Poco dopo le ore 19:45 del 13 giugno 2015, la Sala Operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, riceveva una segnalazione telefonica da parte di una signora a bordo di un natante a vela a circa 1 miglio dal porto di San Benedetto del Tronto, la quale riferiva di trovarsi in difficoltà a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteomarine.

Si disponeva pertanto, l'uscita delle dipendente motovedetta CP 843 la quale dopo aver intercettato il natante in difficoltà ed aver constatato le buone condizioni di salute dei 2 occupanti, provvedeva a scortarlo fino al pontile del Circolo Nautico Sambenedettese.

Mentre il suddetto natante ultimava la manovra d'ormeggio, la stessa Sala Operativa riceveva nuova segnalazione telefonica da parte della Lega Navale di Cupra Marittima in merito al mancato rientro di una canoa; la motovedetta CP 843 veniva immediatamente dirottata sul litorale del comune di Cupra. Una volta giunti al traverso della Lega Navale, i militari della Guardia Costiera avvistavano il canoista, il quale riferiva di non avere particolari problemi; alla luce di ciò la dipendente motovedetta si limitava a prestare assistenza fino al suo rientro a riva che avveniva autonomamente.

Il Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, Capitano di Fregata Sergio Lo Presti, nell'esprimere il suo vivo apprezzamento per la rapidità con la quale è stata condotta l'attività di soccorso, ricorda, a tutti gli utenti del mare, che per segnalare eventuali situazioni di pericolo è disponibile il numero blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 sia da telefono fisso che cellulare.

14/06/2015 San Benedetto del Tronto

Poco dopo le ore 19:45 del 13 giugno 2015, la Sala Operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, riceveva una segnalazione telefonica da parte di una signora a bordo di un natante a vela a circa 1 miglio dal porto di San Benedetto del Tronto, la quale riferiva di trovarsi in difficoltà a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteomarine.

Si disponeva pertanto, l'uscita delle dipendente motovedetta CP 843 la quale dopo aver intercettato il natante in difficoltà ed aver constatato le buone condizioni di salute dei 2 occupanti, provvedeva a scortarlo fino al pontile del Circolo Nautico Sambenedettese.

Mentre il suddetto natante ultimava la manovra d'ormeggio, la stessa Sala Operativa riceveva nuova segnalazione telefonica da parte della Lega Navale di Cupra Marittima in merito al mancato rientro di una canoa; la motovedetta CP 843 veniva immediatamente dirottata sul litorale del comune di Cupra. Una volta giunti al traverso della Lega Navale, i militari della Guardia Costiera avvistavano il canoista, il quale riferiva di non avere particolari problemi; alla luce di ciò la dipendente motovedetta si limitava a prestare assistenza fino al suo rientro a riva che avveniva autonomamente.

Il Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, Capitano di Fregata Sergio Lo Presti, nell'esprimere il suo vivo apprezzamento per la rapidità con la quale è stata condotta l'attività di soccorso, ricorda, a tutti gli utenti del mare, che per segnalare eventuali situazioni di pericolo è disponibile il numero blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 sia da telefono fisso che cellulare.

San Benedetto del Tronto

Immagine segnaposto

Visita dell'Arcivescovo Ordinario Militare per l'italia, S.E. Monsignor Santo Marcianò

Immagine segnaposto

4 dicembre 2019 Celebrazione Festa di Santa Barbara

Immagine segnaposto

Giornata del Mare 2019

Immagine segnaposto

Il Prefetto di Fermo in visita alla Capitaneria di Porto