Il Nucleo Operativo Difesa Mare della Capitaneria di Porto di Siracusa e dell'Ufficio Locale Marittimo di Portopalo di C.P., ha portato a termine, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Siracusa, un'attività di Polizia ambientale in località "Punto Rio" del Comune di Pachino.

Sulla spiaggia della predetta località, è stata rinvenuta la presenza di frammenti di manufatti in eternit sparsi su un'area di circa 1.500 mq, misti ad altrettanti pezzi di materiale di provenienza edile di tipo  basaltico.

L'attività è stata condotta congiuntamente al personale tecnico   dell'ARPA di Siracusa ed al personale del settore ecologia del Comune di Pachino, con i quali, è stato  valutato lo stato di fatto derivante dalla presenza di  rifiuti pericolosi giacenti sull'arenile e sono state vagliate le procedure da adottare per la messa in sicurezza del sito trattandosi, tra l'altro, di un'area ad alta frequenza turistico – balneare. I rifiuti rinvenuti sono riconducibili ad attività di demolizione edile operata da ignoti che, senza scrupoli, hanno deturpato un'area di alto pregio paesaggistico e  hanno creato nocumento per l'ambiente marino e costiero, nonché pericolo per la pubblica incolumità trattandosi di materiale contenente sostanze pericolose per la salute umana.

Per questo motivo, la zona è stata posta  sotto sequestro.

28/10/2015 Siracusa

Il Nucleo Operativo Difesa Mare della Capitaneria di Porto di Siracusa e dell'Ufficio Locale Marittimo di Portopalo di C.P., ha portato a termine, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Siracusa, un'attività di Polizia ambientale in località "Punto Rio" del Comune di Pachino.

Sulla spiaggia della predetta località, è stata rinvenuta la presenza di frammenti di manufatti in eternit sparsi su un'area di circa 1.500 mq, misti ad altrettanti pezzi di materiale di provenienza edile di tipo  basaltico.

L'attività è stata condotta congiuntamente al personale tecnico   dell'ARPA di Siracusa ed al personale del settore ecologia del Comune di Pachino, con i quali, è stato  valutato lo stato di fatto derivante dalla presenza di  rifiuti pericolosi giacenti sull'arenile e sono state vagliate le procedure da adottare per la messa in sicurezza del sito trattandosi, tra l'altro, di un'area ad alta frequenza turistico – balneare. I rifiuti rinvenuti sono riconducibili ad attività di demolizione edile operata da ignoti che, senza scrupoli, hanno deturpato un'area di alto pregio paesaggistico e  hanno creato nocumento per l'ambiente marino e costiero, nonché pericolo per la pubblica incolumità trattandosi di materiale contenente sostanze pericolose per la salute umana.

Per questo motivo, la zona è stata posta  sotto sequestro.

Siracusa

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 12 05 2022 :“Battesimo del mare per gli studenti dell’Istituto Nautico A. RIZZA” nella baia di Santa Panagia.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 06 05 2022: soccorso bagnante in mare a Fontane Bianche.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 21 04 2022

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 11 04 2022: giornata del mare 2022