Si è tenuto a Genova la scorsa settimana, dal 9 al 12 aprile, la prima edizione del "Blue Economy Summit", un evento promosso dall'Amministrazione Comunale e dedicato alle principali tematiche che investono il mondo marittimo, tra queste: i traffici via mare e la valorizzazione del turismo, dell'ambiente e delle tradizioni marinare.

L'evento si aperto la sera del 9 aprile con una tavola rotonda dedicata al tema della "Blue Economy: una grande opportunità di crescita e sviluppo per il territorio e l'occupazione", cui ha preso parte il Direttore marittimo della Liguria e Comandante della Capitaneria di Porto di Genova, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, presentando alla qualificata platea il contributo che la Guardia costiera italiana, quale Autorità competente di 8 delle 11 funzioni di guardia costiera riconosciute a livello europeo, offre quotidianamente per il perseguimento di una Blue growth sostenibile. Lo stesso Direttore marittimo ha, poi, tenuto un indirizzo di saluto nel corso della prima giornata di convegno, dedicata  alle "Opportunità del Mare: il valore della Blue Economy in Italia e sul territorio. Analisi del piano strategico emerso dagli Stati Generali dell'Economia".

Nel corso delle conferenze susseguitesi durante la 3-giorni di summit, sono intervenuti numerosi relatori della Capitaneria di porto di Genova, in un piano di incontri che hanno toccato vari argomenti sul tema-mare: la crescita del porto genovese tra le prospettive di sviluppo e le esigenze di adeguamento infrastrutturale per garantirne la sicurezza dei traffici (Capitano di Vascello Domenico Napoli), la riforma dei titoli professionali per i marittimi (Capitano di Vascello Vincenzo Vitale), le nuove tecnologie per la riduzione dell'impatto ambientale del fumaiolo delle navi (Capitano di Fregata Massimo Mosconi), la disciplina delle Aree marine protette nella riforma del codice della nautica diporto (Capitano di Corvetta Sergio Mostacci), nonché l'attività di tutela dell'intera filiera ittica che vede quotidianamente impegnata la Guardia Costiera (Capitano di Vascello Giuseppe Bonelli).

Inoltre, l'11 aprile, in occasione della "Giornata del mare", le attività congressuali sono state sospese per una parentesi incentrata su attività didattiche a favore delle scolaresche, nell'ambito delle quali ha avuto luogo la visita  di una delegazione di studenti degli Istituti tecnico-nautici di Genova, Savona e Camogli presso la sede della Capitaneria di porto ligure, nonché la visita a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera classe200 e di un Rimorchiatore portuale. All'iniziativa ha preso parte anche l'Associazione ambientalista "MareVivo".


19/04/2018 Genova Attività Eventi

Si è tenuto a Genova la scorsa settimana, dal 9 al 12 aprile, la prima edizione del "Blue Economy Summit", un evento promosso dall'Amministrazione Comunale e dedicato alle principali tematiche che investono il mondo marittimo, tra queste: i traffici via mare e la valorizzazione del turismo, dell'ambiente e delle tradizioni marinare.

L'evento si aperto la sera del 9 aprile con una tavola rotonda dedicata al tema della "Blue Economy: una grande opportunità di crescita e sviluppo per il territorio e l'occupazione", cui ha preso parte il Direttore marittimo della Liguria e Comandante della Capitaneria di Porto di Genova, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, presentando alla qualificata platea il contributo che la Guardia costiera italiana, quale Autorità competente di 8 delle 11 funzioni di guardia costiera riconosciute a livello europeo, offre quotidianamente per il perseguimento di una Blue growth sostenibile. Lo stesso Direttore marittimo ha, poi, tenuto un indirizzo di saluto nel corso della prima giornata di convegno, dedicata  alle "Opportunità del Mare: il valore della Blue Economy in Italia e sul territorio. Analisi del piano strategico emerso dagli Stati Generali dell'Economia".

Nel corso delle conferenze susseguitesi durante la 3-giorni di summit, sono intervenuti numerosi relatori della Capitaneria di porto di Genova, in un piano di incontri che hanno toccato vari argomenti sul tema-mare: la crescita del porto genovese tra le prospettive di sviluppo e le esigenze di adeguamento infrastrutturale per garantirne la sicurezza dei traffici (Capitano di Vascello Domenico Napoli), la riforma dei titoli professionali per i marittimi (Capitano di Vascello Vincenzo Vitale), le nuove tecnologie per la riduzione dell'impatto ambientale del fumaiolo delle navi (Capitano di Fregata Massimo Mosconi), la disciplina delle Aree marine protette nella riforma del codice della nautica diporto (Capitano di Corvetta Sergio Mostacci), nonché l'attività di tutela dell'intera filiera ittica che vede quotidianamente impegnata la Guardia Costiera (Capitano di Vascello Giuseppe Bonelli).

Inoltre, l'11 aprile, in occasione della "Giornata del mare", le attività congressuali sono state sospese per una parentesi incentrata su attività didattiche a favore delle scolaresche, nell'ambito delle quali ha avuto luogo la visita  di una delegazione di studenti degli Istituti tecnico-nautici di Genova, Savona e Camogli presso la sede della Capitaneria di porto ligure, nonché la visita a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera classe200 e di un Rimorchiatore portuale. All'iniziativa ha preso parte anche l'Associazione ambientalista "MareVivo".


Eventi

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale a Londra per una serie di incontri istituzionali

Immagine segnaposto

Concluso il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all’abilitazione al Comando delle navi maggiori del Corpo.

Immagine segnaposto

Siglato a Venezia un protocollo d’intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto e l'Agenzia del Demanio

Immagine segnaposto

Premio Internazionale “Nassiriya Per La Pace”: tributo speciale al personale del Corpo distintosi per coraggio e impegno civile

Genova

Immagine segnaposto

Premiato l’ Ammiraglio Giardino dalla Cruise Lines International Association (CLIA)

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera al 61° Salone Nautico di Genova

Immagine segnaposto

Consegnata a Genova una targa speciale per i 25 anni dalla costituzione del 1° Nucleo Sub della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Sergio Liardo succede nel ruolo di Direttore Marittimo della Liguria all'Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone