Nella giornata odierna, il Comandante Generale della Guardia Costiera degli Stati Uniti d'America, Ammiraglio Karl Schultz, ha fatto visita al Comando Generale della Guardia Costiera italiana, accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.

Dopo il tradizionale saluto di benvenuto e la firma del libro d'onore, l'Ammiraglio Pettorino, in un incontro tenutosi in Sala Crisi e al quale hanno preso parte anche i Capi Reparto ed i Capi degli Uffici di Staff del Comando Generale, ha illustrato al proprio omologo statunitense le molteplici funzioni nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell'ambiente marino, della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, considerati fattori strategici per la crescita di un settore, quello marittimo e portuale, trainante per le economie nazionali e internazionali.

L'incontro è poi proseguito con la visita alla Centrale Operativa, dove all'illustre ospite sono state mostrate le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza. A seguire, il Comandante generale della U.S. Coast Guard ha potuto approfondire l'organizzazione territoriale del Corpo e conoscerne le componenti operative.

Attestazioni di reciproca stima hanno accompagnato la conclusione della visita, al termine della quale l'Ammiraglio Schultz ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta, esprimendo parole di vivo apprezzamento per la Guardia Costiera italiana: "11.000 uomini e donne che animano un Corpo leader nel Mediterraneo, assai vicino nella conformazione agli omologhi statunitensi. Essere uniti dagli stessi obiettivi spinge a lavorare insieme per le sfide più complesse. Assicurate un lavoro straordinario e siamo orgogliosi di essere qui oggi a testimoniare la nostra vicinanza ai colleghi-amici italiani".

Di contro, l'Ammiraglio Pettorino ha ricambiato le espressioni di stima, manifestando il proprio apprezzamento per l'impegno operativo della Guardia Costiera statunitense: "Siamo veramente onorati della visita del Comandante Generale della Guardia Costiera degli Stati Uniti d'America, al quale ho avuto il piacere di illustrare in prima persona le numerose e variegate attività della Guardia Costiera italiana , oggi più che mai vicina a quella statunitense."

06/10/2020 Roma Attività Eventi

Nella giornata odierna, il Comandante Generale della Guardia Costiera degli Stati Uniti d'America, Ammiraglio Karl Schultz, ha fatto visita al Comando Generale della Guardia Costiera italiana, accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.

Dopo il tradizionale saluto di benvenuto e la firma del libro d'onore, l'Ammiraglio Pettorino, in un incontro tenutosi in Sala Crisi e al quale hanno preso parte anche i Capi Reparto ed i Capi degli Uffici di Staff del Comando Generale, ha illustrato al proprio omologo statunitense le molteplici funzioni nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell'ambiente marino, della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, considerati fattori strategici per la crescita di un settore, quello marittimo e portuale, trainante per le economie nazionali e internazionali.

L'incontro è poi proseguito con la visita alla Centrale Operativa, dove all'illustre ospite sono state mostrate le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza. A seguire, il Comandante generale della U.S. Coast Guard ha potuto approfondire l'organizzazione territoriale del Corpo e conoscerne le componenti operative.

Attestazioni di reciproca stima hanno accompagnato la conclusione della visita, al termine della quale l'Ammiraglio Schultz ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta, esprimendo parole di vivo apprezzamento per la Guardia Costiera italiana: "11.000 uomini e donne che animano un Corpo leader nel Mediterraneo, assai vicino nella conformazione agli omologhi statunitensi. Essere uniti dagli stessi obiettivi spinge a lavorare insieme per le sfide più complesse. Assicurate un lavoro straordinario e siamo orgogliosi di essere qui oggi a testimoniare la nostra vicinanza ai colleghi-amici italiani".

Di contro, l'Ammiraglio Pettorino ha ricambiato le espressioni di stima, manifestando il proprio apprezzamento per l'impegno operativo della Guardia Costiera statunitense: "Siamo veramente onorati della visita del Comandante Generale della Guardia Costiera degli Stati Uniti d'America, al quale ho avuto il piacere di illustrare in prima persona le numerose e variegate attività della Guardia Costiera italiana , oggi più che mai vicina a quella statunitense."

Eventi

Immagine segnaposto

Corso di formazione BLSD per i militari della Guardia Costiera di Civitavecchia

Immagine segnaposto

L’Onorevole Alessandro Morelli, Vice Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, visita la Capitaneria di porto di La Spezia

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita ai Comandi periferici della Liguria e della Toscana

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale alla Capitaneria di porto di Augusta e agli Uffici minori del Compartimento marittimo di Siracusa

Roma

Immagine segnaposto

OPERAZIONE “30 DAYS AT SEA 3.0”

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 30 aprile 2021

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera presenta il Rapporto annuale sul controllo pesca in Italia - anno 2020

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera presenta il Rapporto annuale sul controllo pesca in Italia – anno 2020