essenza, l'agire della Guardia Costiera.

In particolare, anche per il 2023 il Comitato nazionale continuerà a supportare anche economicamente i Comitati territoriali nella realizzazione di attività a favore del benessere del personale navigante, sostenendo progetti specifici in coerenza con gli scopi del welfare ed in armonia con la convenzione internazionale ILO-MLC2006.

Il Comitato Nazionale ha dato appuntamento ai suoi soci fondatori e co-fondatori nella sessione estiva che si svolgerà, presumibilmente nel mese di giugno, a Livorno, città tanto cara al compianto Comandante generale Ammiraglio Raimondo Pollastrini, a dieci anni dalla sua scomparsa, lungimirante anima fondatrice e propulsiva del Welfare della Gente di Mare in Italia.

Il momento istituzionale è stato anche l'occasione per il tradizionale scambio di auguri natalizi.


Eventi

Immagine segnaposto

Incontro annuale con il cluster marittimo nazionale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera italiana ha completato due progetti UE in favore dell’Amministrazione Marittima ucraina

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera a Durazzo per la cerimonia conclusiva del Progetto UE "Support to fishery sector in Albania"

Roma

Immagine segnaposto

Incontro annuale con il cluster marittimo nazionale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera italiana ha completato due progetti UE in favore dell’Amministrazione Marittima ucraina

Immagine segnaposto

Operazione complessa "Senza Traccia"