Sono 580 i migranti tratti in salvo nella giornata di oggi nel Mediterraneo Centrale in 5 diverse operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Durante le operazioni di soccorso, tutte avvenute in presenza di difficili condizioni meteomarine, è stato recuperato anche un corpo privo di vita.

I migranti, che si trovavano a bordo di 4 gommoni, di cui uno semiaffondato, ed una imbarcazione in legno, sono stati soccorsi dalle unità della Guardia Costiera CP326 e CP801, dalla Nave TOPAZ RESPONDER della ONG MOAS e dalla Nave Enterprise inserita nel dispositivo EUNAVFORMED

16/11/2016 Roma

Sono 580 i migranti tratti in salvo nella giornata di oggi nel Mediterraneo Centrale in 5 diverse operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Durante le operazioni di soccorso, tutte avvenute in presenza di difficili condizioni meteomarine, è stato recuperato anche un corpo privo di vita.

I migranti, che si trovavano a bordo di 4 gommoni, di cui uno semiaffondato, ed una imbarcazione in legno, sono stati soccorsi dalle unità della Guardia Costiera CP326 e CP801, dalla Nave TOPAZ RESPONDER della ONG MOAS e dalla Nave Enterprise inserita nel dispositivo EUNAVFORMED

Roma

Immagine segnaposto

Un anno al servizio del mare. Presentato il primo rapporto annuale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera alla presenza del Ministro Giovannini e dell’Ammiraglio Carlone

Immagine segnaposto

Presentazione del primo Rapporto annuale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato il protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e associazione MedSharks

Immagine segnaposto

Nuova strada per la formazione per la navigazione autonoma