CAPITANERIA DI PORTO

SIRACUSA

 

Operazione di controllo sulla filiera della pesca - Scattano sequestri nella provincia di Siracusa per oltre 500 kg di prodotto ittico.

 

La Capitaneria di porto di Siracusa che è stata portata a termine un'intensa operazione di controllo sulla filiera della pesca, orientata, in particolare alla repressione della commercializzazione illegale di prodotti ittici sottomisura, privi di tracciabilità e scaduti.

I "team ispettivi" della Guardia Costiera durante questa operazione hanno effettuato 38 controlli rivolti a pescherie, ristoranti e centri della grande distribuzione, insistenti in diversi Comuni della provincia di Siracusa.

Le verifiche hanno permesso di accertare, in alcuni casi, oltre alla vendita di specie ittiche al di sotto della taglia minima prevista dalla normativa vigente, anche la commercializzazione di prodotto ittico congelato e fresco privo di qualsiasi documento che ne attesti la tracciabilità/provenienza.

Ai responsabili dell'infrazione sono state comminate le previste sanzioni amministrative ed il prodotto ittico sottomisura e non tracciato è stato sequestrato.

L'operazione ha visto il coinvolgimento e la cooperazione del personale del Servizio veterinario dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa che, a seguito della prevista visita organolettica, ha stabilito in alcuni casi la non idoneità al consumo umano del prodotto sequestrato e, quindi, la successiva distruzione. In altri casi, invece, l'oggetto del sequestro è stato donato in beneficenza ad un istituto caritatevole di Siracusa.

In totale sono state elevate n. 4 sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 3.200,00 euro e posto sotto sequestro oltre 500 kg di prodotto ittico.

La Capitaneria di porto di Siracusa, coglie l'occasione per ricordare come le sanzioni amministrative per la violazione delle norme sulla tracciabilità prevedono importi a partire da 1.500,00 euro e lo sfruttamento indiscriminato e la cattura del novellame e di pesce sottomisura, oltre che essere contrario alla legge, impedisce alle specie ittiche dei nostri mari di raggiungere la taglia minima consentita per la commercializzazione e per la riproduzione.

Siracusa, 21.10.2022.

21/10/2022 Siracusa

CAPITANERIA DI PORTO

SIRACUSA

 

Operazione di controllo sulla filiera della pesca - Scattano sequestri nella provincia di Siracusa per oltre 500 kg di prodotto ittico.

 

La Capitaneria di porto di Siracusa che è stata portata a termine un'intensa operazione di controllo sulla filiera della pesca, orientata, in particolare alla repressione della commercializzazione illegale di prodotti ittici sottomisura, privi di tracciabilità e scaduti.

I "team ispettivi" della Guardia Costiera durante questa operazione hanno effettuato 38 controlli rivolti a pescherie, ristoranti e centri della grande distribuzione, insistenti in diversi Comuni della provincia di Siracusa.

Le verifiche hanno permesso di accertare, in alcuni casi, oltre alla vendita di specie ittiche al di sotto della taglia minima prevista dalla normativa vigente, anche la commercializzazione di prodotto ittico congelato e fresco privo di qualsiasi documento che ne attesti la tracciabilità/provenienza.

Ai responsabili dell'infrazione sono state comminate le previste sanzioni amministrative ed il prodotto ittico sottomisura e non tracciato è stato sequestrato.

L'operazione ha visto il coinvolgimento e la cooperazione del personale del Servizio veterinario dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa che, a seguito della prevista visita organolettica, ha stabilito in alcuni casi la non idoneità al consumo umano del prodotto sequestrato e, quindi, la successiva distruzione. In altri casi, invece, l'oggetto del sequestro è stato donato in beneficenza ad un istituto caritatevole di Siracusa.

In totale sono state elevate n. 4 sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 3.200,00 euro e posto sotto sequestro oltre 500 kg di prodotto ittico.

La Capitaneria di porto di Siracusa, coglie l'occasione per ricordare come le sanzioni amministrative per la violazione delle norme sulla tracciabilità prevedono importi a partire da 1.500,00 euro e lo sfruttamento indiscriminato e la cattura del novellame e di pesce sottomisura, oltre che essere contrario alla legge, impedisce alle specie ittiche dei nostri mari di raggiungere la taglia minima consentita per la commercializzazione e per la riproduzione.

Siracusa, 21.10.2022.

Siracusa

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 05 01 2023: Evacuazione medica a bordo di nave mercantile.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 05 01 2023: Pesca illegale, sanzionato sub

Immagine segnaposto

COMUNICATO STAMPA DEL 28 12 2022: RESOCONTO ATTIVITA' DELLA FILIERA ITTICA NEL SIRACUSANO 2022.

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 21 12 2022: il Direttore Marittimo della Sicilia Orientale in visita a Siracusa.