Nel corso della mattinata odierna, personale militare della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto e della Polizia Locale, con il supporto dei militari dell’Arma dei Carabinieri, hanno posto in essere un mirato servizio di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno dell’abusivismo commerciale e di tutte le attività illecite connesse in prossimità del litorale del Comune di San Benedetto del Tronto.

La predetta azione di controllo, svolta sulla base delle direttive impartite dalla Prefettura e sotto il coordinamento della Questura di Ascoli Piceno, ha portato al sequestro di nr. 155 capi di abbigliamento e della relativa attrezzatura utilizzata per il trasporto di detto materiale; il tutto  rinvenuto sull’arenile nei pressi della foce del torrente Ragnola.

L’operazione congiunta di pattugliamento “misto” per il presidio del territorio contro il fenomeno dell’antiabusivismo commerciale - a cui partecipa anche il personale della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto in attività di supporto -  mira a garantire l’ordinato e libero svolgimento delle attività balneari e a tutelare il bene demaniale marittimo e l’ambiente marino e costiero.

Le suddette attività di controllo proseguiranno durante l’intera stagione balneare.

16/06/2016 San Benedetto del Tronto

Nel corso della mattinata odierna, personale militare della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto e della Polizia Locale, con il supporto dei militari dell’Arma dei Carabinieri, hanno posto in essere un mirato servizio di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno dell’abusivismo commerciale e di tutte le attività illecite connesse in prossimità del litorale del Comune di San Benedetto del Tronto.

La predetta azione di controllo, svolta sulla base delle direttive impartite dalla Prefettura e sotto il coordinamento della Questura di Ascoli Piceno, ha portato al sequestro di nr. 155 capi di abbigliamento e della relativa attrezzatura utilizzata per il trasporto di detto materiale; il tutto  rinvenuto sull’arenile nei pressi della foce del torrente Ragnola.

L’operazione congiunta di pattugliamento “misto” per il presidio del territorio contro il fenomeno dell’antiabusivismo commerciale - a cui partecipa anche il personale della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto in attività di supporto -  mira a garantire l’ordinato e libero svolgimento delle attività balneari e a tutelare il bene demaniale marittimo e l’ambiente marino e costiero.

Le suddette attività di controllo proseguiranno durante l’intera stagione balneare.

San Benedetto del Tronto

Immagine segnaposto

Visita dell'Arcivescovo Ordinario Militare per l'italia, S.E. Monsignor Santo Marcianò

Immagine segnaposto

4 dicembre 2019 Celebrazione Festa di Santa Barbara

Immagine segnaposto

Giornata del Mare 2019

Immagine segnaposto

Il Prefetto di Fermo in visita alla Capitaneria di Porto