CAPITANERIA DI PORTO

DI SIRACUSA


LA GUARDIA COSTIERA DI SIRACUSA SEQUESTRA 22 NASSE "ANONIME" IN AREA MARINA PROTETTA

 

Nel corso della continua attività di vigilanza nell'Area Marina Protetta del Plemmirio, i militari della Guardia Costiera di Siracusa, nella mattinata di ieri, hanno recuperato e posto sotto sequestro 22 nasse posizionate all'interno della zona "B" di riserva parziale dell'Area, nelle acque antistanti località Capo Meli.

Gli attrezzi da pesca risultavano sprovvisti di qualsiasi etichetta identificativa in grado di far risalire al proprietario.

Il personale della Motovedetta CP 537 ha salpato le nasse a bordo dell'unità, per trasportarle successivamente presso gli Uffici della Capitaneria di Porto al fine di svolgere ulteriori verifiche e per i successivi adempimenti di legge.

La rimozione degli attrezzi da pesca, oltre ad assicurare l'osservanza delle norme in materia di attività di pesca, ha consentito di garantire la tutela dell'ambiente e la sicurezza della navigazione, scongiurando il deterioramento dell'ecosistema marino all'interno dell'Area Marina Protetta ed evitando pericoli per i naviganti a causa di segnalamenti da pesca non regolari.

L'attività effettuata si inquadra in una più ampia serie di controlli ambientali e sulla filiera ittica posti in essere quotidianamente in A.M.P. dal personale della Capitaneria di Porto di Siracusa, nell'esercizio dell'attività di monitoraggio previsto dalla normativa vigente.

 

 

Siracusa, 13.05.2020.  - 


13/05/2020 Siracusa

CAPITANERIA DI PORTO

DI SIRACUSA


LA GUARDIA COSTIERA DI SIRACUSA SEQUESTRA 22 NASSE "ANONIME" IN AREA MARINA PROTETTA

 

Nel corso della continua attività di vigilanza nell'Area Marina Protetta del Plemmirio, i militari della Guardia Costiera di Siracusa, nella mattinata di ieri, hanno recuperato e posto sotto sequestro 22 nasse posizionate all'interno della zona "B" di riserva parziale dell'Area, nelle acque antistanti località Capo Meli.

Gli attrezzi da pesca risultavano sprovvisti di qualsiasi etichetta identificativa in grado di far risalire al proprietario.

Il personale della Motovedetta CP 537 ha salpato le nasse a bordo dell'unità, per trasportarle successivamente presso gli Uffici della Capitaneria di Porto al fine di svolgere ulteriori verifiche e per i successivi adempimenti di legge.

La rimozione degli attrezzi da pesca, oltre ad assicurare l'osservanza delle norme in materia di attività di pesca, ha consentito di garantire la tutela dell'ambiente e la sicurezza della navigazione, scongiurando il deterioramento dell'ecosistema marino all'interno dell'Area Marina Protetta ed evitando pericoli per i naviganti a causa di segnalamenti da pesca non regolari.

L'attività effettuata si inquadra in una più ampia serie di controlli ambientali e sulla filiera ittica posti in essere quotidianamente in A.M.P. dal personale della Capitaneria di Porto di Siracusa, nell'esercizio dell'attività di monitoraggio previsto dalla normativa vigente.

 

 

Siracusa, 13.05.2020.  - 


Siracusa

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 12 05 2022 :“Battesimo del mare per gli studenti dell’Istituto Nautico A. RIZZA” nella baia di Santa Panagia.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 06 05 2022: soccorso bagnante in mare a Fontane Bianche.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 21 04 2022

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 11 04 2022: giornata del mare 2022