IMG_0451.jpgFu con il Decreto del Presidente della Repubblica n. 15 che il 14 gennaio 1998 l'Ufficio Locale Marittimo di  Soverato venne elevato al rango di Ufficio Circondariale.

L'Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato, nell'ambito della zona marittima di appartenenza, abbraccia, quale limite territoriale costiero, la fascia di litorale compreso dalla foce della fiumara Assi (comune di Monasterace) fino al limite nord del Comune di Simeri Chrichi per un totale di circa 60 km di costa. Nella giurisdizione del Circomare, dunque, insistono 36 comuni di cui  17 rivieraschi.

Ci troviamo  lungo il versante Jonico Settentrionale Calabrese e precisamente all' interno del Golfo di Squillace le cui acque sono da sempre state considerate pericolose dai marinai tanto da guadagnarsi il nome di navifragum Scylaceum (Eneide 553) . Difatti, non esistendo alcun porto naturale in zona le sue coste sono state anticamente teatro di frequenti naufragi.

Attualmente lungo le coste di giurisdizione del Circondario sono presenti due sorgitori. Nel versante nord si trova il porto di Catanzaro, situato sulla costa di  Catanzaro Lido presso il  rione Casciolino ove, peraltro, è allocato il dipendente Ufficio Locale Marittimo di Catanzaro Marina. Proseguendo verso Sud si incontra il porto di Badolato Marina, meglio conosciuto sotto il nome 'Le bocche di Gallipari' in onore all'adiacente foce dell'omonimo fiume, porticciolo prevalentemente dedicato all'attività dipostistica.