Ieri mattina, presso la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stato sottoscritto, grazie ad una proficua collaborazione interistituzionale, l'accordo volontario denominato "Civitavecchia Blue Agreement".

 La Capitaneria di Porto, il Comune, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e le Compagnie di Navigazione operanti presso lo scalo marittimo di Civitavecchia, Grandi Navi Veloci S.p.A., Tirrenia e Grimaldi Lines, dopo un percorso condiviso, iniziato dal precedente Comandante, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, e durato più di un anno, hanno conseguito un importante risultato a tutela dell'ambiente marino e costiero.

Il "Civitavecchia Blue Agreement" prevede che le Compagnie firmatarie utilizzino combustibili contenenti tenori di zolfo non superiori allo 0,10%, sia all'ormeggio che in navigazione, ad una distanza non inferiore alle 15 miglia dalle ostruzioni portuali. Per contenere i livelli d'inquinamento atmosferico nelle aree urbane, dovuti alle emissioni gassose provenienti dalle navi, è opportuno difatti intervenire sull'utilizzo dei combustibili per uso marittimo, e in particolare sul tenore massimo di zolfo in essi contenuto.

Si tratta di un accordo virtuoso, unico in Italia, in quanto anticipa di fatto l'introduzione della normativa che impone il suddetto obbligo solo a partire dal 01.01.2020.

E' stato inoltre sancito l'impegno da parte delle Compagnie di installare sulle unità depuratori dei fumi di scarico (cc.dd. scrubber) e l'utilizzo di alimentazione a batteria elettrica all'ormeggio, riducendo sensibilmente le emissioni gassose.         

A corollario sono state predisposte, inoltre, norme per la gestione delle macchine e motori di bordo, ai fini della riduzione delle emissione nocive di gas.

La Capitaneria di Porto di Civitavecchia garantirà l'attività di vigilanza anche sulla base di periodiche comunicazioni da parte delle compagnie circa il rispetto dell'Accordo.

Il Comandante del Porto di Civitavecchia, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, dichiarandosi estremamente soddisfatto per l'approccio collaborativo e sensibile mostrato da tutte le parti firmatarie e garantendo una serena, intelligente ed efficace applicazione dell'accordo, ha sottolineato che, pur trattandosi di un piccolo passo per la tutela dell'ambiente, rappresenta un grande successo per la Comunità portuale e cittadina di Civitavecchia.


27/06/2018 Civitavecchia Attività Eventi

Ieri mattina, presso la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stato sottoscritto, grazie ad una proficua collaborazione interistituzionale, l'accordo volontario denominato "Civitavecchia Blue Agreement".

 La Capitaneria di Porto, il Comune, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e le Compagnie di Navigazione operanti presso lo scalo marittimo di Civitavecchia, Grandi Navi Veloci S.p.A., Tirrenia e Grimaldi Lines, dopo un percorso condiviso, iniziato dal precedente Comandante, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, e durato più di un anno, hanno conseguito un importante risultato a tutela dell'ambiente marino e costiero.

Il "Civitavecchia Blue Agreement" prevede che le Compagnie firmatarie utilizzino combustibili contenenti tenori di zolfo non superiori allo 0,10%, sia all'ormeggio che in navigazione, ad una distanza non inferiore alle 15 miglia dalle ostruzioni portuali. Per contenere i livelli d'inquinamento atmosferico nelle aree urbane, dovuti alle emissioni gassose provenienti dalle navi, è opportuno difatti intervenire sull'utilizzo dei combustibili per uso marittimo, e in particolare sul tenore massimo di zolfo in essi contenuto.

Si tratta di un accordo virtuoso, unico in Italia, in quanto anticipa di fatto l'introduzione della normativa che impone il suddetto obbligo solo a partire dal 01.01.2020.

E' stato inoltre sancito l'impegno da parte delle Compagnie di installare sulle unità depuratori dei fumi di scarico (cc.dd. scrubber) e l'utilizzo di alimentazione a batteria elettrica all'ormeggio, riducendo sensibilmente le emissioni gassose.         

A corollario sono state predisposte, inoltre, norme per la gestione delle macchine e motori di bordo, ai fini della riduzione delle emissione nocive di gas.

La Capitaneria di Porto di Civitavecchia garantirà l'attività di vigilanza anche sulla base di periodiche comunicazioni da parte delle compagnie circa il rispetto dell'Accordo.

Il Comandante del Porto di Civitavecchia, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, dichiarandosi estremamente soddisfatto per l'approccio collaborativo e sensibile mostrato da tutte le parti firmatarie e garantendo una serena, intelligente ed efficace applicazione dell'accordo, ha sottolineato che, pur trattandosi di un piccolo passo per la tutela dell'ambiente, rappresenta un grande successo per la Comunità portuale e cittadina di Civitavecchia.


Eventi

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale Ammiraglio Pettorino incontra il Presidente del Consiglio di Amministrazione di UIRNET (Unione Interporti Riuniti Network)

Immagine segnaposto

​Commemorazione del 77° anniversario dell'affondamento del piroscafo "Santa Lucia" presso l'isola di Ventotene

Immagine segnaposto

Prima riunione in videoconferenza dei Presidenti dei Comitati territoriali per il welfare della Gente di Mare

Immagine segnaposto

Celebrazione dei 155 anni del Corpo delle Capitanerie di porto. La visita della Ministra Paola De Micheli.

Civitavecchia

Immagine segnaposto

Civitavecchia: cambio al vertice della Direzione Marittima del Lazio

Immagine segnaposto

Caesarem Vehis, la Capitaneria di porto nel monumentale porto di Civitavecchia

Immagine segnaposto

A Civitavecchia l’operazione complessa “Mercato Globale” della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Vice Comandante Generale della Guardia Costiera in visita alla Capitaneria di porto di Civitavecchia